giovedì 2 novembre 2017

Col Margherita e cima Juribrutto (dal passo Valles) E

Siamo nel comprensorio dolomitico compreso tra la Marmolada e le Pale di San Martino, dal passo Valles risaliamo facilmente fino al Col Margherita sormontata dalla stazione sciistica, da quì inizia l'Alta Via Mariotta che ci conduce verso la cima Juribrutto attraverso un bellissimo altopiano roccioso, la discesa per la forcella Juribrutto e il turistico lago Juribrutto ci portano fino alla malga Vallazza e alla strada asfaltata per il passo Valles. Itinerario non difficile ma che richiede una buona condizione fisica.
 
DATA: 2 luglio 2017

PARTENZA: Dal valico dolomitico del passo Valles tra Trentino Alto Adige e Veneto (12 km da Falcade, 10 km dal lago di Paneveggio)




Stralcio della mappa interattiva Kompass dal sito  http://maps.kompass.at

ITINERARIO: Passo Valles q.2031 (Dal passo iniziamo risalendo la carrozzabile interdetta alle auto che è CAI 658)    –    Malga Pradazzo q.2042 (Vecchia malga con fonte/abbeveratoio, continuiamo a percorrere lo stradello, indicazioni per il rifugio Laresei)       Forcella di Pradazzo q.2220 (Incrocio di stradelli e cartelli: a destra si sale al vicino rifugio Laresei, dalla parte opposta lo stradello scende al lago di Cavia, noi lo teniamo a sinistra in salita che ora è CAI 695)      Bivio q.2361 (A destra lo stradello passa sotto la seggiovia e inizia a scendere, cartello indica la funivia di San Pellegrino, noi teniamo il nostro stradello CAI 695 che curvando a gomito continua a risalire verso il ben visibile impianto della seggiovia sul Col Margherita)       Seggiovia q.2520 (Impianto di risalita “lago di Cavia-Col Margherita” e punto ristoro Husky Bar di servizio alle piste da sci, dietro la seggiovia inizia il sentiero scalinato “Alta via Mariotta” che conduce sul punto alto)       Col Margherita q.2550 (Sulla cima sono poste delle tabelle e delle attrezzature didattiche, ora dietro “Il Timone” continuiamo sull’Alta via Mariotta percorrendo l’altopiano roccioso con direzione sud/ovest)      Forcella di Vallazza q.2521 (Bivio e cartelli: dritto l’Alta via Mariotta per sentierino a mezzacosta conduce direttamente alla forcella Juribrutto, noi ora risaliamo ripidamente su esile e aereo sentierino a destra, indicazioni per la Cima Juribrutto)       Cima Juribrutto q.2697 (Terminata la ripida e aerea risalita arriviamo ad alcuni baraccamenti e trincee della grande guerra, percorriamo l’altopiano roccioso senza difficoltà costeggiando il precipizio e arrivando al punto alto dove è posta una piccola croce di legno, da qui iniziamo a scendere rigorosamente con direzione sud i meandri dell’altopiano aiutati da numerosi segni)   –     Bivio q.2498 (Indicazioni sulla roccia: a sinistra il sentiero conduce alla forcella Vallazza e alla funivia, noi continuiamo a scendere a destra per forcella Juribrutto)        Forcella Juribrutto q.2381 (Incrocio di sentieri con cartelli, in loco c’è una “tettoia” di legno utile solo come riparo temporaneo: a destra scende il CAI 628 per il passo San Pellegrino, dritto il CAI 628 sale a Cima Bocche, noi scendiamo a sinistra nella vallata e paralleli al rio di Juribrutto, siamo sul CAI 629 con direzione sud)       Bivio q.2235 (Il rio di Juribrutto che stavamo seguendo continua come pure il sentiero poco evidente verso la malga di Juribrutto, noi lo guadiamo a sinistra e risaliamo la sponda opposta continuando sul CAI 629, tracce di passaggio, appena sopra scendiamo al lago sottostante ben visibile sotto di noi)       Lago di Juribrutto q.2206 (Costeggiamo la riva occidentale)       Bivio q.2227 (Aggirato il lago nella parte bassa, risaliamo pochi metri dove ci sono i cartelli: a destra a mezzacosta continua il CAI 629 per malga Juribrutto, noi prendiamo il CAI 631 che sale ripidamente le Laste di Juribrutto dove un corso d’acqua confluisce nel lago)      Mulattiera q.2340 (Arrivati sul punto alto delle Laste di Juribrutto ci innestiamo in una bella mulattiera della grande guerra ancora ben conservata, il CAI 631 la tiene a destra in discesa)       Fonte q.1975 (Anticipa l’arrivo alla malga Vallazza)       Malga Vallazza q.1935 (Innesto sulla strada asfaltata SP.81, la percorriamo a sinistra in salita)      Passo Valles q.2031.

DISLIVELLO TOTALE: 1020 m
QUOTA MASSIMA: Cima Juribrutto q.2697
LUNGHEZZA: 15,5 km
DIFFICOLTA: E


NOTE:


Sentieri



- Itinerario ben segnato e frequentato, da prestare attenzione alla ripida salita iniziale che dalla forcella Vallazza conduce a Cima Juribrutto, l’esile sentiero è leggermente esposto, evitare con il bagnato.

Fonti
- Fonte alla malga Pradazzo.


TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
Passo Valles
0,00
Malga Vallazza
0,08
Forcella di Pradazzo
0,40
Bivio q.2361
1,04
Seggiovia q.2520
1,25
Col Margherita
1,30
Forcella di Vallazza
2,15
Cima Juribrutto
2,47
Bivio q.2498
3,15
Forcella Juribrutto
3,30
Bivio q.2235
3,55
Lago di Juribrutto
3,59
Bivio q.2227
4,05
Mulattiera q.2340
4,30
Fonte q.1975
5,10
Malga Vallazza
5,14
Passo Valles
5,30
  

Passo Valles
Dal passo Valles iniziamo risalendo la carrozzabile interdetta alle auto che è CAI 658
Dal passo Valles iniziamo risalendo la carrozzabile interdetta alle auto che è CAI 658
Malga Pradazzo q.2042 (Vecchia malga con fonte/abbeveratoio)
Panorama sulle Pale di San Martino

Forcella di Pradazzo q.2220 (Incrocio di stradelli e cartelli)
Sullo stradello CAI 695 che dalla forcella di Pradazzo risale al Col Margherita  
Sopra di noi è ben visibile l’impianto di risalita “lago di Cavia-Col Margherita”
Sullo stradello CAI 695 che dalla forcella di Pradazzo risale al Col Margherita  
Seggiovia q.2520 (Impianto di risalita “lago di Cavia-Col Margherita”)
Punto ristoro Husky Bar di servizio alle piste da sci

Dietro la seggiovia inizia il sentiero scalinato “Alta via Mariotta” che conduce sul punto alto
Dietro la seggiovia inizia il sentiero scalinato “Alta via Mariotta” che conduce sul punto alto
Col Margherita q.2550 (Sulla cima sono poste delle tabelle e delle attrezzature didattiche)
Col Margherita q.2550 (Sulla cima sono poste delle tabelle e delle attrezzature didattiche)
Col Margherita q.2550 (Sulla cima sono poste delle tabelle e delle attrezzature didattiche)
Col Margherita q.2550 (Sulla cima sono poste delle tabelle e delle attrezzature didattiche)

Il Col Margherita dietro di noi dopo che l’abbiamo lasciato
Dal Col Margherita continuiamo sull’Alta via Mariotta percorrendo l’altopiano roccioso con direzione sud/ovest
Sull’affollata Alta via Mariotta
Incontro ravvicinato con un abitante locale
Davanti a noi la cima Juribrutto che dobbiamo risalire vista dall’Alta Via Mariotta

Le dolomiti del Latemar viste dall’Alta Via Mariotta
La Roda di Vaèl e il Masarè visti dall’Alta Via Mariotta
Sull’Alta via Mariotta percorrendo l’altopiano roccioso con direzione sud/ovest

Sull’Alta via Mariotta percorrendo l’altopiano roccioso con direzione sud/ovest
Sull’Alta via Mariotta percorrendo l’altopiano roccioso con direzione sud/ovest
Sull’Alta via Mariotta percorrendo l’altopiano roccioso con direzione sud/ovest
Sull’Alta via Mariotta (Sotto di noi la vallata che degrada verso il passo Valles)
Forcella di Vallazza q.2521 (Bivio e cartelli: dritto l’Alta via Mariotta per sentierino a mezzacosta conduce direttamente alla forcella Juribrutto, noi ora risaliamo ripidamente su esile e aereo sentierino a destra, indicazioni per la Cima Juribrutto)

Dalla forcella di Vallazza q.2521 risaliamo ripidamente su esile e aereo sentierino a destra, indicazioni per la Cima Juribrutto 
Dalla forcella di Vallazza q.2521 risaliamo ripidamente su esile e aereo sentierino a destra, indicazioni per la Cima Juribrutto 
Terminata la ripida e aerea risalita arriviamo ad alcuni baraccamenti e trincee della grande guerra
Terminata la ripida e aerea risalita arriviamo ad alcuni baraccamenti e trincee della grande guerra
Terminata la ripida e aerea risalita arriviamo ad alcuni baraccamenti e trincee della grande guerra
Terminata la ripida e aerea risalita arriviamo ad alcuni baraccamenti e trincee della grande guerra

Percorriamo l’altopiano roccioso senza difficoltà costeggiando il precipizio e arrivando al punto alto dove è posta una piccola croce di legno
Segnaletica
Arrivo alla cima Juribrutto q.2697
Cima Juribrutto q.2697
Cima Juribrutto q.2697 (Iniziamo a scendere rigorosamente con direzione sud i meandri dell’altopiano aiutati da numerosi segni)
Cima Juribrutto q.2697 (Iniziamo a scendere rigorosamente con direzione sud i meandri dell’altopiano aiutati da numerosi segni)

Bivio q.2498 (Indicazioni sulla roccia: a sinistra il sentiero conduce alla forcella Vallazza e alla funivia, noi continuiamo a scendere a destra per forcella Juribrutto)
Arrivo alla forcella Juribrutto q.2381
Forcella Juribrutto q.2381
Dalla forcella Juribrutto q.2381 noi scendiamo a sinistra nella vallata e paralleli al rio di Juribrutto, siamo sul CAI 629 con direzione sud
Dalla forcella Juribrutto q.2381 noi scendiamo a sinistra nella vallata e paralleli al rio di Juribrutto, siamo sul CAI 629 con direzione sud
Dalla forcella Juribrutto q.2381 noi scendiamo a sinistra nella vallata e paralleli al rio di Juribrutto, siamo sul CAI 629 con direzione sud

   Lago di Juribrutto q.2206
Mulattiera q.2340 (Arrivati sul punto alto delle Laste di Juribrutto ci innestiamo in una bella mulattiera della grande guerra ancora ben conservata, il CAI 631 la tiene a destra in discesa)
Fonte q.1975 (Anticipa l’arrivo alla malga Vallazza)
Malga Vallazza
Cartelli del parco

Nessun commento:

Posta un commento