lunedì 6 ottobre 2014

Sci Club 18 (EEA)

Ferrata estremamente difficile al monte Faloria di Cortina d'Ampezzo.

DATA: 10 agosto 2014

PARTENZA: Da Cortina d’Ampezzo (Veneto), prendiamo la strada regionale delle dolomiti che sale al passo Tre Croci e dopo 800 metri la lasciamo, voltando a destra per la borgata di Pecol. Appena attraversato il piccolo nucleo di case, prendiamo la stradina che sale a sinistra e regolamentata da un semaforo, parcheggiamo di fronte una grande abitazione con numero civico 33 in località Sompiei (altri 800 m da quando abbiamo lasciato la strada regionale delle dolomiti).


Visualizza Sci Club 18 in una mappa di dimensioni maggiori




Stralcio della mappa interattiva Kompass dal sito  http://maps.kompass.at

ITINERARIO: Sompiei q.1353 (La stradina dopo la salita inizia a scendere, parcheggiamo di fronte una grande casa sopra la quale inizia la forestale CAI 220 che entra nel bosco. Dopo pochi metri averla percorsa fa un bivio, il CAI 220 la tiene a destra)     –    Traliccio funivia q.1381 (Arriviamo sotto il traliccio della funivia che da Cortina d’Ampezzo sale alla stazione intermedia del Faloria, la forestale fa un bivio, dritto a sinistra si sale direttamente alla stazione, noi andiamo a destra tenendo il CAI 220, cartelli assenti)       Bivio q.1393 (Cartelli: a destra inizia il CAI 214 per Fraina, noi teniamo la forestale CAI 220 in salita)     –    Bivio q.1457 (Cartelli: a destra il CAI 220 ora prosegue su sentiero in direzione di Baita Fraina, noi teniamo la forestale in salita)    –    Incrocio q.1493 (Cartelli: dritto la forestale conduce alla stazione intermedia, sulla destra a pochi metri c’è il bivio di sentieri: a destra inizia il CAI 212 che sarà il nostro ritorno, noi andiamo dritto iniziando il sentiero CAI 206 con indicazioni per la ferrata)    –     Bivio q.1515 (Cartelli in prossimità di alcuni pali della luce, a sinistra il sentiero scende alla stazione intermedia, teniamo il CAI 206 in salita)     Incrocio q.1595 (Usciamo dal bosco e cominciano dei pini mughi dove c’è l’incrocio con cartelli: a sinistra scende un sentierino non segnato per il lago di Costalares senza nessuna indicazione, dritto prosegue il CAI 206 a mezzacosta per Rio Gere, noi andiamo a destra dove inizia la salita finale che conduce all’attacco della ferrata, oltrepassiamo un fosso d’acqua, subito sopra c’è una presa d’acqua e il sentiero si restringe in ripidissima salita a zig-zag fino alla base della parete di roccia)        Inizio ferrata q.1775 (Comincia subito verticale e attrezzata con cavo d’acciaio)        Rifugio Faloria q.2123 (La ferrata termina in una balconata panoramica, a sinistra il sentiero conduce in pochi minuti al rifugio Faloria, stazione di arrivo della funivia che sale da Cortina d’Ampezzo, altrimenti possiamo già ritornare andando a destra con sentiero turistico segnalato da piccoli paletti di legno che si collega al CAI 212)       CAI 212 q.2126 (Se alla fine della ferrata abbiamo preso subito il sentiero a destra senza andare al rifugio, in 3/4 minuti ci innestiamo sul largo CAI 212, lo teniamo a destra in discesa e oltrepassata un evidente costruzione abbandonata di cui rimane solo lo scheletro, il sentiero si restringe in ripida discesa a zig-zag tra i pini mughi)        Fonte q.1650 (Poca acqua)    –     Incrocio q.1493 (Chiudiamo l’anello, ora ripercorriamo il tragitto fatto all’andata)        Bivio q.1457      Bivio q.1393     –    Traliccio funivia q.1381        Sompiei q.1353.

DISLIVELLO TOTALE: 800 m
QUOTA MASSIMA: Rifugio Faloria q.2123
LUNGHEZZA: 6,5 km
DIFFICOLTA: EEA

NOTE:




Sentieri



- Per l’avvicinamento alla ferrata noi siamo partiti da Sompiei (Pecol), ma le possibilità possono essere varie riconducibili tutte al raggiungimento della stazione intermedia.
- La ferrata è da classificare “estremamente difficile”, richiede molta forza di braccia dall’inizio alla fine, sempre ben attrezzata con cavo d’acciaio lascia pochi punti dove poter riprendere fiato.
- Con terreno umido la roccia è molto scivolosa, utilissimo un rinvio per fare sosta.
- Con terreno bagnato, è molto scivoloso anche il sentiero CAI 212 di ritorno.


Fonti
- Fonte sul CAI 212 (Poca acqua).
 

TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
Sompiei
0,00
Traliccio funivia q.1381
0,04
Bivio q.1393
0,05
Bivio q.1457
0,14
Incrocio q.1493
0,18
Bivio q.1515
0,22
Incrocio q.1595
0,31
Inizio ferrata
0,52
Rifugio Faloria
3,00
CAI 212 q.2126
3,03
Fonte q.1650
3,50
Incrocio q.1493
4,10
Bivio q.1457
/
Bivio q.1393
/
Traliccio funivia q.1381
/
Sompiei
4,27

 






Sompiei q.1353 (La stradina dopo la salita inizia a scendere, parcheggiamo di fronte una grande casa sopra la quale inizia la forestale CAI 220 che entra nel bosco)
Sompiei q.1353 (La stradina dopo la salita inizia a scendere, parcheggiamo di fronte una grande casa sopra la quale inizia la forestale CAI 220 che entra nel bosco)
Forestale CAI 220
Forestale CAI 220
Incrocio q.1493 (Cartelli)
Sentiero CAI 206

Incrocio q.1595 (Usciamo dal bosco e cominciano dei pini mughi dove c’è l’incrocio con cartelli)
Incrocio q.1595 (Usciamo dal bosco e cominciano dei pini mughi dove c’è l’incrocio con cartelli, noi andiamo a destra dove inizia la salita finale che conduce all’attacco della ferrata)
La ripida salita finale che conduce all’attacco della ferrata.
La ripida salita finale che conduce all’attacco della ferrata.
La ripida salita finale che conduce all’attacco della ferrata.
La ripida salita finale che conduce all’attacco della ferrata.

Inizio ferrata q.1775
(Targa)  
Inizio ferrata q.1775
(Comincia subito verticale e attrezzata con cavo d’acciaio) 
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18

Panorama su Cortina d’Ampezzo
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18


Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18

Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18

Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18

Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18

Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Ferrata Sci Club 18
Uscita finale della ferrata Sci Club 18
Uscita finale della ferrata Sci Club 18

Targa all’uscita della ferrata.
Rifugio Faloria
Se alla fine della ferrata abbiamo preso subito il sentiero a destra senza andare al rifugio, in 3/4 minuti ci innestiamo sul largo CAI 212
Costruzione abbandonata sul CAI 212
Oltrepassata un evidente costruzione abbandonata di cui rimane solo lo scheletro, il sentiero si restringe in ripida
 discesa a zig-zag tra i pini mughi

Nessun commento:

Posta un commento