lunedì 4 giugno 2018

Punta Beltovo di Dentro (E)

Punta Beltovo di Dentro (Gruppo Ortles/Cevedale) è sicuramente una delle cime over 3000 più facili di tutte le alpi, generalmente è risalita dal rifugio Città di Milano raggiungibile con la funivia da Solda, con un dislivello di 750 m e attraverso le piste da sci si arriva alla cima. L’ascesa dalla val Martello invece è sicuramente più gratificante, sempre priva di difficoltà ma con un dislivello totale di 1250 m che comporta un maggior impegno fisico.
 
DATA: 7 agosto 2017

PARTENZA: Sulla SS.38 della val Venosta (Trentino Alto Adige) arriviamo al paese di Coldrano dove lasciamo la statale e risaliamo la val Martello oltrepassando il lago di Gioveretto (diga) fino al suo termine poco dopo l’albergo Genziana (parcheggi a pagamento, 23 km dalla SS.38 della val Venosta).







Stralcio della mappa interattiva openstreetmap tratta dal sito http://www.openstreetmap.org

ITINERARIO: Partenza q.2073 (Al termine della strada asfaltata dopo l’albergo Genziana, iniziamo percorrendo il frequentato sentiero CAI 151 per il rifugio Corsi, cartelli)      Bivio q.2175 (Cartelli: oltrepassato il secondo grande ponte che incontriamo, lasciamo il largo e frequentato sentiero che continua per il rifugio Corsi come CAI 103, noi stiamo sul CAI 151 che a destra attraversa una staccionata e risale per sentierino, indicazioni sempre per il rifugio Corsi)      Bivio q.2256 (Bivio del CAI 151, a sinistra in breve conduce al rifugio Corsi, lo teniamo a destra a mezzacosta)     Bivio q.2280 (Dopo pochi minuti dal bivio precedente il sentiero si biforca, dritto a destra è più largo, senza segni e continua a mezzacosta, il nostro CAI 151 risale a sinistra e continua poco sopra)   –   Ponte q.2326 (Ponticello sul rio Madriccio, lo attraversiamo e il CAI 151 risale dalla parte opposta)     Bivio q.2350 (Segni su una roccia: a destra una traccia risale il verde pendio di Giglnorder e conduce nella val Peder, indicazioni “Pedertal”, stiamo sul CAI 151 che risale la val Madriccio parallelo al sottostante torrente, direzione ovest)       Ponte q.2447 (Ponticello su un affluente del rio Madriccio, dopo averlo attraversato in breve iniziamo a risalire a zig-zag una piccola dorsale sempre mantenendo la direzione ovest)   –    Passo del Madriccio q.3123 (Cartelli e “binocolo panoramico”. Lasciamo il CAI 151 che mantenendo la direzione scende nel versante opposto alla funivia “Solda” e al rifugio Città di Milano, noi iniziamo a risalire il crinale alla nostra destra, direzione nord, su esile traccia negli sfasciumi rocciosi, segni assenti)     Punta Beltovo di Dentro q.3325 (Sull’ampia cima alcuni omini di sasso e piccoli ripetitori, panorama a 360° sulle principali vette, torniamo sui nostri passi)      Passo del Madriccio q.3123      Ponte q.2447   Bivio q.2350      Ponte q.2326     Bivio q.2280     Bivio q.2256     Bivio q.2175    Arrivo q.2073.
 

DISLIVELLO TOTALE: 1250 m
QUOTA MASSIMA: Punta Beltovo di Dentro q.3325
LUNGHEZZA: 13,3 km
DIFFICOLTA: E


NOTE:



Sentieri



- Punta Beltovo di Dentro è sicuramente una delle cime over 3000 più facili di tutte le alpi, generalmente è risalita dal rifugio Città di Milano raggiungibile con la funivia da Solda, con un dislivello di 750 m attraverso le piste da sci si arriva alla cima. L’ascesa dalla val Martello invece è sicuramente più gratificante, sempre priva di difficoltà ma con un dislivello totale di 1250 m che comporta un maggior impegno fisico.



TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
Partenza
0,00
Bivio q.2175
0,15
Bivio q.2256
0,25
Bivio q.2280
0,29
Ponte q.2326
0,36
Bivio q.2350
0,39
Ponte q.2447
0,53
Passo del Madriccio
2,15
Punta Beltovo di Dentro
2,45
Passo del Madriccio
/
Ponte q.2447
/
Bivio q.2350
/
Ponte q.2326
/
Bivio q.2280
/
Bivio q.2256
/
Bivio q.2175
/
Arrivo
5,05




Partenza q.2073 (Al termine della strada asfaltata dopo l’albergo Genziana, iniziamo percorrendo il frequentato sentiero CAI 151 per il rifugio Corsi, cartelli)
Percorrendo il frequentato sentiero CAI 151 per il rifugio Corsi
 Oltrepassato il secondo grande ponte che incontriamo, arriviamo al Bivio q.2175
Bivio q.2175 (Lasciamo il largo e frequentato sentiero che continua per il rifugio Corsi come CAI 103, noi stiamo sul CAI 151 che a destra attraversa una staccionata e risale per sentierino, indicazioni sempre per il rifugio Corsi)
Zoomata sul rifugio Corsi
Sul CAI 151

Sul CAI 151
La valle Madriccio
Ponte q.2326 (Ponticello sul rio Madriccio)
Sul CAI 151 che risale la valle Madriccio
Sul CAI 151 che risale la valle Madriccio

Sul CAI 151 che risale la valle Madriccio
Sul CAI 151 che risale la valle Madriccio
Passo del Madriccio q.3123
Passo del Madriccio q.3123

Passo del Madriccio q.3123 (Binocolo panoramico)
Panorama dal passo del Madriccio q.3123: da sinistra il Gran Zebrù, il monte Zebrù e l’Ortles 
Panorama dal passo del Madriccio q.3123 sulla valle Madriccio che abbiamo risalito

Dal passo del Madriccio q.3123 iniziamo a risalire il crinale alla nostra destra, direzione nord, su esile traccia negli sfasciumi rocciosi, segni assenti
Dal passo del Madriccio q.3123 iniziamo a risalire il crinale alla nostra destra, direzione nord, su esile traccia negli sfasciumi rocciosi, segni assenti
Punta Beltovo di Dentro q.3325 (Alle nostre spalle partendo da sinistra c’è il Gran Zebrù, il monte Zebrù e l’Ortles)
Punta Beltovo di Dentro q.3325 (Zoomata sulla cima del Gran Zebrù)

Punta Beltovo di Dentro q.3325 (Zoomata sulla cima del monte Zebrù)
Punta Beltovo di Dentro q.3325 (Zoomata sulla cima dell’Ortles q.3905)
Punta Beltovo di Dentro q.3325 (Alle mie spalle panorama sullo Zuffal e sul Cevedale)

Punta Beltovo di Dentro q.3325 (Zoomata sulle cime dello Zuffal a sinistra e del Cevedale a destra)
Ritorno per la valle Madriccio
Ovini al pascolo







Nessun commento:

Posta un commento