mercoledì 20 marzo 2013

Peralba e Pic Chiadenis (2°giorno) EEA

Il trekking di due giorni comprende la ferrata al Monte Chiadenis q.2454 ,la via normale al Pic Chiadenis q.2490 e la ferrata "Sartor" al Monte Peralba q.2694 (vai al 1°giorno)

DATA: 2 agosto 2010

PARTENZA: Rifugio Calvi q.2164 


Visualizza Peralba-Chiadenis in una mappa di dimensioni maggiori

ITINERARIO :   Rifugio Calvi q.2164 ( Prendiamo il CAI 132 che sale dietro la piccola cappella del rifugio)           Bivio q.2272 (Cartelli. A sinistra verso la ferrata Sartor, noi a destra in salita per CAI 132)          Passo Sesis q.2312 ( Sul passo piccola statua della madonna. A sinistra prosegue il CAI 132 sotto il versante est del monte Peralba, noi a destra per CAI 173 che porta al passo dei Cacciatori ma che lasciamo immediatamente e saliamo per traccia con bolli rossi a destra, scritta “Pic” sulla roccia, alla vetta del Pic Chiadenis .In breve si passerà una piccola grotta e inizierà la ripida salita per roccette)          Pic Chiadenis q.2490       Passo Sesis q.2312         Bivio q.2272 (Siamo tornati al bivio per la ferrata Sartor, ora andiamo a destra)        Ferrata Sartor q.2360Monte Peralba q.2694 ( La ferrata termina circa trenta minuti prima della vetta, il proseguimento è per ripida traccia tra roccette e ghiaia. Sulla cima lungo il crinale est oltrepassata la croce scende la via normale CAI 131, noi invece scendiamo sul versante opposto pochi metri prima della statua della madonna per la “via ovest” su iniziale ripida traccia ghiaiosa, buona la segnatura CAI )    –     Rifugio Sorgenti del Piave q.1830 (Ora prendiamo la strada asfaltata fino all’auto)         Arrivo q.1788.

DISLIVELLO TOTALE: 800 m
QUOTA MASSIMA: Monte Peralba q.2694.
LUNGHEZZA: 6 km
 DIFFICOLTA: EEA

TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
Rifugio Calvi
0,00
Bivio q.2272
0,16
Passo Sesis
0,22
Pic Chiadenis
1,00
Passo Sesis
/
Bivio q.2272
1,41
Ferrata Sartor q.2360
2,00
Monte Peralba
3,05
Rifugio Sorgenti del Piave
5,00
Arrivo q.1788
5,13

NOTE:



Sentieri



- La salita al Pic Chiadenis è per ghiaie e rocce sdrucciolevoli con tratti esposti, passaggi di 1° grado, bolli rossi indicano la via. Ci siamo fermati a circa 40 metri dalla vetta causa una piccola cengia esposta ritenuta pericolosa. Anche persone esperte non devono sottovalutare il terreno molto friabile soprattutto nella discesa.
- La ferrata Sartor è di media difficoltà e termina a trenta minuti circa dalla vetta del Peralba.

  - Carta topografica scala 1:25000 TABACCO foglio 1




Rifugio Calvi q.2164
Saliamo con il CAI 132 verso Passo Sesis q.2312
Arrivo al Passo Sesis q.2312
Statua al Passo Sesis q.2312
Dal Passo Sesis q.2312 ci dirigiamo verso il Pic Chiadenis

Dal Passo Sesis q.2312 ci dirigiamo verso il Pic Chiadenis
Dal Passo Sesis q.2312 ci dirigiamo verso il Pic Chiadenis
Piccola caverna che si attraversa
Salita al Pic Chiadenis
Salita al Pic Chiadenis
Salita al Pic Chiadenis

Salita al Pic Chiadenis
Salita al Pic Chiadenis
La ferrata Sartor del Peralba
La ferrata Sartor del Peralba
La ferrata Sartor del Peralba
La ferrata Sartor del Peralba

La ferrata Sartor del Peralba
La ferrata Sartor del Peralba
Arrivo alla vetta
Monte Peralba q.2694
Monte Peralba q.2694
Monte Peralba q.2694

Monte Peralba q.2694 : panorama
Monte Peralba q.2694


Discesa dalla vetta del Peralba per la “via ovest”
Discesa dalla vetta del Peralba per la “via ovest”
Discesa dalla vetta del Peralba per la “via ovest” 
Discesa dalla vetta del Peralba per la “via ovest” 
Discesa dalla vetta del Peralba per la “via ovest” 
Discesa dalla vetta del Peralba per la “via ovest” 

Discesa dalla vetta del Peralba per la “via ovest”
Arrivo al Rifugio Sorgenti del Piave q.1830
Rifugio Sorgenti del Piave q.1830
Cappella al Rifugio Sorgenti del Piave q.1830
Rifugio Sorgenti del Piave q.1830
Ritorno per asfaltata dal Rifugio Sorgenti del Piave alla q.1788 dove avevamo iniziato l’escursione il giorno prima prendendo il CAI 173

Nessun commento:

Posta un commento