giovedì 16 maggio 2013

Monti Corchia e Freddone (EE)

Salita al monte Corchia q.1677 dal Canale del Pirosetto,ritorno per il rifugio Del Freo e deviazione fino la vetta di monte Freddone con la via normale.

DATA:17 maggio 2010

PARTENZA:Con l’autostrada  A12  Pisa-La Spezia si esce al casello di Versilia seguendo le indicazioni per Forte dei Marmi, Querceta fino a Seravezza. Da Seravezza poi prosegue in direzione di Stazzema con la SP.9 fino al bivio con la SP.10 dove la prendiamo a sinistra, indicazioni per il paese di Levigliani che oltrepassiamo e dopo 2 km esatti ad un bivio saliamo a destra per stradina che in 6 km arriva al Passo Croce ( 20 km dalla piazza di Seravezza).


Visualizza Monti Corchia e Freddone in una mappa di dimensioni maggiori




Stralcio della cartografia interattiva del sito http://www.webmapp.it


ITINERARIO:  Passo Croce q.1147 (Oltrepassiamo di alcune decine di metri il passo Croce dove sono situati un cippo in marmo e una marginetta fino al bivio della strada e termine dell’asfaltata. Prendiamo la carrozzabile a destra in salita che porta alla cava del monte Corchia ma che lasciamo immediatamente per salire per traccia subito dietro la sbarra di ferro. Il sentierino ben marcato ma non segnato corre parallelo alla sottostante carrozzabile)        Carrozzabile q.1297 ( Il sentierino s’innesta di nuovo sulla stessa carrozzabile appena sotto un grande ripetitore verde visibile da lontano, ora andiamo a destra)        Deviazione q.1308 ( Poche decine di metri prima della galleria lasciamo la carrozzabile di servizio alla cava e saliamo a sinistra per ripida traccia al soprastante promontorio, poi si prosegue a destra per crinaletto erboso fino alla base dei Torrioni del Corchia. Alcuni sbiaditi segni blu)    –    Torrioni del Corchia q.1385 (Siamo alla base dei Torrioni del Corchia e precisamente sotto il secondo. Ora andiamo a destra per buona traccia fino a portarci fra il 3° e il 4° dove un ulteriore proseguimento non sarebbe possibile, quindi d’obbligo s’incomincia a salire ripidamente ma senza difficoltà nel Canale del Pirosetto, uno stretto passaggio tra le pareti di roccia. Segni blu. All’uscita dallo stretto canale dopo dieci minuti  e a circa 1440 m la traccia curva a sinistra in piano attraversando una piccola cresta, poi inizia a curvare a destra e a salire al crinale sommitale)       Crinale q.1500 (Siamo sulla vetta tra il 3° e il 4° torrione, seguiamo la buona traccia per crinale erboso a sinistra che inizia a salire poi vira a destra in direzione dell’ante cima del Corchia)     –     Cima q.1630 ( Precede la cima principale del Corchia. Ora si prosegue per crinale in direzione est scendendo verso un piccolo promontorio e alla sella ormai devastata da una cava che divide la Cima q.1630 dal monte Corchia)            Monte Corchia q.1677 (Croce di vetta. Si prosegue per crinale in discesa in direzione sud/est ora segnato dal CAI puntando verso lo “scheletro” del bivacco Lusa-Lanzoni)          Bivacco Lusa-Lanzoni q.1640 ( Rudere. Si continua per crinale in discesa)        Capanno q.1490 (Capanno in sasso utile solo in caso di pioggia. Ci rimane sulla sinistra a pochi metri ,si prosegue per crinale sempre in direzione sud-est)     –     Bivio q.1275 (Alla fine della ripida discesa dal crinale. Innesto su largo sentiero e cartello: a sinistra si arriva a una vecchia cava, noi a destra sempre per sentiero CAI)          Deviazione q.1255 ( Il sentiero CAI poche decine di metri prima di arrivare ad una teleferica curva a gomito a sinistra scendendo nel prato)         Rifugio del Freo q.1200 ( Pochi metri prima del rifugio saliamo a sinistra con il CAI 129 che s’inoltra verso il bosco. Cartelli.)       Bivio q.1341 (Attenzione, il CAI 129 sale ripido a sinistra mentre dritto prosegue il sentierino ora non segnato)           Rudere q.1357 ( E’ rimasto in piedi solo un muro)          Mulattiera q.1319 ( Innesto su larga mulattiera o ex stradella marmifera. A sinistra si sale alle ex cave di Retro Corchia, noi per CAI 129 che scende a destra)    –    Fociomboli q.1280 (Cartelli e bivio: a sinistra carrozzabile, noi a destra per largo CAI 11 in leggera discesa)       Deviazione q.1268 ( Dopo poche decine di metri da Fociomboli arriviamo a una “marginetta”, quindi lasciamo il CAI 11 e saliamo a sinistra dietro di essa per buona traccia. Segni blu)            Monte Freddone q.1477 ( La parte finale della traccia che porta alla vetta è per ripido canalone erboso. Croce e panorama a 360°, torniamo sui nostri passi)          Deviazione q.1268            Fociomboli q.1280 ( Ora si prosegue con la carrozzabile)         Bivio q.1232 (Sulla destra della carrozzabile e a pochi metri più in basso c’è una marginetta con il CAI 129  per Campanice, noi dritto)    Marginetta q.1153 ( Situata sul lato destro della carrozzabile che in questo tratto è asfaltata) –  Passo Croce q.1147.

DISLIVELLO TOTALE: 1100 m
QUOTA MASSIMA: 1677 m
LUNGHEZZA:11 km
  DIFFICOLTA: EE
 

NOTE:








Sentieri



- Il sentiero dal bivio del Passo Croce ( partenza) alla Carrozzabile q.1297 (tabellone verde) non è segnato ma è evidente.

- Segni blu per l’avvicinamento e la salita del Canale del Pirosetto fino a Monte Corchia.

- Da Monte Corchia al Rifugio del Freo attraverso il Bivacco Lusa-Lanzoni  la discesa è segnata dal CAI.

- Il CAI 129 dal Rifugio del Freo a Fociomboli dopo alcuni tratti iniziali panoramici verso la Pania, si svolge completamente nel bosco.

- La salita dalla marginetta posta sul CAI 11 fino alla vetta di Monte Freddone è per buona traccia con recenti segni blu. Si svolge in falsopiano nel bosco e aggira da destra, est, tutto il crinale iniziale, poi arrivati sotto la cima inizia la ripida risalita per largo canale erboso.  



Fonti
- Fonte al Rifugio del Freo.









Curiosità

Bivacco Lusa-Lanzoni
Costruito nel 1978 interamente a Faenza (RA) e montato sul posto a poca distanza dalla vetta del monte Corchia ad uso “capanna speleologica” per dare riparo agli speleologi in visita al vicino Abisso Fighiera dalla sezione speleo di Faenza .Dedicata alla memoria di Antonio Lusa di Faenza, morto nel 1977 e di Ennio Lanzoni di Imola, morto nel 1976. Il bivacco è stato bruciato da vandali nel 1994 dopo la chiusura temporanea delle cave dei Tavolini da parte della magistratura nell’aprile dello stesso anno, nell’ambito della “guerra” tra cavatori e speleologi, dell’atto furono sospettati i cavatori del vicino paese di Levigliani. Non fu più ricostruito.
Marginetta
La marginetta è una maestà con funzione anche di riparo per il viandante e per gli animali domestici che, secondo la transumanza, si portavano sugli alpeggi; era ricovero temporaneo degli attrezzi contadini, ma, soprattutto, era luogo di preghiera del singolo come della collettività che...in particolari ricorrenze, la adornava di fiori e la rischiarava con il lume delle candele o col fioco lumino ottenuto dalle chiocciole svuotate e riempite d’olio. La maestà  oltre la funzione di evidenziare i confini e i limiti, assumeva il ruolo di tutela della casa, della stalla, del podere, della fonte rivestendoli quasi di un  manto di sacralità.
  
 

TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Passo Croce
0,00
Bivio q.1341
2,35
Carrozzabile q.1297
0,18
Rudere q.1357
3,00
Deviazione q.1308
0,20
Mulattiera q.1319
3,08
Torrioni del Corchia
0,28
Fociomboli
3,13
Crinale q.1500
0,42
Deviazione q.1268
3,14
Cima q.1630
0,58
Monte Freddone
3,58
Monte Corchia
1,15
Deviazione q.1268
\
Bivacco Lusa-Lanzoni
1,20
Fociomboli
4.38
Capanno q.1490
1,36
Bivio q.1232
4.43
Bivio q.1275
2,00
Marginetta q.1153
4.56
Deviazione q.1255
2,03
Passo Croce
5.02
Rifugio del Freo
2,10





Passo Croce q.1147 
Passo Croce q.1147 
Prendiamo la carrozzabile a destra in salita che porta alla cava del monte Corchia ma che lasciamo immediatamente per salire per traccia subito dietro la sbarra di ferro
Sentierino che sale dal Passo Croce
Sentierino che sale dal Passo Croce : arco naturale
Carrozzabile q.1297 ( Il sentierino s’innesta di nuovo sulla stessa carrozzabile appena sotto un grande ripetitore verde

Carrozzabile q.1297 
Deviazione q.1308 : poche decine di metri prima della galleria lasciamo la carrozzabile di servizio alla cava e saliamo a sinistra per ripida traccia al soprastante promontorio …. 
Deviazione q.1308 : poche decine di metri prima della galleria lasciamo la carrozzabile di servizio alla cava e saliamo a sinistra per ripida traccia al soprastante promontorio …. 
  ….. poi si prosegue a destra per crinaletto erboso fino alla base dei Torrioni del Corchia
Torrioni del Corchia q.1385 (Siamo alla base dei Torrioni del Corchia e precisamente sotto il secondo. Ora andiamo a destra per buona traccia fino a portarci fra il 3° e il 4° ) 
Torrioni del Corchia q.1385 (Siamo alla base dei Torrioni del Corchia e precisamente sotto il secondo. Ora andiamo a destra per buona traccia fino a portarci fra il 3° e il 4° ) 




Canale del Pirosetto
Canale del Pirosetto
Canale del Pirosetto
Canale del Pirosetto
Canale del Pirosetto
All’uscita dal Canale del Pirosetto andiamo per traccia a sinistra

La traccia che all’uscita dello stretto canale porta al crinale sommitale a q.1500
La traccia che all’uscita dello stretto canale porta al crinale sommitale a q.1500
La traccia che all’uscita dello stretto canale porta al crinale sommitale a q.1500
La traccia che all’uscita dello stretto canale porta al crinale sommitale a q.1500
Le pareti dei Torrioni
Le pareti dei Torrioni

Sul crinale q.1500 sopra al 3° e 4° Torrione 
Panorama dal crinale q.1500
Crinale verso la Cima q.1630
Salita finale verso la Cima q.1630
Cima q.1630
Discesa dalla Cima q.1630 verso la vetta del Corchia


Salita a monte Corchia dalla sella che lo divide dall’ante cima q.1630

Panorama dalla vetta del monte Corchia sul percorso appena fatto

Il monte Corchia e la cava sotto la sella
visti dall’ante cima q.1630
Primo piano della cava sotto il monte Corchia
Salita al monte Corchia
Salita al monte Corchia
Monte Corchia q.1677
Monte Corchia q.1677

Discesa dal monte Corchia verso il Bivacco
Arrivo al Bivacco Lusa-Lanzoni
al Bivacco Lusa-Lanzoni
al Bivacco Lusa-Lanzoni
al Bivacco Lusa-Lanzoni
Il crinale che scende dal Corchia

Arrivo al Capanno q.1490
al Capanno q.1490
Vista sul sottostante rifugio Del Freo
Discesa finale dopo il Capanno q.149
Discesa finale dopo il Capanno q.1490
Deviazione q.1255
( Il sentiero CAI poche decine di metri prima di arrivare ad una teleferica curva a gomito a sinistra scendendo nel prato)     

Rifugio Del Freo
Rifugio Del Freo
Rifugio Del Freo
Rifugio Del Freo
Tratto iniziale del CAI 129
Tratto iniziale del CAI 129

Sul CAI 129
Sul CAI 129 : rudere q.1357
Mulattiera ex marmifera q.1319
Arrivo a Fociomboli con la mulattiera ex marmifera
Fociomboli
Cartelli a Fociomboli

Deviazione q.1268 alla marginetta 
Interno della marginetta
Deviazione q.1268 alla marginetta 
Sentierino per monte Freddone dalla marginetta q.1268
Sentierino per monte Freddone dalla marginetta q.1268
Sentierino per monte Freddone : ripida salita finale

Monte Freddone
Monte Freddone
Monte Freddone
Monte Freddone
Ritorno per la carrozzabile Fociomboli – passo Croce
Marginetta q.1153


Monte Altissimo e la Cava di Cervaiole

Monte Sumbra
La Pania della Croce e il Pizzo delle Saette

Nessun commento:

Posta un commento