sabato 6 agosto 2016

Monte Tiravento (da Premilcuore) E

Classico itinerario che dal paese di Premilcuore ci conduce al monte Tiravento caraterrizzato da un bel crinale panoramico, ritorno nel bosco oltrepassando i ruderi di antiche case. 

DATA: 21 giugno 2016

PARTENZA: Da Forlì prendiamo la SP.9 TER fino ad arrivare a Premilcuore (40,5 km), poi quando notiamo a sinistra le indicazioni per il centro, lasciamo la provinciale e scendiamo oltrepassando la caserma dei carabinieri fino al ponte sul fiume Rabbi nostro punto di partenza (possibilità di parcheggio nella strada a sinistra che precede il ponte, oppure appena lo abbiamo oltrepassato).






Traccia del GPS reale sullo stralcio della carta IGM Istituto Geografico Militare tratto dal Geoportale nazionale

ITINERARIO: Premilcuore q.457 (Oltrepassiamo il ponte sul fiume Rabbi, a destra c’è il vicolo CAI 317 che sarà il nostro ritorno, poco sopra a destra la strada conduce all’agriturismo Ca’ Ridolla, noi andiamo a sinistra verso il centro. Arrivati alla torre orologio, senza oltrepassarla risaliamo ripidamente lo stretto vicolo a destra)        Asfaltata q.475 (Ci innestiamo sulla strada via Val d’Abete, a sinistra scende, andiamo a destra e subito termina presso un ultima casa, ora si entra nel bosco per sentiero)       Bivio q.487 (Appena entrati nel bosco c’è il bivio con cartelli: dritto il largo sentiero è CAI 325, noi risaliamo ripidamente a destra per sentierino CAI 313) – Quota 643 (Il sentiero esce dal bosco e inizia a percorrere il crinale panoramico)        Bivio q.753 (Cartelli: a destra scende il CAI 315 per l’agriturismo Ca’ Ridolla, andiamo a sinistra tenendo il CAI 313)        Ca’ Monte Arsiccio di Sopra q.759 (Rudere)    –    Monte Arsiccio q.794 (Nessuna indicazione, il CAI 313 esce dal bosco e percorre il crinale panoramico)        Deviazione q.910 (Il CAI 313 lascia il crinale e continua a sinistra a mezzacosta entrando nel fitto bosco)       Ca’ Tiravento q.909 (Rudere)   –    Bivio q.947 (Cartelli: a sinistra è CAI 325, noi andiamo a destra tenendo il CAI 313)       Crinale q.1034 (Usciamo dal bosco innestandoci sul crinale del monte Tiravento, lo teniamo a sinistra, il punto alto è a poca distanza)        Monte Tiravento q.1043 (Bivio e cartelli: a sinistra il CAI 331 entra subito nel bosco e scende verso Montalto, teniamo il crinale CAI 313 con direzione sud)    –    Forestale q.1074 (Innesto sulla forestale CAI 311, la prendiamo a destra)        Bivio q.1107 (A destra c’è un sentiero per monte Moggio, cartelli assenti, il bivio non lo notiamo)       Deviazione q.1091 (Lasciamo la forestale, il CAI 311 scende a destra su sentiero inoltrandosi nel bosco, cartelli)      Vasca q.949 (Vasca di cemento e piccolo rudere situati a pochi metri dal sentiero CAI 313, anticipano l’arrivo a Ca’ Montemerli, possono passare inosservati)        Ca’ Montemerli q.929 (Rudere di una grande casa nel bosco ancora in discrete condizioni)       Case di Sotto q.847 (Rudere infrascato)        La Barcuccia q.770 (Rudere infrascato)   –    Ca’ Petriccio q.530 (Rudere di una grande casa al termine della discesa, ora si procede in piano)        Bivio q.526 (Cartelli: a sinistra c’è un ponticello che attraversa il fiume Rabbi e risale fino alla strada, noi andiamo dritto paralleli al corso d’acqua ora per sentiero CAI 317 che in breve si allarga)        Bivio q.515 (Oltrepassiamo un “balcone roccioso” sopra la riva del fiume Rabbi e tornati nel bosco il sentiero si biforca, a sinistra non è segnato, il CAI 317 continua dritto a destra in salita su mulattiera)    –    Ca’ Castelvero (Il toponimo è riportato sulle mappe, ma il rudere probabilmente ormai è scomparso e non lo notiamo)   –    Ca’ Vivaio q.502 (Dopo che il CAI 317 si era allontanato dal corso d’acqua, ci ritorniamo e costeggiata una radura c’è la vecchia Ca’ Vivaio forse disabitata)        Ca’ Ponte Nuovo q.505 (Vecchie case di sasso caratterizzate da un ponte a schiena d’asino sul fiume Rabbi, il CAI 317 continua su mulattiera parallelo al corso d’acqua)        Croce q.510 (Piccola croce datata 1921 sul bordo della mulattiera, a poca distanza è situato un rudere)        Maestà q.492        Bivio q.482 (A sinistra c’è un largo sentiero, andiamo dritto oltrepassando un largo ponte in vista di alcune casa vacanza)      Case q.489 (Case vacanza che precedono l’arrivo all’agriturismo Ca’ Ridolla, si risale su carrozzabile)        Ca’ Ridolla q.497 (Agriturismo, iniziamo a percorrere la strada asfaltata)   –    Bivio q.486 (Cartello: a destra sale il sentiero per monte Arsiccio, continuiamo tenendo rigorosamente la strada asfaltata principale)    –    Bivio q.470 (Biforcazione della strada, dritto a destra sale verso il parcheggio, andiamo dritto a sinistra costeggiando un’area pic-nic)        Bivio q.460 (Bivio della stradina, a destra sale la via “Aldo Moro”, andiamo dritto sul lungo fiume)       Premilcuore q.457

DISLIVELLO TOTALE: 770 m
QUOTA MASSIMA: 1100 m
LUNGHEZZA: 15,5 km
DIFFICOLTA: E


NOTE:

Sentieri


- Escursione per sentieri CAI con tratti di crinale panoramico in prossimità del monte Tiravento

Fonti
- Fontana alla partenza di fianco al ponte sul fiume Rabbi.


TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
Premilcuore
0,00
Asfaltata q.475
0,06
Bivio q.487
0,08
Quota 643
0,32
Bivio q.753
0,40
Ca’ M. Arsiccio di Sopra
0,41
Monte Arsiccio
/
Deviazione q.910
1,09
Ca’ Tiravento
1,15
Bivio q.947
1,20
Crinale q.1034
1,32
Monte Tiravento
1,35
Forestale q.1074
1,55
Bivio q.1107
/
Deviazione q.1091
2,28
Vasca
2,41
Ca’ Montemerli
2,43
Case di Sotto
2,56
La Barcuccia
3,03
Ca’ Petriccio
3,25
Bivio q.526
3,28
Bivio q.515
3,39
Ca’ Castelvero
/
Ca’ Vivaio
3,50
Ca’ Ponte Nuovo
3,53
Croce q.510
3,58
Maestà q.492
4,04
Bivio q.482
4,06
Case q.489
4,07
Ca’ Ridolla
4,08
Bivio q.486
4,10
Bivio q.470
4,17
Bivio q.460
4,19
Premilcuore
4,22



Premilcuore
Premilcuore q.457 (Oltrepassiamo il ponte sul fiume Rabbi)
Arrivati alla torre orologio, senza oltrepassarla risaliamo ripidamente lo stretto vicolo a destra
Arrivati alla torre orologio, senza oltrepassarla risaliamo ripidamente lo stretto vicolo a destra
Asfaltata q.475 (Ci innestiamo sulla strada via Val d’Abete, a sinistra scende, andiamo a destra e subito termina presso un ultima casa, ora si entra nel bosco per sentiero)
Bivio q.487 (Appena entrati nel bosco c’è il bivio con cartelli: dritto il largo sentiero è CAI 325, noi risaliamo ripidamente a destra per sentierino CAI 313)

CAI 313
CAI 313
Quota 643 (Il sentiero esce dal bosco e inizia a percorrere il crinale panoramico)
Il sentiero esce dal bosco e inizia a percorrere il crinale panoramico
Bivio q.753 (Cartelli: a destra scende il CAI 315 per l’agriturismo Ca’ Ridolla, andiamo a sinistra tenendo il CAI 313)  

Ca’ Monte Arsiccio di Sopra q.759 (Rudere)
Ca’ Monte Arsiccio di Sopra q.759 (Rudere)
Ca’ Monte Arsiccio di Sopra q.759 (Rudere)
Ca’ Monte Arsiccio di Sopra q.759 (Rudere)
Monte Arsiccio q.794 (Nessuna indicazione, il CAI 313 esce dal bosco e percorre il crinale panoramico)
Una delle numerose pigne per terra

Il crinale CAI 313 tra monte Arsiccio e monte Tiravento
Il crinale CAI 313 tra monte Arsiccio e monte Tiravento
Il crinale CAI 313 tra monte Arsiccio e monte Tiravento
Il crinale CAI 313 tra monte Arsiccio e monte Tiravento
Il crinale CAI 313 tra monte Arsiccio e monte Tiravento

Il crinale CAI 313 tra monte Arsiccio e monte Tiravento
Il crinale CAI 313 tra monte Arsiccio e monte Tiravento
Ca’ Tiravento q.909 (Rudere)
Sul CAI 313 dopo avere oltrepassato Cà Tiravento

Crinale q.1034 (Usciamo dal bosco innestandoci sul crinale del monte Tiravento, lo teniamo a sinistra, il punto alto è a poca distanza)
Crinale q.1034 (Usciamo dal bosco innestandoci sul crinale del monte Tiravento, lo teniamo a sinistra, il punto alto è a poca distanza)
Monte Tiravento q.1043 (Bivio e cartelli: a sinistra il CAI 331 entra subito nel bosco e scende verso Montalto, teniamo il crinale CAI 313 con direzione sud)

Monte Tiravento q.1043 (Bivio e cartelli: a sinistra il CAI 331 entra subito nel bosco e scende verso Montalto, teniamo il crinale CAI 313 con direzione sud)
Il crinale CAI 313 dopo avere lasciato monte Tiravento
Il crinale CAI 313 dopo avere lasciato monte Tiravento

Particolare del terreno
Il crinale CAI 313 dopo avere lasciato monte Tiravento
Il crinale CAI 313 dopo avere lasciato monte Tiravento
Il crinale CAI 313 dopo avere lasciato monte Tiravento
Sulla forestale CAI 311
Panorama verso monte Gabrendo e monte Falco

Deviazione q.1091 (Lasciamo la forestale, il CAI 311 scende a destra su sentiero inoltrandosi nel bosco, cartelli)
Il CAI 311 che scende a Cà Montemerli
Vasca q.949 (Vasca di cemento e piccolo rudere situati a pochi metri dal sentiero CAI 313, anticipano l’arrivo a Ca’ Montemerli, possono passare inosservati)
Ca’ Montemerli q.929 (Rudere di una grande casa nel bosco ancora in discrete condizioni)
Primo piano sulla piccola finestra della stalla
Ca’ Montemerli q.929 (Vista interna dalla porta d’accesso)

Ca’ Montemerli q.929 (Stalla)
Ca’ Montemerli q.929
Ca’ Montemerli q.929 (Particolare del muretto di sasso)
Lasciamo Ca’ Montemerli
Case di Sotto q.847 (Rudere infrascato)
Case di Sotto q.847 (Rudere infrascato)

Sul CAI 313 dopo avere lasciato il rudere di Case di Sotto
La Barcuccia q.770 (Rudere infrascato)
Sul CAI 313
Ca’ Petriccio q.530
(Rudere di una grande casa al termine della discesa)
Ca’ Petriccio q.530
(Rudere di una grande casa al termine della discesa)
Il fiume Rabbi

La radura che anticipa l’arrivo alla vecchia Ca’ Vivaio
Ca’ Vivaio q.502 (Forse disabitata)
Ca’ Ponte Nuovo q.505
Ca’ Ponte Nuovo q.505
Ca’ Ponte Nuovo q.505 (Vecchie case di sasso caratterizzate da un ponte a schiena d’asino sul fiume Rabbi)
Ca’ Ponte Nuovo q.505 (Vecchie case di sasso caratterizzate da un ponte a schiena d’asino sul fiume Rabbi)


Croce q.510 (Piccola croce datata 1921 sul bordo della mulattiera, a poca distanza è situato un rudere)
Croce q.510 (A poca distanza è situato un rudere)
Il CAI 317 continua su mulattiera parallelo al corso d’acqua
Maestà q.492
Ca’ Ridolla q.497 (Agriturismo)
La prateria di Ca’ Ridolla
Ca’ Ridolla q.497 (Agriturismo)




3 commenti:

  1. Finalmente ti si vede in qualche fotografia! Complimenti per la gradevole passeggiata! E buone ferie...

    RispondiElimina
  2. Ciao Cristian con questa saranno ormai una ventina di percorsi che ho fatto seguendo le tue indicazioni.
    Questo è veramente spettacolare panorama a 360° per le mie gambe un po' faticoso lo strappo iniziale mi aveva quasi esaurito poi la forestale mi ha fatto recuperare.Il forno che hai fotografato a monte Arsiccio ieri aveva un abitante un bel ( ogne scarrafone è bell'a mamma soja) pipistrello appeso al centro del forno. Piccola indicazione occhio alla discesa per ca' Montemerli i ragazzi con le montain bike vengono giù a mazzolo
    ieri ne sono passati una trentina.Ciao e grazie ancora a quando un bel libro sulla Romagna e oltre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Stefano per seguirmi assiduamente, mi fà molto piacere che le relazioni che pubblico possano essere di aiuto ad altri amanti della montagna come me.

      Elimina