giovedì 28 gennaio 2016

Monte Misone (da Canale) E

Partiamo dal borgo medioevale di Canale e raggiungiamo il passo del Ballino, da quì risaliamo fino alla vetta del monte Misone con panorama a 360°, ritorno da Bastiani.

DATA: 6 dicembre 2015

PARTENZA: Usciamo da Riva del Garda in direzione di Arco con la SS.45 bis che lasciamo dopo circa un km prendendo a sinistra la SS.421, indicazioni per Tenno e la cascata del Varone. Arriviamo dopo 9,7 km a Villa del Monte, quindi lasciamo la SS.421 che conduce in breve al lago di Tenno e risaliamo a destra, cartelli indicano Canale e il rifugio San Pietro, ci fermiamo dopo 500 m al secondo tornante dove c’è un piccolo parcheggio.






Traccia reale del GPS sullo stralcio della carta IGM Istituto Geografico Militare tratto dal Geoportale nazionale


ITINERARIO: Canale q.483 (Dalla seconda curva a gomito risaliamo il camminamento che ci conduce dopo pochi metri al borgo medioevale di Canale, continuiamo a salire tra le strette vie dove notiamo i segni del CAI 406 che seguiamo)        Bivio q.615 (Siamo appena usciti dal borgo medioevale di Canale che è alle nostre spalle e c’è il bivio del largo CAI 406, cartelli assenti, segni sporadici: a destra risale, noi andiamo dritto in piano)        Carrozzabile q.605 (Innesto sulla carrozzabile, il CAI 406 la tiene a destra sempre in piano)        Frioc q.595 (Località Frioc, incrocio e cartelli: a sinistra c’è la stradina asfaltata che scende a Villa del Monte, dritto a sinistra è sbarrato e conduce in  località Mattoni, andiamo dritto su largo tracciato acciottolato evitando dopo pochi metri un tracciato secondario a destra)        Bivio q.601 (Cartelli: a sinistra si scende a un area pic-nic, noi andiamo dritto in piano sul largo tracciato CAI 406)       Bivio q.602 (Biforcazione dello stradello: dritto a sinistra c’è un cartello di divieto d’accesso per le auto e scende al lago di Tenno, noi andiamo dritto a destra sul CAI 406)        Bivio q.598 (Biforcazione dello stradello, cartelli assenti: dritto a sinistra scende al lago, noi andiamo dritto a destra in leggera salita)       Sbarra q.655 (Il largo tracciato CAI 406 curva a U e c’è la sbarra che impedisce l’accesso ai mezzi motorizzati)        Bivio q.701 (Località Terra Rossa, cartelli: a destra inizia il sentiero CAI 406/A per Bastiani e il rifugio San Pietro, noi andiamo dritto  sulla forestale CAI 406, indicazioni per Laghisoi, segni CAI sporadici)        Bivio q.730 (A destra in discesa c’è un sentiero non segnato, teniamo la forestale CAI 406)        Bivio q.790 (Cartelli assenti: a sinistra sale un sentiero non segnato, teniamo la forestale CAI 406)       Bivio q.812 (A sinistra c’è un sentiero non segnato, teniamo la forestale CAI 406)        Sbarra q.810 (Il CAI 406 ora inizia a scendere e oltrepassa una sbarra di ferro)     –    Capanno q.780 (Capanno di legno abbandonato, poco sotto si possono intravvedere le pozze d’acqua di Laghisoi)    –    Laghisoi q.790 (Località Laghisoi, bivio e cartelli: a destra il largo tracciato non è segnato, andiamo dritto e in breve ci innestiamo sulla carrozzabile in prossimità di un cancello d’ingresso di una casa)        Castil q.794 (Colonia e case vacanza, bivio e cartelli: a destra inizia un sentiero per la Grotta Camerone, noi continuiamo sul CAI 406 ora su stradina asfaltata)       Ballino q.755 (Arriviamo al paese di Ballino e ci innestiamo sulla SS.421, la prendiamo a destra in direzione dell’omonimo passo)        Bivio q.754 (A sinistra inizia la carrozzabile CAI 420 per malga Nardis, teniamo la  strada asfaltata SS.421)        Passo del Ballino q.763 (La tabella in loco lo quota erroneamente a 750 m. Deviazione: lasciamo la SS.421 e risaliamo a destra con la forestale CAI 432, cartelli)   –    Cercenà q.1100 (Località Cercenà, termina la forestale, il CAI 432 risale a destra per sentiero molto ripido e faticoso nel bosco)    –    Calcherola q.1585 (Al termine della ripidissima salita arriviamo al bivio con cartelli e l’innesto sul CAI 433, a sinistra conduce in dieci minuti alla malga di Fiavè, noi andiamo a destra verso il monte Misone ora su sentiero in falsopiano)     Malga Misone q.1675 (Grande malga con laghetto artificiale, incrocio: a sinistra una sterrate scende verso la Val Misone, noi oltrepassiamo il laghetto e c’è il bivio con cartelli, a destra c’è il CAI 412 in falsopiano per la Sella di Castiol, noi risaliamo dritto per sentierino che è la via normale per il monte Misone, segni CAI)       Bivio q.1642 (Un sentierino non segnato prosegue dritto, il sentiero CAI curva a gomito a sinistra cambiando direzione, est)       Monte Misone q.1803 (Libro e croce di vetta, panorama a 360°, ritorniamo sui nostri passi)    –    Bivio q.1642       Malga Misone q.1675 (Ora prendiamo il sentiero CAI 412 a sinistra per la sella di Castiol)    –    Sella di Castiol q.1350 (Cartelli assenti. Il sentiero CAI 412 attraversa lo stretto passaggio della sella di Castiol e portandosi nel versante opposto inizia a scendere molto ripidamente)        Forestale q.992 (Al termine della ripidissima discesa, il CAI 412 diventa un largo tracciato in piano con pietrisco)      Bivio q.983 (Bivio del largo tracciato, a sinistra non è segnato, il CAI 412 continua a destra)        Forestale q.958 (Innesto sulla larga forestale CAI 410, cartelli: a sinistra conduce a Prà della Vespana, noi andiamo a destra verso il rifugio San Pietro)       Calino q.545 (Ignoriamo una sterrata a destra e continuiamo ora su carrozzabile che in breve diventa asfaltata oltrepassando le case vacanza di Calino)       Bivio q.938 (Innesto sul CAI 406, cartelli: dritto a sinistra inizia la forestale per il rifugio San Pietro, noi teniamo la strada asfaltata, indicazioni per Bastiani e Canale)       Deviazione q.925 (Lasciamo la strada asfaltata, il CAI 406 scende a destra oltrepassando la vicina casa ristrutturata e continua su sentiero inoltrandosi nel bosco, cartelli)        Bastiani q.854 (Vecchia casa ristrutturata, cartelli e incrocio: a sinistra c’è la strada d’accesso, a destra prosegue come carrozzabile CAI 406/A per Mena e il lago di Tenno, noi teniamo il CAI 406 che continua su sentiero di fianco la casa e in breve costeggia un muretto di sasso)      Bivio q.822 (Ci siamo appena inoltrati nel bosco, cartelli assenti: a destra il sentiero non segnato sale, noi teniamo il CAI 406 in discesa)      Casotto q.798 (Abbandonato)      Bivio q.630 (Cartelli assenti: a sinistra il sentiero in falsopiano conduce a Calvola, continuiamo sul CAI 406)      Bivio q.615 (Chiudiamo l’anello, andiamo a sinistra e in breve attraversiamo il vecchio borgo di Canale)        Canale q.483.

 
DISLIVELLO TOTALE: 1440 m
QUOTA MASSIMA: Monte Misone q.1803
LUNGHEZZA: 19 km
DIFFICOLTA: E
 

NOTE:


Sentieri



- Generalmente molto frequentata, la cima del Monte Misone offre un panorama a 360° dalla catena del monte Baldo al gruppo dell’Adamello-Presanella.
- Prestare attenzione nella ripidissima discesa del CAI 412 dalla sella del Castiol, sdrucciolevole e scivolosa causa le foglie secche.

Fonti
- Fonte a Castil.
- Fonte al paese di Ballino di fronte alla chiesa.


TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Canale
0,00
Calcherola
3,20
Bivio q.615
0,05
Malga Misone
3,32
Carrozzabile q.605
0,07
Bivio q.1642
/
Frioc
0,10
Monte Misone
4,00
Bivio q.601
0,14
Bivio q.1642
/
Bivio q.602
0,15
Malga Misone
/
Bivio q.598
0,25
Sella di Castiol
4,57
Sbarra q.655
0,33
Forestale q.992
5,33
Bivio q.701
0,40
Bivio q.983
5,35
Bivio q.730
0,45
Forestale q.958
5,37
Bivio q.790
0,53
Calino
5,40
Bivio q.812
0,56
Bivio q.938
5,43
Sbarra q.810
0,58
Deviazione q.925
5,47
Capanno q.780
1,03
Bastiani
5,53
Laghisoi
1,06
Bivio q.822
5,57
Castil
1,13
Casotto q.798
/
Ballino
1,20
Bivio q.630
6,15
Bivio q.754
1,29
Bivio q.615
/
Passo del Ballino
1,36
Canale
6,23
Cercenà
2,18







Canale q.483 (Dalla seconda curva a gomito risaliamo il camminamento che ci conduce dopo pochi metri al borgo medioevale di Canale)
Canale q.483 (Dalla seconda curva a gomito risaliamo il camminamento che ci conduce dopo pochi metri al borgo medioevale di Canale)
Il borgo medioevale di Canale
(Continuiamo a salire tra le strette vie)
Il borgo medioevale di Canale
(Continuiamo a salire tra le strette vie)
Il borgo medioevale di Canale
(Continuiamo a salire tra le strette vie)
Il borgo medioevale di Canale
(Continuiamo a salire tra le strette vie)

Il borgo medioevale di Canale
Il borgo medioevale di Canale
Bivio q.615 (Siamo appena usciti dal borgo medioevale di Canale che è alle nostre spalle e in breve c’è il bivio del largo CAI 406)   
Sul largo CAI 406 in piano 
Il borgo di Canale alle nostre spalle
Carrozzabile q.605 (Innesto sulla carrozzabile)

Frioc q.595 (Località Frioc, incrocio e cartelli, andiamo dritto su largo tracciato acciottolato CAI 406)
Su largo tracciato acciottolato CAI 406
Bivio q.602 (Biforcazione dello stradello: dritto a sinistra c’è un cartello di divieto d’accesso per le auto e scende al lago di Tenno, noi andiamo dritto a destra sul CAI 406)   
Il lago di Tenno sotto di noi
Bivio q.598 (Biforcazione dello stradello, cartelli assenti: dritto a sinistra scende al lago, noi andiamo dritto a destra in leggera salita)
Forestale CAI 406

Sbarra q.810
(Il CAI 406 ora inizia a scendere e oltrepassa una sbarra di ferro)
Capanno q.780 (Capanno di legno abbandonato)
Capanno q.780 (Capanno di legno abbandonato)
Castil q.794 (Colonia e case vacanza)
Fonte a Castil
Arrivo al paese di Ballino

Chiesa a Ballino
Chiesa a Ballino (L’orologio del campanile)
Chiesa a Ballino
Chiesa a Ballino
Ballino (Presepe galleggiante nella fonte)
Ballino (Presepe galleggiante nella fonte)

Sulla SS.421 (Ci lasciamo Ballino alle spalle)  
Passo del Ballino
Dal Passo del Ballino lasciamo la SS.421 e risaliamo la forestale CAI 432.
Da Cercenà il CAI 432 prosegue su sentiero
CAI 432
CAI 432

Calcherola q.1585 (Al termine della ripidissima salita arriviamo al bivio con cartelli e l’innesto sul CAI 433, a sinistra conduce in dieci minuti alla malga di Fiavè, noi andiamo a destra verso il monte Misone ora su sentiero in falsopiano)
Calcherola q.1585 (Cartelli)  
Arrivo a Malga Misone
Malga Misone q.1675
Malga Misone q.1675
Arrivo alla vetta del monte Misone

Monte Misone q.1803
Monte Misone q.1803
Monte Misone q.1803 (Panorama sul Carè Alto)
Monte Misone q.1803 (Panorama sul Palon e le cime del Bondone)

Ritorniamo alla malga Misone
Il sentiero CAI 412 per la sella di Castiol
Il sentiero CAI 412 per la sella di Castiol
Forestale q.992 (Al termine della ripidissima discesa, il CAI 412 diventa un largo tracciato in piano con pietrisco)
Sulla larga forestale CAI 410 che conduce alle case di Calino
Le case vacanza di Calino

Bivio q.938 (Innesto sul CAI 406, cartelli: dritto a sinistra inizia la forestale per il rifugio San Pietro, noi teniamo la strada asfaltata, indicazioni per Bastiani e Canale)
Deviazione q.925 (Lasciamo la strada asfaltata, il CAI 406 scende a destra oltrepassando la vicina casa ristrutturata e continua su sentiero inoltrandosi nel bosco, cartelli)
Deviazione q.925 (Lasciamo la strada asfaltata, il CAI 406 scende a destra oltrepassando la vicina casa ristrutturata e continua su sentiero inoltrandosi nel bosco, cartelli)
Arrivo a Bastiani
Bastiani
Bastiani q.854 (Vecchia casa ristrutturata)

Bastiani
Bastiani q.854 (Teniamo il CAI 406 che continua su sentiero di fianco la casa e in breve costeggia un muretto di sasso)
Il CAI 406 che da Bastiani scende a Canale
Casotto q.798 (Abbandonato)









2 commenti:

  1. Wow! Fantastico tour, Christian! Ti ringrazio molto per avermi condotto a questa pubblicazione tua. E 'stato un piacere il visitare la zona attraverso i tuoi percorsi di trekking. Purtroppo noi, i turisti stranieri non possiamo godere di questi percorsi Italia, sarebbe impossibile per una questione di tempo, ma è sempre un piacere di goderli attraverso le pagine di coloro che possono farlo come te. Grande abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dall'amore per l'Italia che si evidenzia dal tuo blog, sicuramente sei più "italiana" te di noi !!!

      Elimina