venerdì 17 maggio 2013

Tra Palazzuolo e Casetta di Tiara (E-EE)

Lunga escursione per sentieri CAI tra Emilia Romagna e Toscana da Palazzuolo sul Senio (Quadalto) a Casetta di Tiara.

DATA: 22 novembre 2009

PARTENZA: Da Palazzuolo sul Senio (sul confine tra Toscana ed Emilia Romagna) si prosegue per circa 2 km in direzione del Passo della Sambuca e oltrepassata la frazione di Quadalto si volta a destra (indicazioni per Piedimonte) fino al bivio dopo 700 m dove lasciamo l’auto.


Visualizza Tra Palazzuolo e Casetta di Tiara in una mappa di dimensioni maggiori


ITINERARIO:  Partenza q.495 ( Bivio: prendiamo la stradina asfaltata a destra con ponte sul Fosso del Campanaro che è CAI 607)    –     Casa q.581 (Casa abitata e fine asfaltata, il CAI 607 prosegue in salita per sterrata)       Casa q.608 (Casa ristrutturata)    –     Bivio q.636 ( Teniamo la sterrata a destra CAI 607)       Bivio q.689 (A sinistra stradello di accesso a una casa, noi dritto in salita)     –    Campanara q.710 (Vecchia chiesa abbandonata e casa adiacente abitata da una comunità. La oltrepassiamo e dopo due minuti al bivio teniamo la sterrata a sinistra sempre CAI 607)       Casa q.727 ( Vecchia casa abitata da una comunità)       Bivio q.762 (A sinistra largo sentiero in discesa, noi dritto in salita per sterrata CAI 607)        Incrocio q.800 ( Innesto sulla carrozzabile. Andiamo a sinistra e dopo poche decine di metri al bivio teniamo la sterrata a sinistra CAI 607, dritto si proseguirebbe per Vecchiana. Cartelli)    –     Montagnana q.852 ( Rudere di una grande casa all’interno di una recinzione)       Bivio q.911 (A destra largo sentiero in discesa, noi dritto per CAI 607)       Crinale q.1052 ( Tra Poggio Roncaccio e Cimone della Bastia. Innesto sul CAI 701, andiamo a sinistra) – Bivio q.1023 (Innesto sterrata e paletto verde con indicazioni. Andiamo a destra in ripida discesa per CAI GEA SOFT in direzione di Casetta di Tiara)        Rudere q.967        Campo Rinaldi q.862 ( Ruderi di case)       Mengacci q.802 (Casa abbandonata)    –     Cappella q.959 ( La sterrata inizia a scendere ripidamente)       Bivio q.710 (Sulla curva a gomito. Dritto in piano largo sentiero, noi a destra in ripida discesa sempre per sterrata CAI GEA SOFT)      Casa q.673 (Casa abitata, ora si prosegue per la carrozzabile di accesso)        Casetta di Tiara q.640 (Andiamo per asfaltata a sinistra verso il paese, arrivati alla chiesa sul suo lato sinistro scende nel bosco il sentierino CAI GEA SOFT)      Porcia q.520 (Nucleo di vecchie case usate per le vacanze, l’arrivo è preceduto da una maestà. Il CAI GEA SOFT scende passando tra le case sotto le quali c’è un prato e lo stradello di accesso che prendiamo)     –     Torrente Rovigo q.472 (Si prosegue dalla parte opposta con vecchio ponticello o facile guado)       Bivio q.478 (Forestale,innesto sul CAI 711, andiamo a sinistra)       Bivio q.480 (A pochi metri dal precedente. A sinistra in discesa la forestale guada il Torrente Rovigo, noi a destra in salita per largo CAI 711)        Deviazione q.480 (Lasciamo il largo sentiero e ci portiamo sulla riva opposta del Torrente Rovigo grazie ad un ponticello, a poca distanza c’è il grande nucleo del Molino di Lastra. Da qui il CAI 711 prosegue sempre per largo sentiero parallelo al corso dell’acqua che ora ci rimane alla nostra destra)        Deviazione q.513(Il largo sentiero curva a sinistra alla casa di Val Coloreta, noi dritto per sentierino in salita CAI 711)       Bivio q.566 ( Lasciamo il CAI 711  che prosegue verso le Cascate del Rovigo e saliamo ripidamente a sinistra per sentierino CAI 741)       Bivio q.581 ( Dopo tre minuti il CAI 741 si biforca, roccia sospesa tra gli alberi. A destra porta a Ca’ Valcavaliera, noi a sinistra)       Rovighello q.765 (Ruderi)      –     Pian d’Aiara q.871 (Complesso di case in rovina. Innesto sulla forestale, il CAI 741 prosegue a destra in salita)     –     Ca’ di Cicci q.915 (Piccola casa in punto panoramico adibita a ricovero con tavolo e camino. Sempre aperto)        Bivio q.940 (Cartelli. A destra in discesa sentiero CAI 739, indicazione per I Diacci, noi dritto per forestale CAI 741)      Bivio q.1014 (Innesto sul CAI 701, andiamo per forestale a destra)        Deviazione q.1027 (Sulla curva a gomito lasciamo la forestale CAI 701 e saliamo per ripido sentiero CAI 607 a sinistra tra gli alberi)    -    Punto alto q.1096 ( Ora il CAI 607 scende ripidamente nel bosco ,poi se ne esce e continua per crinale panoramico )         Capanno q.596 (Basso e piccolo capanno da caccia in pietra)   Vignola q.574 (Casa ristrutturata. Ora si prosegue per carrozzabile)          Piedimonte q.555 ( Bella la chiesa di San Pietro. Innesto sull’asfaltata, andiamo a sinistra)        Arrivo q.495.
 
DISLIVELLO TOTALE: 1280 m
QUOTA MASSIMA: 1096 m
LUNGHEZZA: 22,6 km
 DIFFICOLTA: E-EE
 
NOTE  :






Sentieri



 - Numerosi ruderi di case si incontrano nell’escursione.

 - Piccolo sentierino nel bosco CAI GEA SOFT che scende dietro la chiesa di Casetta di Tiara verso il torrente Rovigo passando da Porcia. 

 - Piccolo e ripido sentierino nel fitto bosco CAI 741 che sale dal Bivio q.566 fino alle case di Pian d’Aiara, fare attenzione ai segni CAI. 

 - Bella e lunga la discesa con il CAI 607 che dopo il tratto iniziale nel bosco prosegue per crinale. 

 - Carta topografica scala 1:25000  Alto Mugello (MULTIGRAPHIC foglio 25)



 
TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Partenza q.495
0,00
Porcia q.520
2,48
Casa q.581
0,23
Torrente Rovigo q.472
2,52
Casa q.608
0,26
Bivio q.478
2,53
Bivio q.636
0,29
Bivio q.480
2,54
Bivio q.689
0,40
Deviazione q.480
2,57
Campanara
0,42
Deviazione q.513
/
Casa q.727
0,46
Bivio q.566
3,23
Bivio q.762
0,51
Bivio q.581
3,26
Incrocio q.800
0,57
Rovighello
3,55
Montagnana
1,06
Pian d’Aiara
4,28
Bivio q.911
1,18
Ca’ di Cicci
4,43
Crinale q.1052
1,40
Bivio q.940
4,48
Bivio q.1023
1,49
Bivio q.1014
4,58
Rudere q.967
1,53
Deviazione q.1027
5,07
Campo Rinaldi
2,05
Punto alto q.1096
/
Mengacci
2,13
Capanno q.596
6,30
Cappella q.959
2,20
Vignola
6,34
Bivio q.710
2,24
Piedimonte
6,37
Casa q.673
2,27
Arrivo q.495
6,50
Casetta di Tiara
2,30





Partenza q.495
Casa q.581 (Casa abitata e fine asfaltata, il CAI 607 prosegue in salita per sterrata)
Casa q.608 (Casa ristrutturata)
Bivio q.636
La chiesa di Campanara
La chiesa di Campanara ( interno)

La chiesa di Campanara
La chiesa di Campanara
Casa q.727 (Vecchia casa abitata da una comunità)    
Lasciamo la Casa q.727    
Dalla Casa q.727 verso Montagnana
Arrivo a Montagnana

Montagnana q.852
Sul CAI 607 che da Montagnana sale al Crinale q.1052
Sul CAI 607 che da Montagnana sale al Crinale q.1052
Crinale q.1052 ( Tra Poggio Roncaccio e Cimone della Bastia. Innesto sul CAI 701, andiamo a sinistra)
Mucche sul CAI 701
Bivio q.1023 (Innesto sterrata e paletto verde con indicazioni

Discesa con il CAI GEA SOFT dal Bivio q.1023
 verso Casetta di Tiara
Rudere q.967
Campo Rinaldi q.862 (Ruderi di case)
Campo Rinaldi q.862 (Ruderi di case)
Mengacci q.802 (Casa abbandonata)
Cappella q.959

Cappella q.959
Casetta di Tiara
Casetta di Tiara
Rosone della chiesa di Casetta di Tiara
La chiesa di Casetta di Tiara
La chiesa di Casetta di Tiara

In ricordo dei caduti della guerra
Casetta di Tiara : arrivati alla chiesa sul suo lato sinistro scende nel bosco il sentierino CAI GEA SOFT
Il sentierino CAI GEA SOFT che scende da Casetta di Tiara.
Il sentierino CAI GEA SOFT che scende da Casetta di Tiara : formella nella roccia 
Maestà che precede l’arrivo a Porcia
Maestà che precede l’arrivo a Porcia

Porcia q.520
Porcia q.520
Porcia q.520
Lasciamo Porcia q.520
Torrente Rovigo q.472 (Si prosegue dalla parte opposta con vecchio ponticello o facile guado)
Il grande nucleo del Molino di Lastra

Deviazione q.480 (Lasciamo il largo sentiero e ci portiamo sulla riva opposta del Torrente Rovigo grazie ad un ponticello, a poca distanza c’è il grande nucleo del Molino di Lastra
Rovighello q.765 (Ruderi)
Rovighello q.765 (Ruderi)
Rovighello q.765 (Ruderi)
CAI 741 dopo Rovighello
Arrivo a Pian d’Aiara q.871

Pian d’Aiara q.871
Pian d’Aiara q.871
Pian d’Aiara q.871
Pian d’Aiara q.871
Il CAI 741 tra Pian d’Aiara e Cà di Cicci
Arrivo a Cà di Cicci

Ca’ di Cicci q.915 (Piccola casa in punto panoramico adibita a ricovero con tavolo e camino. Sempre aperto)
Ca’ di Cicci q.915 (Piccola casa in punto panoramico adibita a ricovero con tavolo e camino. Sempre aperto)
Bivio q.940 (Cartelli. A destra in discesa sentiero CAI 739, indicazione per I Diacci, noi dritto per forestale CAI 741)    
Bivio q.1014
(Innesto sul CAI 701, andiamo per forestale a destra)        
Deviazione q.1027 (Sulla curva a gomito lasciamo la forestale CAI 701 e saliamo per ripido sentiero CAI 607 a sinistra tra gli alberi)    
Punto alto q.1096 (Ora il CAI 607 scende ripidamente nel bosco )

Punto alto q.1096 ( Ora il CAI 607 scende ripidamente nel bosco ,poi se ne esce e continua per crinale panoramico )
Sul CAI 607 che scende per crinale verso Piedimonte
Sul CAI 607 che scende per crinale verso Piedimonte
Sul CAI 607 che scende per crinale verso Piedimonte
Vignola q.574
(Casa ristrutturata. Ora si prosegue per carrozzabile)
Vignola q.574 ( immagine sacra )

La chiesa di Piedimonte















Nessun commento:

Posta un commento