sabato 23 aprile 2016

Da Campigno alla cascata dell’Acquacheta (E)

Escursione nell'appennino tosco/romagnolo su sentieri CAI partendo dal paese di Campigno fino alla famosa cascata dell'Acquacheta citata da Dante Alighieri nella Divina commedia (Inferno - canto XVI), ritorno dal monte Lavane.

DATA: 30 gennaio 2016

PARTENZA: Usciamo dal paese di Marradi (sulla SP.302 Faenza-Firenze) andando in direzione di Firenze e subito c’è la frazione di Biforco, quindi lasciamo la SP.302 e prendiamo la stradina a sinistra con indicazione per Campigno arrivandoci dopo 7 km, parcheggiamo in prossimità della chiesa.





Per la carta escursionistica scala 1:25000 - 22-Alta Valle del Lamone, si ringrazia l’IstitutoGeografico Adriatico di Longiano    info@iga-cartografia.it - tel. 0547.613109

ITINERARIO: Campigno q.616 (Da Campigno, la stradina prosegue e termina in località Farfareta, noi risaliamo a sinistra dove c’è la chiesa e iniziamo risalendo la stradina asfaltata che gli sta dietro, cartello del CAI 523)        Cimitero q.630      Bivio q.680 (Bivio della stradina asfaltata, dritto è via Magliabecco, noi risaliamo a destra che è via Poggiolo)       Poggiolo q.718 (Vecchie case, termina l’asfaltata, ora il CAI 523 continua su larga mulattiera)       Bivio q.758 (A destra c’è un sentiero abbandonato, stiamo sulla mulattiera CAI 523)        Bivio q.780 (A sinistra dopo il fosso asciutto c’è un sentiero abbandonato, stiamo sulla mulattiera CAI 523 in salita)        Bivio q.885 (A sinistra inizia una sterrata, andiamo dritto in salita e in breve arrivati a un pendio detritico termina la mulattiera, lo risaliamo trasversalmente a destra per traccia e poco sopra il CAI 523 prosegue su sentiero sterrato)    –    Poggio Lagacciolo q.978        Passo Valtorte q.995 (Radura e capanno di caccia, termina il sentiero sterrato, ora il CAI 523 continua nel bosco su sentiero a mezzacosta aggirando il versante nord di Poggio della Vetta)        Taglio della Regina q.1009 (Innesto sulla forestale CAI 555, la prendiamo a sinistra)        Bivio q.998 (Bivio della forestale, a sinistra a ritroso scende nel bosco, noi andiamo dritto sulla forestale principale CAI 555)       Bocchetta del Vento q.969 (Bivio della forestale, a destra curva a gomito e scende, noi andiamo dritto in ripida salita con tratto asfaltato, ma dopo pochi metri lo lasciamo, il CAI 555 prosegue a destra per sentiero nel bosco)        Forestale q.1000 (Il CAI 555 esce dal bosco e prosegue a mezzacosta per esile sentiero fino a raggiungere la dorsale erbosa, a sinistra scende il CAI 521, cartelli, noi ci reinnestiamo invece sulla forestale che è pochi metri sotto e la percorriamo a sinistra)        Cancello q.1046 (Deviazione e cartello: senza oltrepassare il cancello che sbarra la forestale CAI 555, andiamo a destra per sentiero CAI 429 di crinale)       Bivio q.835 (Cartelli assenti: il CAI 429 sta scendendo nel bosco per arrivare a Pian Baruzzoli, a destra inizia il sentiero abbandonato in falsopiano per Ca’ Fontanacce, stiamo sul CAI 429 a sinistra)     –    Pian Baruzzoli q.800 (Complesso di vecchie case abitate, il CAI 429 scende a destra di fronte all’abitazione)       Bivio q.704 (Indicazioni assenti: a sinistra c’è il vecchio sentiero per Ca’ Moncini, stiamo sul CAI 429 a destra)        Bivio q.675 (Innesto sul CAI 407 e punto panoramico sulla grande cascata dell’Acquacheta, andiamo a destra)     -   Cascata q.673 (Cascata minore rispetto quella dell’Acquacheta originata dal Fosso Ca’ del Vento, il CAI 407 guada il corso d’acqua e risale dalla parte opposta)     –    I Romiti q.734 (Bivio al termine della salita e radura, i ruderi delle case sono poco sopra alla nostra sinistra, cartelli: a sinistra il CAI 411 costeggia la radura, noi andiamo a destra con la mulattiera CAI 413 in salita nel bosco)        Il Briganzone q.923 (Ruderi)    –    Fonte q.925 (Tubo con acqua)      Balze di Cornacchia q.1059 (Arriviamo sul crinale delle Balze di Cornacchia, il CAI 413 lo tiene a destra in salita)       Bivio q.1185 (Nella parte finale il CAI 413 lascia il crinale per aggirare nel bosco la cima del monte Lavane fino ad innestarsi in un largo sentiero, a destra scende verso la sottostante forestale, noi lo teniamo a sinistra in salita)     –     Monte Lavane q.1241 (Cippo di ferro sulla vetta, il CAI 413 scende dalla parte opposta)       Crocifisso q.1195 (Crocifisso di legno con libro delle firme a ricordo di un ragazzo, il CAI 413 prosegue dritto a destra in discesa per esile sentiero nascosto dalla vegetazione)      Forestale q.1182 (Innesto sulla forestale, l’attraversiamo e risaliamo dalla parte opposta il verde pendio sul sentiero CAI 533)      Capanna del Partigiano q.1200 (Bivacco in muratura sempre aperto, bivio e cartelli: a sinistra c’è il CAI 533/A per Farfareta, noi prendiamo il CAI 533 sempre per Farfareta e il rifugio Poggio Giuliano)       Deviazione q.1215 (Attenzione, dopo due minuti dritto prosegue il largo tracciato, il CAI 533 invece scende a sinistra nel bosco, cartelli assenti)      Bivio q.1155 (Bivio di sentieri sterrati, continuiamo a scendere con il CAI 533)        Sterrata q.1133 (Al termine della discesa usciamo dal bosco e ci innestiamo sulla sterrata, il CAI 533 la tiene a sinistra in piano)       Rifugio Poggio Giuliano q.1023 (Ignoriamo una sterrata a destra che precede pochi metri prima l’arrivo e siamo al rifugio, un basso edificio in sasso composto da più stanze, sempre aperto e incustodito)      Bivio q.1025 (A destra un largo sentiero conduce a un capanno di caccia, noi teniamo la sterrata CAI 533. In seguito inizia a scendere e si biforca più volte per poi ricongiungersi)      Bivio q.795 (Bivio della sterrata al termine della discesa, andiamo a destra e in breve siamo a Crognole)        Crognole q.775 (Vecchie case ristrutturate, ora si scende su carrozzabile cementata)    –     Bivio q.690 (Bivio in prossimità di una presa d’acqua: dritto la carrozzabile CAI 533 continua in piano e conduce a Farfareta, noi scendiamo a destra su larga sterrata non segnata)        Carrozzabile q.641 (Innesto su carrozzabile all’uscita dal bosco, a sinistra conduce alle visibili case di Farfareta, noi andiamo a destra in discesa)        Asfaltata q.619 (Innesto sulla strada asfaltata Campigno-Farfareta, andiamo a destra)         La Noce q.618 (Località La Noce, bivio: a sinistra scende la stradina asfaltata che è anche CAI AM, cartelli, andiamo dritto su quella principale in piano)      Campigno q.616.

 
DISLIVELLO TOTALE: 1400 m
QUOTA MASSIMA: Monte Lavane q.1241
LUNGHEZZA: 19 km
DIFFICOLTA: E


NOTE:


Sentieri



- Capanna del Partigiano: piccolo casotto di sasso sempre aperto con due posti letto su tavolato, camino, tavolo e sedie.
- Rifugio Poggio Giuliano: basso edificio sempre aperto in muratura composto da diverse stanze, è situato sulla sterrata CAI 533 sotto il Poggio Giuliano. All’interno 10 posti letto su tavolato, camino, tavolo e sedie, in ottime condizioni.



Fonti

- Fonte al Briganzone (poca acqua).
- Fonte q.925 sul CAI 413 dopo pochi minuti avere oltrepassato i ruderi del Briganzone (tubo con acqua).

 

TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Campigno
0,00
Il Briganzone
3,52
Cimitero
/
Fonte q.925
3,56
Bivio q.680
0,07
Balze di Cornacchia
4,12
Poggiolo
0,13
Bivio q.1185
4,42
Bivio q.758
0,19
Monte Lavane
4,47
Bivio q.780
0,23
Crocifisso
4,51
Bivio q.885
0,34
Forestale q.1182
4,57
Poggio Lagacciolo
/
Capanna del Partigiano
5,00
Passo Valtorte
0,51
Deviazione q.1215
5,02
Taglio della Regina
1,05
Bivio q.1155
5,11
Bivio q.998
1,12
Sterrata q.1133
5,13
Bocchetta del Vento
1,18
Rifugio Poggio Giuliano
5,23
Forestale q.1000
1,30
Bivio q.1025
5,26
Cancello q.1046
1,43
Bivio q.795
5,45
Bivio q.835
2,43
Crognole
5,48
Pian Baruzzoli
2,50
Bivio q.690
5,57
Bivio q.704
3,03
Carrozzabile q.641
6,04
Bivio q.675
3,07
Asfaltata q.619
6,06
Cascata q.673
3,11
La Noce
6,07
I Romiti
3,17
Campigno
6,12




Campigno q.616 (Da Campigno, la stradina prosegue e termina in località Farfareta, noi risaliamo a sinistra dove c’è la chiesa)
Campigno q.616 (Da Campigno, la stradina prosegue e termina in località Farfareta, noi risaliamo a sinistra dove c’è la chiesa)
Campigno q.616 (Il circolo di fianco la chiesa)
Cimitero q.630  
Arrivo alle case del Poggiolo q.718
Poggiolo q.718 (Vecchie case)

Poggiolo q.718 (Vecchie case, termina l’asfaltata, ora il CAI 523 continua su larga mulattiera)
Sulla mulattiera CAI 523
Sulla mulattiera CAI 523
Arrivati a un pendio detritico termina la mulattiera, lo risaliamo trasversalmente a destra per traccia e poco sopra il CAI 523 prosegue su sentiero sterrato
Arrivati a un pendio detritico termina la mulattiera, lo risaliamo trasversalmente a destra per traccia e poco sopra il CAI 523 prosegue su sentiero sterrato
Passo Valtorte q.995 (Radura e capanno di caccia)

Dal passo Valtorte termina il sentiero sterrato, ora il CAI 523 continua nel bosco su sentiero a mezzacosta aggirando il versante nord di Poggio della Vetta   
Taglio della Regina q.1009
(Innesto sulla forestale CAI 555, la prendiamo a sinistra)
Sulla forestale CAI 555
Segnalazioni del metanodotto
Segnalazioni del metanodotto
Bocchetta del Vento q.969 (Bivio della forestale, a destra curva a gomito e scende, noi andiamo dritto in ripida salita con tratto asfaltato, ma dopo pochi metri lo lasciamo, il CAI 555 prosegue a destra per sentiero nel bosco)

Cancello q.1046 (Deviazione e cartello: senza oltrepassare il cancello che sbarra la forestale CAI 555, andiamo a destra per sentiero CAI 429 di crinale)
Per sentiero CAI 429 di crinale
Per sentiero CAI 429 di crinale
Il CAI 429 inizia a scendere nel bosco verso Pian Baruzzoli
Il CAI 429 inizia a scendere nel bosco verso Pian Baruzzoli

Il casotto che precede l’arrivo alle case di Pian Baruzzoli
Pian Baruzzoli q.800 (Complesso di vecchie case abitate)
Pian Baruzzoli q.800 (Complesso di vecchie case abitate)
Pian Baruzzoli q.800 (Complesso di vecchie case abitate)

Sul CAI 429 dopo che abbiamo lasciato Pian Baruzzoli
Uno degli abitanti di Pian Baruzzoli
Sul CAI 429
Bivio q.675 (Innesto sul CAI 407 e punto panoramico sulla grande cascata dell’Acquacheta, andiamo a destra)
Tabella

Bivio q.675 (Innesto sul CAI 407 e punto panoramico sulla grande cascata dell’Acquacheta)
Sul CAI 407
Cascata q.673 (Cascata minore rispetto quella dell’Acquacheta originata dal Fosso Ca’ del Vento)
Cascata q.673 (Cascata minore rispetto quella dell’Acquacheta originata dal Fosso Ca’ del Vento)

I Romiti q.734 (Bivio al termine della salita e radura, i ruderi delle case sono poco sopra)
Sulla mulattiera CAI 413 in salita nel bosco

Sulla mulattiera CAI 413 in salita nel bosco 
Sulla mulattiera CAI 413 in salita nel bosco 
Sulla mulattiera CAI 413 in salita nel bosco 

Il Briganzone q.923 (Ruderi)
Il Briganzone q.923 (Ruderi)
Il Briganzone q.923 (Ruderi)   
Il Briganzone q.923 (Ruderi)
Il Briganzone q.923 (Ruderi)

Fonte q.925 (Tubo con acqua)
Balze di Cornacchia q.1059 (Arriviamo sul crinale delle Balze di Cornacchia, il CAI 413 lo tiene a destra in salita)
Monte Lavane q.1241 (Cippo di ferro sulla vetta)
Crocifisso q.1195
Forestale q.1182 (Innesto sulla forestale)
Capanna del Partigiano q.1200
(Bivacco in muratura sempre aperto)

Capanna del Partigiano q.1200
(Bivacco in muratura sempre aperto)
Capanna del Partigiano q.1200 (Cippo)
Capanna del Partigiano q.1200 (Bivio e cartelli: a sinistra c’è il CAI 533/A per Farfareta, noi prendiamo il CAI 533 sempre per Farfareta e il rifugio Poggio Giuliano)
Sterrata q.1133 (Al termine della discesa usciamo dal bosco e ci innestiamo sulla sterrata, il CAI 533 la tiene a sinistra in piano)
Sulla sterrata CAI 533 in vista del rifugio Poggio Giuliano

Rifugio Poggio Giuliano q.1023 (Basso edificio in sasso composto da più stanze, sempre aperto e incustodito)
Rifugio Poggio Giuliano q.1023 (Basso edificio in sasso composto da più stanze, sempre aperto e incustodito)
Rifugio Poggio Giuliano q.1023
Rifugio Poggio Giuliano q.1023
Sulla sterrata CAI 533
Crognole q.775 (Vecchie case ristrutturate)

Crognole q.775 (Vecchie case ristrutturate)
Dalle case di Crognole si scende su carrozzabile cementata
Bivio q.690 (Bivio in prossimità di una presa d’acqua)
Bivio q.690 (Bivio in prossimità di una presa d’acqua: noi scendiamo a destra su larga sterrata non segnata)   





7 commenti:

  1. Peccato per il meteo che probabilmente non rende quanto merita a questa bella passeggiata! Buon week end!

    RispondiElimina
  2. A volte questo tempo nuvoloso con foschia non mi dispiace (se sto percorrendo zone che conosco molto bene) amplificano quell'atmosfera surreale e quel senso di angoscia che mi fanno entrare in un altra dimensione. Il mio rammarico è che le immagini non riescano a raccontare in maniera esauriente l'itinerario a chi non lo conosce. Ciao Manuel

    RispondiElimina
  3. Ciao Christian, complimenti per il blog molto interessante e pieno di informazioni utili..volevo chiederti un'informazione, lungo il CAI 523 che sale da Campigno verso il Passo Valtorte c'è ancora il capanno da caccia aperto chiamato "Capannone" o "Rifugio Rommel"? Volevo usarlo come punto di appoggio ma sono molti anni che non vado e non vorrei fosse stato smontato come altri in zona...
    Grazie mille
    Daniele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniele, sinceramente non l'avevo mai sentito nominare, ma direi che non c'è, nelle relazioni sono sempre molto meticoloso e non l'ho riportato (ma ovviamente posso sempre sbagliare !!). Per altri punti di appoggio puoi usufruire della Capanna del Partigiano sul Lavane e della Capanna di Poggio Giuliano sul CAI 533 (come vedi dalla relazione, ma probabilmente lo sai già)
      Auguri per il tuo giro

      Elimina
    2. Grazie Christian,
      conosco entrambi quelli che hai citato, ma ricordavo di questo capannone bello grande sul 523. Per intenderci è quello che in questa descrizione viene chiamato capanno dei cacciatori http://tracceinappennino.blogspot.com/2010/10/al-monte-lavane.html
      L'ultima volta sono stato nel 2013 e potrebbe essere benissimo che non esista più, per quello chiedevo!
      Ciao
      Daniele

      Elimina
    3. L'escursione di Roberto è del 2010 .... comunque cercando di ricordare nel tempo non mi sembra di averlo mai visto

      Elimina
    4. Io ci son stato nel 2013...può darsi nel frattempo sia stato tolto e le mappe non aggiornate ( vedi ad esempio anche la Baita del Faggino vicino a Poggio Castellina ), comunque ti ringrazio per le preziose informazioni ! Buone escursioni
      Daniele

      Elimina