martedì 29 gennaio 2013

Sentiero Alpinistico Massimiliano Torti (EEA-F)

Facile via alpinistica con tratti attrezzati completamente su cengia a picco sul lago di Garda, partenza da Pregasina (PD)

DATA: 29 giugno 2012

PARTENZA: Da Riva del Garda si sale seguendo le indicazioni per la Val di Ledro e, oltrepassata una lunga galleria, si volta a sinistra verso Pregasina. Appena attraversata una seconda galleria, sulla sinistra scende la poco evidente stradina dismessa del Ponale che dovremo prendere, appena qualche metro più avanti c’è il punto panoramico con la grande statua della Madonna denominata “Regina Mundi”, parcheggiamo poco più avanti.



Visualizza Massimiliano Torti in una mappa di dimensioni maggiori

ITINERARIO: Regina Mundi q.405 (Un sentierino di fianco la statua della Madonna scende e ci porta subito alla vecchia via del Ponale, una stretta stradina asfaltata interdetta al transito motorizzato che collegava la Gardesana al paese di Pregasina, la prendiamo a destra in discesa)        Deviazione q.294 (Non ci sono cartelli e segni, lasciamo la stradina asfaltata del Ponale che prosegue in discesa e prendiamo un sentierino a destra che si inoltra nel bosco. Come riferimento consideriamo che siamo giunti al 5° tornante della stradina)         Sentiero Alpinistico Massimiliano Torti q.235 (Dopo un tratto nel bosco si esce all’aperto e si scende lungo una dorsale. Nel punto in cui si curva a gomito comincia il percorso su cengia evidenziato da una targa in metallo, inizialmente attrezzato con sottile cordino d’acciaio e sotto le reti di protezione per le frane)        Libro delle firme q.237 (Non siamo alla fine della via ma ad appena un terzo)         Scala q.225 (Piccola scala instabile con pioli fissati sulle funi)         Bivio q.164 (Il tratto finale di cengia si percorre senza problemi in quanto l’esposizione è ridotta, sotto di noi notiamo l’evidente complesso dell’Hotel Pier sul Lago di Garda e quindi arriviamo al bivio: a sinistra un sentierino scende verso l’albergo, noi saliamo ripidamente a destra, un cartello indica “Pregasina”. Il sentierino è in stato di abbandono, ci sono sporadici e sbiaditi segni azzurri)         1° traliccio Enel q.242    2° traliccio Enel q.279 (Ora il sentierino si fa più ripido e risale lungo un canalone, attenzione ai po   chi segni azzurri)   –    Lapide q.402 (Vecchia lapide a ricordo posta a pochi metri sulla sinistra del sentierino)          Asfaltata q.460 (Alla fine della ripida risalita si giunge sulla strada asfaltata, a sinistra sale al paese di Pregasina, noi a destra)          Regina Mundi q.405.

DISLIVELLO TOTALE: 350 m
QUOTA MASSIMA: 473 m
LUNGHEZZA: 5 km
DIFFICOLTA : EEA-F



NOTE:






Sentieri



- Il sentierino che dalla stradina del Ponale conduce al percorso Massimiliano Torti non è segnato, a tratti un po’ infrascato ma sempre evidente.

- Il Sentiero Alpinistico Massimiliano Torti è detto anche “dei Contrabbandieri”, si tratta di una sottile cengia a picco sul Lago di Garda che si sviluppa in orizzontale. Presenta qualche tratto attrezzato con corda metallica, ma in prevalenza sono presenti numerosissimi spit utili per agganciare i nostri rinvii. 

 -Materiale: imbrago basso, casco, 7/8 rinvii, 30 m di corda.

- La risalita dal Bivio q.164 all’Asfaltata q.460 è sicuramente la parte più faticosa dell’itinerario, è molto ripida e percorre un esile sentierino in stato di abbandono e seminascosto dalla vegetazione, sbiaditi e sporadici segni azzurri aiutano.

- Per la modesta quota si può percorrere tutto l’anno, portare buona scorta di acqua per i mesi più caldi.

 Carta topografica scala 1:25000 Alto Garda e Ledro 690 (Kompass editore)

                                                                        
TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
Regina Mundi
0,00
Deviazione q.294
0,15
Sentiero M. Torti q.235
0,26
Libro delle firme q.237
1,05
Scala q.225
1,42
Bivio q.164
3,15
1° traliccio Enel q.242
3,25
2° traliccio Enel q.279
3,29
Lapide
3,50
Asfaltata q.460
3,57
Regina Mundi
4,05





Regina Mundi 
Regina Mundi
Regina Mundi 
Regina Mundi 
Edicola sotto Regina Mundi 
Via del Ponale

Via del Ponale 
Via del Ponale
Deviazione q.294 (Non ci sono cartelli e segni, lasciamo la stradina asfaltata del Ponale che prosegue in discesa e prendiamo un sentierino a destra che si inoltra nel bosco. Come riferimento consideriamo che siamo giunti al 5° tornante della stradina)
Il sentiero che scende verso l’attacco della via Massimiliano Torti
Il sentiero che scende verso l’attacco della via Massimiliano Torti
Il sentiero che scende verso l’attacco della via Massimiliano Torti

Inizio della via Massimiliano Torti
Inizio della via Massimiliano Torti
Inizio della via Massimiliano Torti (sotto di noi la strada Gardesana che costeggia il lago di Garda)
Sentiero Alpinistico Massimiliano Torti q.235 (comincia il percorso su cengia evidenziato da una targa in metallo, inizialmente attrezzato con sottile cordino d’acciaio e sotto le reti di protezione per le frane) 
Sentiero Alpinistico Massimiliano Torti q.235 (comincia il percorso su cengia evidenziato da una targa in metallo, inizialmente attrezzato con sottile cordino d’acciaio e sotto le reti di protezione per le frane) 
Sentiero Alpinistico Massimiliano Torti q.235 (comincia il percorso su cengia evidenziato da una targa in metallo, inizialmente attrezzato con sottile cordino d’acciaio e sotto le reti di protezione per le frane) 

Sentiero Alpinistico Massimiliano Torti q.235 (comincia il percorso su cengia evidenziato da una targa in metallo, inizialmente attrezzato con sottile cordino d’acciaio e sotto le reti di protezione per le frane)
Sentiero Alpinistico Massimiliano Torti q.235 (comincia il percorso su cengia evidenziato da una targa in metallo, inizialmente attrezzato con sottile cordino d’acciaio e sotto le reti di protezione per le frane)
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti


Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti

Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti (libro delle firme)
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti

Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti

Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sentiero alpinistico Massimiliano Torti
Sotto di noi notiamo l’evidente complesso
dell’Hotel Pier sul Lago di Garda 
Il lago di Garda
Bivio q.164 (arriviamo al bivio: a sinistra un sentierino scende verso l’albergo, noi saliamo ripidamente a destra, un cartello indica “Pregasina”)

I tralicci dell’Enel durante la risalita col sentierino
I tralicci dell’Enel durante la risalita col sentierino
Lapide q.402 (Vecchia lapide a ricordo posta a pochi metri sulla sinistra del sentierino)     
Figura della Madonna dopo avere passato la Lapide q.402
 Asfaltata q.460 (Alla fine della ripida risalita si giunge sulla strada asfaltata, a sinistra sale al paese di Pregasina, noi a destra) 
Asfaltata q.460 (Alla fine della ripida risalita si giunge sulla strada asfaltata, a sinistra sale al paese di Pregasina, noi a destra) 

Nessun commento: