giovedì 14 febbraio 2013

Monte Forato (EEA)


DATA: 27 aprile 2012

PARTENZA: Da Gallicano (sulla SP20 della Garfagnana, Toscana) lasciamo la strada provinciale e seguiamo le buone indicazioni per la “Grotta del Vento”, oltrepassiamo il paese di Fornovolasco e dopo appena 1 km, arrivati al ponte sul Torrente di Gallicano, parcheggiamo (10,3 km da Gallicano, 1 km prima di giungere alla “Grotta del Vento”).


Visualizza Monte Forato in una mappa di dimensioni maggiori

Stralcio della cartografia interattiva del sito http://www.webmapp.it

ITINERARIO: Ponte q.530 (Appena oltrepassato il ponte parcheggiamo, inizia il CAI 6 per sterrata ben segnato da cartelli, poi dopo appena poche decine di metri c’è un incrocio: a sinistra e a destra ci sono due sterrate, noi teniamo il CAI 6 che prosegue dritto in salita ora su mulattiera)         Maestà q.560        Ponte q.570 (Ponticello che attraversa un affluente del Rio Gallicano, subito dopo c’è una fonte)        Tana che Urla q.594 (Poco sopra il CAI 6 e segnalato da una tabella c’è l’ingresso di una grotta, proseguiamo sul CAI 6 oltrepassando un rudere in sasso)          Bivio q.606 (Cartelli: a destra sale il CAI 12 direttamente a monte Forato, noi teniamo il CAI 6 in leggera discesa e paralleli al torrente)         Mulino q.610 (Rudere sulla sponda opposta del torrente in prossimità di una piccola cascata)         Chiesaccia (Rudere del XII secolo)       Sterrata q.666 (Innesto sulla sterrata in località Petrosciana di Sotto, andiamo a sinistra)         Rudere q.669 (In fase di recupero, panorama verso la Pania della Croce. Torniamo sui nostri passi)   –    Sterrata q.666 (Tralasciamo il CAI 6 a destra dal quale siamo venuti, dopo poche decine di metri la sterrata curva a destra, noi andiamo dritto con il CAI 6 su sentiero in salita che costeggia l’asciutto Torrente Caraglione)     –     Bivio q.714 (Alla nostra destra un sentiero attraversa l’asciutto Torrente Caraglione collegandosi dalla parte opposta ad una sterrata, teniamo il CAI 6)         Sterrata q.743 (Innesto sulla sterrata in località Petrosciana di Sopra. Andiamo dritto e dopo poche decine di metri quando curva per salire alla soprastante casa, noi la lasciamo e proseguiamo dritto per sentiero CAI 6)    –     Bivio q.843 (Arriviamo in prossimità di un’area dove grossi tronchi sono stati posti per consolidare il terreno. A sinistra un cartello indica il CAI 137 che passa sotto il versante nord di monte Croce, noi dritto con il CAI 6)          Foce Petrosciana q.961 (Incrocio e cartelli: a sinistra il CAI 6 prosegue in discesa, a destra c’è il CAI 131 in falsopiano, noi saliamo ripidamente sopra la croce e la targa con dedica sul CAI 110 per roccette)        Ferrata  monte Forato q.1068 (Bivio: dritto prosegue il CAI 110 a mezzacosta verso l’arco di monte Forato, noi saliamo a sinistra per sentierino e in breve si arriva alla parete dove inizia la ferrata)    –     CAI 110 q.1156 (Dopo che la ferrata è terminata si prosegue fino alla cima più alta del monte Forato quotata 1223 metri, da qui si scende per traccia e ci innestiamo al sottostante CAI 110 che prendiamo a sinistra arrivando in breve al famoso arco naturale)    –     Monte Forato q.1209 (Dalla base dell’arco naturale una traccia sale in 5 minuti alla seconda vetta di monte Forato quotata 1209 metri, più bassa della precedente ma dove è situata una grande croce, panorama a 360°. Torniamo alla base dell’arco e proseguiamo con direzione nord sul CAI 110 tralasciando il CAI 12 che scende a destra e che ci riporterebbe in breve all’auto)    –     Foce di Valli q.1259 (Cartelli e incrocio: scendiamo nella vallata a destra, est, prendendo il CAI 130)         Bivio q.1020 (Cartelli: a destra inizia il CAI 131 che riporta verso monte Forato, noi teniamo il CAI 130)          Rudere q.934 (Piccola casina in sasso)    –     Ca’ Pitoncino q.907 (Rudere di una grande casa sul sentiero)          La Carpineta q.865 (Della casa rimangono pochi ruderi immersi nel bosco, il CAI 130 continua scendendo ripidamente sotto la stessa)          Ca’ Piancese q.724 (Rudere basso e lungo alla sinistra del sentiero immerso nella vegetazione, poco sotto inizia un fosso d’acqua)       Fonte q.690 (Il sentiero CAI 130 prosegue in ripida discesa sotto la fonte)        Sterrata q.617 (Innesto sulla sterrata, il CAI 130 la prende a destra)           Ponte q.530 (Arrivo).
  
DISLIVELLO TOTALE: 980 m
QUOTA MASSIMA: 1280 m (sul CAI 110 tra monte Forato e Foce di Valli)
LUNGHEZZA: 10,5 km
DIFFICOLTA : EEA
   
NOTE  :






Sentieri



- Itinerario ben segnato dal CAI.

- Ferrata facile e corta che si svolge nel versante sud della cima q.1223 del monte Forato.

- Monte Forato ha due cime, quella quotata 1223 m. dove si svolge la ferrata, e quella quotata 1209 m. dove è posta la croce, l’arco naturale è situato tra le due.

- Ottimo panorama alla Foce Petrosciana verso il monte Nona e Procinto e alla Foce di Valli verso la Pania della Croce e Secca (Costa Pulita). 


Fonti
- Fonte sul CAI 6 a dieci minuti dalla partenza.
- Fonte q.690 sul CAI 130 appena oltrepassati i ruderi di Ca’ Piancese.
                                           
 
TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Ponte q.530
0,00
Foce Petrosciana
1,05
Maestà q.560
0,05
Ferrata M. Forato
1,18
Ponte q.570
0,07
CAI 110 q.1156
1,52
Tana che Urla
0,10
Monte Forato
2,00
Bivio q.606
0,12
Foce di Valli
2,53
Mulino q.610
0,19
Bivio q.1020
3,17
Chiesaccia
/
Rudere q.934
3,27
Sterrata q.666
0,27
Ca’ Pitoncino
3,32
Rudere q.669
0,29
La Carpineta
3,38
Sterrata q.666
/
Ca’ Piancese
3,54
Bivio q.714
0,36
Fonte q.690
4,00
Sterrata q.743
0,41
Sterrata q.617
4,10
Bivio q.843
0,52
Ponte q.530
4,24


Il paese di Fornovolasco
Ponte q.530 (Appena oltrepassato il ponte si parcheggia, inizia il CAI 6 per sterrata )
Cartelli alla partenza
Cartelli alla partenza
Sul CAI 6
Maestà q.560    

Fonte sul CAI 6
Sul CAI 6
Sul CAI 6
Mulino q.610 (Rudere sulla sponda opposta del torrente in prossimità di una piccola cascata) 
Rudere q.669 
(In fase di recupero, panorama verso la Pania della Croce) 
Rudere q.669
(In fase di recupero, panorama verso la Pania della Croce) 

Bivio q.843 (Arriviamo in prossimità di un’area dove grossi tronchi sono stati posti per consolidare il terreno) 
Foce Petrosciana
Foce Petrosciana: panorama verso monte Nona e il Procinto 
Foce Petrosciana: zoomata sulla vetta del Procinto
Foce Petrosciana
Foce Petrosciana: iniziamo a salire con il CAI 110

Sul CAI 110 dopo avere lasciato Foce Petrosciana
Sul CAI 110
Sul CAI 110: panorama verso l’appennino emiliano
Sul CAI 110: panorama verso monte Croce 
Inizio della ferrata del monte Forato
Ferrata del monte Forato 

Ferrata del monte Forato
Ferrata del monte Forato
Ferrata del monte Forato 
Ferrata del monte Forato 
Ferrata del monte Forato 
Ferrata del monte Forato 

Ferrata del monte Forato 
Ferrata del monte Forato
Ferrata del monte Forato 
Finita la ferrata, proseguiamo verso la cima q.1223
di monte Forato
L’arco di monte Forato visto nella discesa dalla cima q.1223 
L’arco di monte Forato

L’arco di monte Forato
Salita dall’arco alla cima di monte Forato q.1209
Arrivo alla cima q.1209
Monte Forato q.1209
Monte Forato q.1209
Monte Forato q.1209 (sullo sfondo c’è la Pania Secca)


Panorama durante la discesa dalla cima q.1223 di monte Forato

Panorama dopo avere lasciato monte Forato in direzione di Foce Valli

Sul CAI 110 che da monte Forato porta a Foce di Valli. 
Sul CAI 110 che da monte Forato porta a Foce di Valli.
Sul CAI 110 che da monte Forato porta a Foce di Valli 
Arrivo a Foce di Valli
Foce di Valli
Foce di Valli

Foce di Valli q.1259 (Cartelli e incrocio: scendiamo nella vallata a destra, est, prendendo il CAI 130)     
Rudere q.934 (Piccola casina in sasso)
Panorama verso Foce di Valli dopo avere lasciato il Rudere q.939 
Ca’ Pitoncino q.907 (Rudere di una grande casa sul sentiero) 
La Carpineta q.865
(Della casa rimangono pochi ruderi immersi nel bosco) 
Ca’ Piancese q.724 (Rudere basso e lungo alla sinistra del sentiero immerso nella vegetazione)