giovedì 7 febbraio 2013

Monte Bove Sud e Pizzo Berro (EE)

Monte Bove Sud e il Pizzo Berro con una lunga escursione ad anello partendo dal paese di Ussita

DATA: 22 settembre 2012

PARTENZA: Da Visso (in provincia di Macerata, Marche) saliamo con la strada a Ussita (5 km), oltrepassiamo il paesino e proseguiamo in direzione di Frontignano con la SP.130 per circa 1 km fino a notare alla nostra sinistra il cartello che indica la frazione di Calcara e il “Soggiorno dei Salesiani”, quindi lasciamo la provinciale e voltiamo a sinistra fino all’incrocio con “Via Traversa Ormento”, proseguiamo dritto per poche centinaia di metri e lasciate le ultime case, l’asfaltata diventa carrozzabile. La teniamo per 100 metri fino a notare l’inizio dei segni del CAI. Parcheggiamo sul ciglio della carrozzabile, a sinistra inizia una carrozzabile secondaria in ripida discesa, a destra inizia un largo sentiero con fondo ghiaioso in ripida salita che prendiamo.


Visualizza Monte Bove Sud e Pizzo Berro in una mappa di dimensioni maggiori

Stralcio della mappa interattiva openstreetmap tratta dal sito                            http://www.openstreetmap.org



ITINERARIO: Calcara q.867 (Dalla carrozzabile si sale a destra su largo sentiero con fondo ghiaioso, nessuna indicazione)   –    CAI 272 q.1290 (Innesto sul CAI 272, sporadici segni, si va a sinistra in salita. Sulle mappe la quota riportata è di 1290 m ma il GPS indica 1323 m. Usciti dal bosco si apre davanti a noi una radura, la traccia si fa incerta come pure i segni del CAI, comunque dobbiamo virare a sinistra in salita con direzione nord/est)          Sorgente q.1597 (Il tubo all’interno di una vecchia recinzione è sigillato, acqua fuoriesce dalla terra. A sinistra c’è una traccia non segnata, noi a destra con il CAI 272)   –    Bivio q.1640 (Qualche segno del CAI: a sinistra il CAI 270 sale con direzione nord alla Croce di Monte Bove, noi andiamo a destra in salita per traccia, erroneamente pensando di continuare sul CAI 272, poi decidiamo di puntare direttamente a vista verso il crinale salendo ripidamente a nord/est attraverso il canale che scende dal punto quotato 1992)        Crinale q.1922 (Innesto sul crinale CAI 14, a sinistra c’è la cima di Monte Bove Nord, noi a destra)         Monte Bove Sud q.2169 (Arriviamo alla vecchia e abbandonata funivia a q.2160 che precede la vetta, ora scendiamo a sinistra con il CAI 13, tenendoci di fianco a quello che era il vecchio skilift, segni, cartelli e traccia assenti. Poi inizia l’affilato crinale che collega Monte Bove Sud al Pizzo Berro, i tratti più delicati sono bypassati con un’esile traccia stando sulla destra)          Forca della Cervara q.1965 (Larga sella al termine dell’affilato crinale roccioso. Bivio: a sinistra per traccia in discesa prosegue il CAI 13, noi teniamo il crinale verso l’evidente e rocciosa cima  del Pizzo Berro. Cartelli e segni del CAI totalmente assenti)          Ferrata q.2221 (Con una ripidissima e faticosa salita arriviamo alla base della parete rocciosa dove inizia un tratto ferrato, la traccia è incerta, comunque teniamo sempre il punto più alto del crinale)    –     Pizzo Berro q.2259 (La ferrata termina a poche decine di metri dalla vetta che è sormontata da un omino di sassi. A est ci compare la mole del vicino Monte Priora, ora torniamo sui nostri passi verso l’uscita della ferrata e proseguiamo con il crinale nord del Pizzo Berro. Il sentierino, che è CAI 19, si mantiene poco sotto l’affilata cresta. Segni CAI assenti)     Bivio q.2146 (A destra un sentierino a mezzacosta aggira la cima del Pizzo Berro puntando direttamente al Monte Priora, proseguiamo sul crinale nord del Pizzo Berro)  –   Forcella Angagnola q.1924 (Larga sella erbosa e pochi segni su un sasso. Incrocio: a destra nella verde vallata scende il CAI 227 per Casale Rinaldi, segni e sentiero poco visibili, dritto una traccia sale al Pizzo Tre Vescovi, noi dritto a mezzacosta in direzione del visibile rifugio del Fargno, poi dopo pochi metri c’è il bivio, quindi iniziamo a scendere a sinistra a ritroso, sud, con il CAI 275, segni assenti)          Bivio q.1775 (Oltrepassato un cippo della “Regione Marche” c’è il bivio e sbiaditi segni, a destra c’è il CAI 277 che riporta al rifugio del Fargno, noi dritto con il CAI 275)        Bivio q.1694 (Cartelli e segni assenti. Nel punto in cui il CAI 275 curva a gomito a destra, dritto inizia il CAI 13 che, per esilissima traccia nell’erba, risale la vallata in direzione del crinale Pizzo Berro-Forca della Cervara, direzione sud. Noi teniamo il CAI 275 che scende nella Val di Panico)    –    Sorgenti di Panico q.1299 (Innesto sulla forestale, a sinistra termina dopo poche decine di metri presso un cancello, dove nascono le sorgenti, noi a destra in discesa)        Deviazione q.1255 (Lasciamo la forestale e andiamo a sinistra su largo sentiero in leggera salita, dopo pochi minuti oltrepassiamo un casotto in lamiera con tetto spiovente che ci rimane poco sopra di noi, segni e cartelli assenti. In seguito il largo sentiero si mantiene in falsopiano nel bosco, poi nella parte finale si riduce a sentiero con qualche tratto incerto)        Carrozzabile q.1071 (Innesto sulla carrozzabile, la prendiamo a sinistra)         Bivio q.1031 (Bivio della carrozzabile, a destra curva, noi dritto)          La Madonnella q.974 (Teniamo la larga carrozzabile in piano passando davanti alla maestà, evitiamo la sterrata che scende a destra)         Bivio q.925 (Bivio della carrozzabile: a destra un cartello indica l’Ostello della Gioventù Salesiani “Don Bosco”, noi dritto)          Calcara q.867.
 
DISLIVELLO TOTALE: 1770 m
QUOTA MASSIMA: Pizzo Berro q.2259
LUNGHEZZA: 18 km
DIFFICOLTA : EE
  
NOTE:




Sentieri



- Cartelli e segnatura dei sentieri CAI è in pratica inesistente o molto sporadica come nella maggior parte della catena dei Sibillini, si procede a vista o a intuito.

- La corta ferrata del Pizzo Berro è attrezzata con catena molto lenta, non difficile ma esposta e termina poco sotto la vetta.

-Numerazione della sentieristica tratta dalla carta topografica scala 1:25000 edita da SER


Fonti
- Non è possibile attingere acqua dalla Sorgente q.1597 e dalle Sorgenti di Panico perché fuoriesce direttamente dalla terra.
 
TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Calcara
0,00
Forcella Angagnola
4,20
CAI 272 q.1290
0,45
Bivio q.1775
4,34
Sorgente q.1597
1,15
Bivio q.1694
4,45
Bivio q.1640
1,19
Sorgenti di Panico
5,15
Crinale q.1922
2,00
Deviazione q.1255
5,20
Monte Bove Sud
2,30
Carrozzabile q.1071
6,00
Forca della Cervara
3,00
Bivio q.1031
6,06
Ferrata q.2221
3,35
La Madonnella
6,19
Pizzo Berro
3,42
Bivio q.925
6,24
Bivio q.2146
/
Calcara
6,29



Calcara q.867 (Dalla carrozzabile si sale a destra su largo sentiero con fondo ghiaioso, nessuna indicazione) 
Calcara q.867 (Dalla carrozzabile si sale a destra su largo sentiero con fondo ghiaioso, nessuna indicazione)
Usciti dal bosco, si apre davanti a noi una radura, la traccia si fa incerta come pure i segni del CAI. 
Usciti dal bosco, si apre davanti a noi una radura, la traccia si fa incerta come pure i segni del CAI. 
Sorgente q.1597 (Il tubo all’interno di una vecchia recinzione è sigillato, acqua fuoriesce dalla terra)
Panorama

Decidiamo di puntare direttamente a vista verso il crinale salendo ripidamente a nord/est attraverso il canale che scende dal punto quotato 1992.
Decidiamo di puntare direttamente a vista verso il crinale salendo ripidamente a nord/est attraverso il canale che scende dal punto quotato 1992.
Decidiamo di puntare direttamente a vista verso il crinale salendo ripidamente a nord/est attraverso il canale che scende dal punto quotato 1992.
Decidiamo di puntare direttamente a vista verso il crinale salendo ripidamente a nord/est attraverso il canale che scende dal punto quotato 1992.
Arrivo al Crinale q.1922 
Crinale q.1922 (siamo sotto monte Bove Nord)

Crinale q.1922 (panorama)
Crinale q.1922 (zoomata sul rifugio del Fargno)
Crinale q.1922 (siamo sotto monte Bove Nord)
Crinale q.1922 (siamo sotto monte Bove Nord)
In vista della cima di monte Bove Sud
In vista della cima di monte Bove Sud

Zoomata sui vecchi e abbandonati impianti di risalita
Sul crinale verso monte Bove Sud (panorama sul monte Bicco)
Sul crinale verso monte Bove Sud (panorama sul Pizzo Berro)
Sul crinale verso monte Bove Sud (panorama sul Pizzo Berro)
Arrivo al monte Bove Sud
Monte Bove Sud q.2169 (Arriviamo alla vecchia e abbandonata funivia a q.2160 che precede la vetta) 

Monte Bove Sud q.2169 (Arriviamo alla vecchia e abbandonata funivia a q.2160 che precede la vetta) 
Monte Bove Sud q.2169 (Arriviamo alla vecchia e abbandonata funivia a q.2160 che precede la vetta)
Ora scendiamo a sinistra con il CAI 13, tenendoci di fianco a quello che era il vecchio skilift, segni, cartelli e traccia assenti. 
Ora scendiamo a sinistra con il CAI 13, tenendoci di fianco a quello che era il vecchio skilift, segni, cartelli e traccia assenti. 
Inizia l’affilato crinale che collega Monte Bove Sud al Pizzo Berro, i tratti più delicati sono bypassati con un’esile
 traccia stando sulla destra

Inizia l’affilato crinale che collega Monte Bove Sud al Pizzo Berro, i tratti più delicati sono bypassati con un’esile traccia stando sulla destra. 
L’affilato crinale che collega Monte Bove Sud al Pizzo Berro
L’affilato crinale che collega Monte Bove Sud al Pizzo Berro 
L’affilato crinale che collega Monte Bove Sud al Pizzo Berro 
L’affilato crinale che collega Monte Bove Sud al Pizzo Berro 
L’affilato crinale che collega Monte Bove Sud al Pizzo Berro 

Forca della Cervara
Ripida salita dalla Forca della Cervara alla ferrata del Pizzo Berro
Ripida salita dalla Forca della Cervara alla ferrata del Pizzo Berro
Ripida salita dalla Forca della Cervara alla ferrata del Pizzo Berro
Ripida salita dalla Forca della Cervara alla ferrata del Pizzo Berro

Ferrata del Pizzo Berro 
Ferrata del Pizzo Berro
Ferrata del Pizzo Berro 
Fine della ferrata
Sulla cima del Pizzo Berro (alle nostre spalle il monte Priora)
Sulla cima del Pizzo Berro (alle nostre spalle il monte Priora)

Monte Priora visto dal Pizzo Berro
Proseguiamo con il crinale nord del Pizzo Berro.
Proseguiamo con il crinale nord del Pizzo Berro.
Proseguiamo con il crinale nord del Pizzo Berro.
Proseguiamo con il crinale nord del Pizzo Berro.

Panorama dalla Forcella Angagnola
Panorama dalla Forcella Angagnola

Da forcella Angagnola scendiamo nella Val di Panico con il CAI 275
Da forcella Angagnola scendiamo nella Val di Panico con il CAI 275
Nella Val di Panico con il CAI 275
Nella Val di Panico 
Nella Val di Panico 

Sorgenti di Panico 
Sorgenti di Panico
Deviazione q.1255 (Lasciamo la forestale e andiamo a sinistra su largo sentiero in leggera salita, dopo pochi minuti oltrepassiamo un casotto in lamiera con tetto spiovente) 
Deviazione q.1255 (Lasciamo la forestale e andiamo a sinistra su largo sentiero in leggera salita, dopo pochi minuti oltrepassiamo un casotto in lamiera con tetto spiovente) 
Sentiero
La Madonnella

Nessun commento:

Posta un commento