martedì 7 luglio 2015

Punta Questa (EE)

Via normale di salita a Punta Questa nelle alpi Apuane

DATA: 30 maggio 2015

PARTENZA: Con l’autostrada A15 Parma-La Spezia, usciamo al casello di Aulla e prendiamo la SS.63 seguendo le indicazioni per Fivizzano arrivando al paese di Rometta, lo attraversiamo e dopo 1,5 km voltiamo a destra (12,5 km da Aulla) dove troviamo i cartelli per Vinca. Oltrepassiamo i paesi di Cassano, Gragnola, Monzone fino ad arrivare a Vinca e all’entrata dell’abitato, teniamo la stradina a destra che bypassa le case da sotto, quindi proseguiamo finché, non notiamo sulla nostra sinistra la piccola cappella e la statua della Madonna dei Cavatori di Vinca (circa 30 km da Aulla), continuiamo sulla stradina asfaltata in stato di abbandono e in pessimo stato fino al termine dopo circa 2 km.






Stralcio della mappa interattiva webmapp tratta dal sito http://www.webmapp.it/

ITINERARIO: Partenza q.928 (Al termine della stradina asfaltata, dritto un ponticello attraversa un fosso d’acqua e inizia un largo tracciato, noi risaliamo il sentierino CAI 153 a sinistra nel bosco, cartello)        Rudere q.998         Bivio q.1025 (Al termine della salita usciamo dal bosco e ci innestiamo in un sentiero sassoso, a sinistra è CAI 38, noi andiamo a destra che è sempre CAI 38 in comune con il CAI 153)        Bivio q.1050 (Cartelli: dritto in piano prosegue il CAI 38 che sarà il nostro ritorno, risaliamo a sinistra tenendo il CAI 153, indicazioni per Capanna Garnerone)        Rudere q.1095       Capanna Garnerone q.1260 (Grande edificio di legno situato in un bosco di conifere in località Fonte della Vacchereccia, l’oltrepassiamo e dopo poche decine di metri c’è il bivio: a sinistra a ritroso è CAI 37, noi andiamo dritto sul CAI 153)          Bivio q.1290 (Il sentiero CAI si biforca: dritto a destra è senza numerazione, noi teniamo il CAI 153 dritto a sinistra in salita)         Foce di Rasori q.1317 (Usciamo dal bosco e siamo sulla verde sella di crinale con cartelli CAI: a destra in discesa rientra nel bosco un vecchio sentiero di raccordo al CAI 38, a destra in salita è CAI 37/CAI 173 per Foce di Navola, noi andiamo a sinistra sul CAI 168/CAI 186 a mezzacosta)       Piazzola elicottero q.1332 (In uno spallone erboso è situato il punto per l’atterraggio di elicotteri. Biforcazione e cartelli assenti: dritto a sinistra in salita prosegue il CAI 186 costeggiando la macchia boschiva verso la Finestra del Grondilice , noi andiamo dritto a destra tenendo il CAI 168 a mezzacosta che aggira la testa della vallata su esile sentierino, segni poco evidenti)         Deviazione q.1325 (Dopo circa otto minuti dalla piazzola, lasciamo il CAI 168 che in breve inizia a scendere verso il Canale del Fondone, andiamo dritto a sinistra in leggera salita, direzione est, con esile sentierino analogo al CAI 168 che stavamo percorrendo, scritta “Punta Questa” su di un sasso al bivio, in seguito abbondanti segni rossi indicano la via)        Forcella q.1470 (Il sentierino passa sotto il versante ovest del Torrione Figari, ignoriamo un paio di canalini che scendono dalla nostra sinistra, e arriviamo a una scritta su una roccia che indica “Punta Questa”, quindi iniziamo a risalire ripidamente il canalino che separa Torrione Figari da Punta Questa, i segni rossi sono assenti, e arriviamo allo stretto intaglio, passaggi di primo grado, ora risaliamo a destra a zig-zag il ripido pendio erboso)     –    Punta Questa q.1524 (Risalito il ripido pendio erboso si arriva alla sella con un masso sospeso che separa la cima bifida di Punta Questa, quella più alta è a destra, ovest, e ci arriviamo immediatamente facendo attenzione al facile ma esposto passaggio su roccia, una scritta con vernice indica la vetta, ora torniamo sui nostri passi)       Forcella q.1470 (Dalla forcella c’è la possibilità di preparare una calata in corda doppia per superare in sicurezza i primi metri iniziali, passaggio sdrucciolevoli di 1°+)        Deviazione q.1325    –    Piazzola elicottero q.1332        Foce di Rasori q.1317 (Ora proseguiamo tenendo il CAI 37/CAI 173 in leggera salita)    –    Foce di Navola q.1293 (Bivio, cartelli assenti: il CAI 37 attraversa uno stretto passaggio di roccia e inizia a scendere nella vallata del Canale di Regolo, sud, noi teniamo il CAI 173 che mantiene la direzione ovest in falsopiano nel bosco stando poco sotto il crinale, alcuni passaggi attrezzati utili come corrimano)       Foce di Vinca q.1333 (Cartelli assenti, scritta sulla roccia: a sinistra, sud, scende nella vallata il CAI 38 per Foce Luccica e Colonnata, noi teniamo il CAI 173 che scende a destra sempre stando all’interno del bosco, direzione nord)       Bivio q.1275 (Cartelli assenti: a sinistra prosegue il CAI 173 che in breve esce dal bosco e attraversa detriti di roccia, teniamo il CAI 38 a destra, est)        Bivio q.1218 (Arriviamo a una piccola piazzola, cartelli assenti: a sinistra c’è un sentiero CAI senza numerazione di raccordo al CAI 173, noi proseguiamo ora in discesa su largo sentiero forestale CAI 38)        Bivio q.1050 (Chiudiamo l’anello, nella parte finale il sentiero forestale CAI 38 è un po’ infrascato, ora ripercorriamo il tragitto fatto in mattinata)     –     Bivio q.1025         Rudere q.998        Arrivo q.928.


DISLIVELLO TOTALE: 700 m
QUOTA MASSIMA: Punta Questa q.1524
LUNGHEZZA: 18 km
DIFFICOLTA: EE


NOTE:




Sentieri



- Nel giugno 2015 è stata inaugurata la nuova struttura di legno del rifugio Capanna Garnerone che ha sostituito il vecchio prefabbricato di metallo arancione.
- Il canalino che risale da Forcella q.1470 tra il Torrione Figari e Punta Questa è ripido e sdrucciolevole, verso la fine c’è qualche passaggio di primo grado, per la discesa c’è la possibilità di allestire una corda doppia per superare in sicurezza i primi venti metri (bastano due corde da 30 m o una da 60).
- Da Foce di Rasori c’è un bel panorama verso est sull’itinerario che dobbiamo fare, il Torrione Figari che ha un caratteristico macigno sulla cima e Punta Questa situata alla sua destra.


Fonti
- Fonte della Vaccareccia a Capanna Garnerone.
 

TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Partenza q.928
0,00
Forcella q.1470
/
Rudere q.998
0,08
Deviazione q.1325
/
Bivio q.1025
0,12
Piazzola elicottero
/
Bivio q.1050
0,15
Foce di Rasori
2,40
Rudere q.1095
0,20
Foce di Navola
2,55
Capanna Garnerone
0,37
Foce di Vinca
3,12
Bivio q.1290
0,43
Bivio q.1275
3,20
Foce di Rasori
0,47
Bivio q.1218
3,28
Piazzola elicottero
0,50
Bivio q.1050
3,59
Deviazione q.1325
0,58
Bivio q.1025
/
Forcella q.1470
1,38
Rudere q.998
/
Punta Questa
1,45
Arrivo q.928
4,10
 




Partenza q.928 (Al termine della stradina asfaltata, dritto un ponticello attraversa un fosso d’acqua e inizia un largo tracciato, noi risaliamo il sentierino CAI 153 a sinistra nel bosco, cartello)   
Partenza q.928 (Cartello)   
CAI 153
Rudere q.998    
Panorama sul monte Sagro dal CAI 153

Bivio q.1050 (Cartelli: dritto in piano prosegue il CAI 38 che sarà il nostro ritorno, risaliamo a sinistra tenendo il CAI 153, indicazioni per Capanna Garnerone)   
Rudere q.1095   
CAI 153
CAI 153
Capanna Garnerone
Bivio q.1290 (Il sentiero CAI si biforca: dritto a destra è senza numerazione, noi teniamo il CAI 153 dritto a sinistra in salita)  

Da Foce di Rasori c’è un bel panorama verso est sull’itinerario che dobbiamo fare, il Torrione Figari che ha un caratteristico macigno sulla cima e Punta Questa situata alla sua destra.
Zoomata da Foce di Rasori sul Torrione Figari che ha un caratteristico macigno sulla cima e Punta Questa situata alla sua destra.
Lasciamo Foce di Rasori

Il monte Grondilice sopra di noi dalla piazzola elicottero
Dalla piazzola elicottero teniamo il CAI 168 a mezzacosta che aggira la testa della vallata su esile sentierino
Dalla piazzola elicottero teniamo il CAI 168 a mezzacosta che aggira la testa della vallata su esile sentierino
Deviazione q.1325
(Dopo circa otto minuti dalla piazzola lasciamo il CAI 168, scritta “Punta Questa” su di un sasso al bivio)   
Andiamo dritto a sinistra in leggera salita, direzione est, con esile sentierino analogo al CAI 168

Sul sentierino che conduce a Punta Questa
Sul sentierino che conduce a Punta Questa
Sul sentierino che conduce a Punta Questa
Sul sentierino che conduce a Punta Questa
Non siamo soli…

Sul sentierino che conduce a Punta Questa
Arriviamo a una scritta su una roccia che indica “Punta Questa”, quindi iniziamo a risalire ripidamente il canalino che separa Torrione Figari da Punta Questa
Iniziamo a risalire ripidamente il canalino che separa Torrione Figari da Punta Questa, i segni rossi sono assenti.
Risaliamo ripidamente il canalino che separa Torrione Figari da Punta Questa, i segni rossi sono assenti.
Risaliamo ripidamente il canalino che separa Torrione Figari da Punta Questa, i segni rossi sono assenti.
Risaliamo ripidamente il canalino che separa Torrione Figari da Punta Questa, i segni rossi sono assenti.

Risaliamo ripidamente il canalino che separa Torrione Figari da Punta Questa, i segni rossi sono assenti.
Forcella q.1470 (Arriviamo allo stretto intaglio che separa Torrione Figari da Punta Questa )
Forcella q.1470 (Arriviamo allo stretto intaglio che separa Torrione Figari da Punta Questa )
Dalla Forcella q.1470 risaliamo a destra a zig-zag
 il ripido pendio erboso
Il caratteristico sasso sulla cima del Torrione Figari
è davanti a noi

Risalito il ripido pendio erboso si arriva alla sella con un masso sospeso che separa la cima bifida di Punta Questa
La cima est è la più bassa di Punta Questa
Punta Questa q.1524 (Dalla sella con un masso sospeso che separa la cima bifida di Punta Questa, quella più alta è a destra, ovest, e ci arriviamo immediatamente facendo attenzione al facile ma esposto passaggio su roccia)   
Punta Questa q.1524
Punta Questa q.1524 (Il panorama è a 360°, ma non oggi, una fitta nebbia ci avvolge)

Forcella q.1470 (Dalla forcella c’è la possibilità di preparare una calata in corda doppia per superare in sicurezza i primi metri iniziali, passaggio sdrucciolevoli di 1°+)   
Calata in corda doppia per superare in sicurezza
i primi metri iniziali
Calata in corda doppia per superare in sicurezza
i primi metri iniziali
Calata in corda doppia per superare in sicurezza
i primi metri iniziali
Siamo tornati di nuovo a Foce di Rasori
Il CAI 37/CAI 173 tra Foce di Rasori e Foce di Navola

Il CAI 37/CAI 173 tra Foce di Rasori e Foce di Navola
Il CAI 37/CAI 173 tra Foce di Rasori e Foce di Navola
La vallata del Canale di Regolo
Il CAI 37/CAI 173 tra Foce di Rasori e Foce di Navola
Foce di Navola
Sul CAI 173 tra la Foce di Navola e la Foce di Vinca

Sul CAI 173 tra la Foce di Navola e la Foce di Vinca
Foce di Vinca
Zoomata dalla Foce di Vinca sul rudere della Casa dei Pisani
Sul largo sentiero forestale CAI 38
Sul largo sentiero forestale CAI 38
Nella parte finale il sentiero forestale CAI 38 è un po’ infrascato




2 commenti:

  1. Davvero un bel giro in ambiente molto particolare e gradevole.... Complimenti...

    RispondiElimina
  2. Grazie Manuel, le Alpi Apuane sono un mondo a parte, le quote modeste non devono trarre in inganno, l'ascesa alle vette non è mai banale e richiede molta esperienza.

    RispondiElimina