venerdì 2 febbraio 2018

Monte Altissimo di Nago (da San Giacomo) EEAI


Ascesa invernale al monte Altissimo di Nago (Gruppo del monte Baldo, Trentino Alto Adige) partendo dal paese di San Giacomo.

DATA: 5 gennaio 2018

PARTENZA: Con l’autostrada A.22 usciamo al casello Ala-Avio e ci innestiamo sulla SP.90 andando a sinistra in direzione di Avio che raggiungiamo dopo 3 km. Aggiriamo il centro del paese che ci rimane sulla nostra destra e seguiamo l’indicazione per “monte Baldo” prendendo la SP.208 che inizia a risalire ripidamente, poi in seguito le indicazioni per Brentonico e San Valentino. Dopo circa 19,5 km dal casello autostradale superiamo gli impianti di risalita del “Sole del Baldo” e ci innestiamo sulla SP.3, a sinistra conduce all’abitato di San Valentino, noi andiamo a destra con la strada che scende a San Giacomo e 500 metri prima di arrivare al paese, in corrispondenza della curva a U, inizia il CAI 633 indicato da cartelli presso una piccola piazzola in località Val de Vic.






Stralcio della mappa interattiva Kompass dal sito  http://www.kompass.de/touren-und-regionen/wanderkarte/

ITINERARIO: Val de Vic q.1173 (Dalla piazzola sulla curva a U che precede il paese di San Giacomo, iniziamo a percorrere la sterrata CAI 633 o Strada della Cavalpea che risale parallela al fosso d’acqua sulla nostra sinistra e alla recinzione alla nostra destra)   -   Casa q.1224 (Grande casa vacanze sulla nostra destra, continuiamo a salire)  -  Presa d’acqua q.1242 (Oltrepassiamo anche il fosso d’acqua che segue, poi costeggiando la recinzione ignoriamo dopo pochi metri il sentiero che sale a destra e continuiamo virando a sinistra in salita sul CAI 633 in vista della soprastante casina)  -  Casa q.1274 (Piccola casa vacanze in loco quotata erroneamente 1295 metri, in breve il sentiero CAI 633 entra nel bosco)   -  Presa d’acqua q.1444   -  Presa d’acqua q.1474 (Superata anche questa presa d’acqua in breve usciamo dal bosco)   -     Presa d’acqua q.1532 (Usciamo dal bosco e percorriamo l’ampia vallata con direzione nord/ovest a circa 10/15 metri dalla presa d’acqua situata sulla nostra sinistra, in questo tratto si unisce anche il CAI 650 proveniente da malga Bes ma non vi sono indicazioni e non lo notiamo, si procede a vista e senza traccia obbligata)      Bocca del Creer q.1617 (Risalita la testata della vallata raggiungiamo la strada asfaltata SP.208 che nel periodo invernale è interdetta al transito delle auto, qui è situato il rifugio Graziani dietro il quale iniziamo a percorrere la sterrata CAI 633/CAI 650, cartelli)        Bivio q.1637 (Siamo appena dietro il rifugio Graziani e la sterrata si biforca, quella principale prosegue dritto in piano ed è CAI 650 per malga Campo, noi teniamo il CAI 633 a sinistra in salita che procede a zig-zag, è la vecchia stradina militare di accesso alla cima del monte Altissimo, in seguito in base al manto nevoso alcuni tratti possono scomparire e a nostro piacimento possiamo tagliare alcuni tornanti)    –    Bivio q.1990 (Località Busa Brodeghera, cartelli: a sinistra scende la mulattiera CAI 651, continuiamo a salire sulla stradina militare CAI 633)      Monte Altissimo di Nago q.2079 (Appena sotto la cima di monte Altissimo è situato il rifugio Damiano Chiesa dal quale iniziamo a scendere attraverso il CAI 622 che procede inizialmente a mezzacosta con direzione nord/est, cartelli)    -    Quota 1863 (Il CAI 622 in breve scende con direzione est percorrendo una dorsale, attenzione alle cornici di neve perché sulla sinistra precipita, e arriviamo a un punto con cartelli, ora il CAI 622 estivo continuerebbe per la Bocca di Paltrane, mentre d’inverno tagliamo mantenendo la direzione e dopo un breve tratto con pini mughi scendiamo a vista l’ampio e ripido pendio puntando alla ben visibile malga Campo sotto di noi)  -   Malga Campo q.1635 (Arrivati alla grande malga Campo andiamo a destra percorrendo la sterrata in piano probabilmente invisibile causa neve per poche decine di metri arrivando a un recinto circolare dove vi sono i cartelli CAI, quindi iniziamo a scendere tenendo il CAI 622 che continua a sinistra della recinzione in direzione di uno sperone roccioso, sud/est)  -  Rudere q.1544 (Del rudere rimangono pochi muri non molto evidenti, continuiamo a scendere a vista con direzione sud/est e in breve possiamo notare l’abbeveratoio sottostante)  -  Fonte/abbeveratoio q.1494 (Vecchio abbeveratoio di metallo su un piccolo pianoro, tenendocelo alla nostra sinistra scendiamo virando a destra, sud, arrivando in breve a una tabella, da qui il CAI 622 continua a sinistra ripassando di fatto sotto la fonte/abbeveratoio per inoltrarsi nel bosco)  -  Radura q.1288 (Al termine della discesa usciamo dal bosco presso una grande radura, tabella e cartelli, il paese è poco sotto di noi e probabilmente lo potremmo raggiungere anche a vista, il CAI 622 attraversa la radura stando a sinistra, direzione sud/est)   -  Mas dei Girardei q.1268 (Bed and breakfast. Ora scendiamo con la carrozzabile d’accesso fino arrivare al paese)   -  San Giacomo q.1196 (Al termine della discesa la carrozzabile diventa asfaltata e attraversa le prime case di San Giacomo e il residence Monte Baldo fino innestarci sulla SP.3 in corrispondenza del vecchio oratorio, andiamo a destra e appena lasciato il paese arriviamo all’auto)   -  Val de Vic q.1173

DISLIVELLO TOTALE: 900 m.
QUOTA MASSIMA: Monte Altissimo q.2079
LUNGHEZZA: 10,5 km
DIFFICOLTA: EEAI


NOTE:

Sentieri


- Itinerario e sentieri molto frequentati da sci alpinisti e ciaspole
- Neve 30 cm, temperatura -2°
Rifugi-
Bivacchi
- Il rifugio Graziani è aperto anche nel periodo invernale
- Nel periodo invernale l’apertura del rifugio Damiano Chiesa sul monte Altissimo di Nago è da verificare al momento, il locale invernale è sempre aperto.

Fonti

- Fonte/abbeveratoio q.1494 sul CAI 622 che scende dalla malga Campo verso San Giacomo
- Fonte a San Giacomo



TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
Val de Vic
0,00
Casa q.1224
0,08
Presa d’acqua q.1242
0,10
Casa q.1274
0,13
Presa d’acqua q.1444
0,35
Presa d’acqua q.1474  
0,39
Presa d’acqua q.1532
0,49
Bocca del Creer
1,05
Bivio q.1637
1,08
Bivio q.1990
2,16
Monte Altissimo
2,30
Quota 1863
2,54
Malga Campo
3,10
Rudere q.1544
3,20
Fonte q.1494
3,25
Radura
3,42
Mas dei Girardei
3,47
San Giacomo
3,55
Val de Vic
4,03




Val de Vic q.1173 (Dalla piazzola sulla curva a U che precede il paese di San Giacomo, iniziamo a percorrere la sterrata CAI 633 o Strada della Cavalpea)
Val de Vic q.1173 (Dalla piazzola sulla curva a U che precede il paese di San Giacomo, iniziamo a percorrere la sterrata CAI 633 o Strada della Cavalpea)
Val de Vic q.1173 (Dalla piazzola sulla curva a U che precede il paese di San Giacomo, iniziamo a percorrere la sterrata CAI 633 o Strada della Cavalpea)
La sterrata CAI 633 o Strada della Cavalpea che risale parallela al fosso d’acqua sulla nostra sinistra e alla recinzione alla nostra destra
Casa q.1224 (Grande casa vacanze sulla nostra destra, continuiamo a salire)
Presa d’acqua q.1242

Casa q.1274 (Piccola casa vacanze)
Casa q.1274 (Piccola casa vacanze)
CAI 633
Presa d’acqua q.1532 (Usciamo dal bosco e percorriamo l’ampia vallata con direzione nord/ovest a circa 10/15 metri dalla presa d’acqua situata sulla nostra sinistra)
Percorriamo l’ampia vallata con direzione nord/ovest, si procede a vista e senza traccia obbligata 

Bocca del Creer q.1617 (Risalita la testata della vallata raggiungiamo la strada asfaltata SP.208 che nel periodo invernale è interdetta al transito delle auto, qui è situato il rifugio Graziani dietro il quale iniziamo a percorrere la sterrata CAI 633/CAI 650)
Bocca del Creer e il rifugio Graziani sotto di noi
Sul CAI 633 che dal rifugio Graziani sale al monte Altissimo
In base al manto nevoso alcuni tratti possono scomparire e a nostro piacimento possiamo tagliare alcuni tornanti

Sul CAI 633 che dal rifugio Graziani sale al monte Altissimo
Sul CAI 633 che dal rifugio Graziani sale al monte Altissimo
Sul CAI 633 che dal rifugio Graziani sale al monte Altissimo

Monte Altissimo di Nago q.2079
Monte Altissimo di Nago q.2079 (Sotto di noi c’è Riva del Garda e il promontorio del monte Brione)
Monte Altissimo di Nago q.2079 (Appena sotto la cima di monte Altissimo è situato il rifugio Damiano Chiesa)
Il rifugio Damiano Chiesa
Il rifugio Damiano Chiesa
La piccola cappella situata nelle immediate vicinanze del rifugio Damiano Chiesa

Zoomata sul Carè Alto nelle Alpi Retiche
Dal rifugio Damiano Chiesa iniziamo a scendere attraverso il CAI 622 che procede inizialmente a mezzacosta con direzione nord/est
Il CAI 622 in breve scende con direzione est percorrendo una dorsale, attenzione alle cornici di neve

Il CAI 622 in breve scende con direzione est percorrendo una dorsale, attenzione alle cornici di neve
Arrivati alla Quota 1863 tagliamo mantenendo la direzione e dopo un breve tratto con pini mughi scendiamo a vista l’ampio e ripido pendio puntando alla ben visibile malga Campo sotto di noi
Malga Campo q.1635
Arrivati alla grande malga Campo andiamo a destra percorrendo la sterrata in piano probabilmente invisibile causa neve per poche decine di metri arrivando a un recinto circolare dove vi sono i cartelli CAI

Il CAI 622 che continua dopo avere lasciato la malga Campo
Fonte/abbeveratoio q.1494 (Vecchio abbeveratoio di metallo)
CAI 622
CAI 622
Arrivo alle prime case di San Giacomo
L’oratorio di San Giacomo





Nessun commento:

Posta un commento