domenica 3 febbraio 2013

Dal passo di Campogrosso al rifugio Bertagnoli (via Fumante) EE

Trekking di 2 giorni nelle piccole dolomiti. Il 1°giorno dal passo Campogrosso attraverso il Fumante, Zevola e Tre Croci, il 2° giorno la ferrata Viali al monte Gramolon (eventualmente la si può evitare) e ritorno per il rifugio Battisti (EE il 1° giorno, EEA il 2° giorno)  Vai al 2°giorno

DATA:  26 giugno 2011

PARTENZA:  Da Recoaro Terme (Veneto) saliamo al passo Campogrosso (circa 11,5 km) oltrepassando di 200 metri l’omonimo rifugio, sulla sinistra inizia segnalato da cartelli il CAI 157.




Carta topografica scala 1:25000 Pasubio-Carega foglio 1 (sezioni vicentine del CAI)

ITINERARIO :  Partenza q.1453 (Oltrepassato il rifugio Campogrosso di 200 metri prendiamo il CAI 157 a sinistra)   –    Bivio q.1455 (Dopo pochi minuti tralasciamo il sentiero a sinistra con cartello che indica “I Anello Storico” e proseguiamo con il CAI 157)            Buse Scure q.1475 (Bivio e cartello: a sinistra il CAI 143/A, noi dritto per CAI 157)          Bivio q.1540 ( A destra prosegue il CAI 157, noi dritto ora per CAI 195 che sale attraverso dei pini mughi verso le pareti del Fumante)             Bivio q.1795 ( Attraversata alla base della parete del Fumante una stretta “fessura” inizia una ripida salita per sentiero ghiaioso. Cento metri prima di arrivare sul crinale alla nostra sinistra inizia in falsopiano il CAI 105 per la ferrata del Vajo Scuro. Il bivio è poco evidente, noi comunque ci teniamo sempre in ripida salita con il CAI 195)          Forcella Lovaraste q.1895 (Siamo arrivati sul crinale, alla nostra sinistra a poca distanza c’è l’aguzza Punta Lovaraste sormontata da una grande croce metallica, noi proseguiamo a destra con il CAI 195 che sale qualche roccetta)           Bivio q.2028 (A destra c’è il CAI 196 che passa nel versante ovest di monte Obante verso il monte Carega, noi teniamo il CAI 195 non molto evidente e poco segnato che inizia a scendere ripidamente costeggiando dei pini mughi su pietraia con direzione sud/ovest)         Bivio q.1906 (C’innestiamo nel CAI 109 su largo sentiero ghiaioso, lo prendiamo a sinistra)        Bivio q.1862 (Il CAI 109 prosegue e in breve oltrepassa una piccola scultura metallica in memoria, noi invece scendiamo ripidamente a sinistra sempre per largo sentiero ghiaioso, entrambi comunque portano al sottostante rifugio Scalorbi. Nessun cartello)          Rifugio Scalorbi q.1767 (Dal rifugio prendiamo il CAI 182 per stradello militare che passa sopra la piccola cappella)   Bivio q.1858 ( A sinistra dello stradello c’è il CAI 111/CAI 113 che scendono al rifugio Battisti, noi teniamo il CAI 182)      Passo  Plische q.1897 (Ora il CAI 182 da stradello si restringe a sentierino che prosegue in falsopiano con direzione sud)    –     Passo  Tre Croci q.1716 (Ci arriviamo dopo una ripida discesa con il sentierino CAI 182 tra i mughi. Cartelli e incrocio: a sinistra scende il CAI 110 per il rifugio Battisti, a destra il CAI 190, noi proseguiamo dritto in leggera salita che ora è CAI 202)    –     Passo  Zevola q.1840 (Ottimo punto panoramico verso il Carega)          Bivio q.1799 (Cartelli: dritto in salita c’è il CAI 282 per Giazza, noi teniamo il CAI 202 dritto in discesa con il sentiero che si allarga a sterrata)          Fraselle di Sopra q.1630 (Piccola malga abbandonata. Bivio: sotto la malga nella vallata scende il CAI 280 verso malga Fraselle di Sotto che è ristrutturata, noi teniamo la sterrata CAI 202 che inizia a compiere un’ampia curva)         Bivio q.1630 (Bivio e cartelli a un minuto dalla malga Fraselle di Sopra: a sinistra sale il CAI 121 per il passo Ristele, noi dritto per sterrata)          Bivio q.1626 (Sull’ampia curva della sterrata CAI 202 a sinistra sale il CAI 211 per la vetta del monte Gramolon, proseguiamo sullo stradello)           Deviazione q.1574 (Lo stradello CAI 202 curva a gomito a sinistra attorno la parete rocciosa, noi lo lasciamo e scendiamo con sentiero gradinato al sottostante passo della Scagina)      Passo della Scagina q.1548 (Cartelli: a destra sopra la vallata di Fraselle c’è il CAI 205, noi scendiamo ripidamente a sinistra nel bosco con il CAI 221)          Bivio q.1410 (Alla nostra sinistra sale il CAI 210 o “sentiero Bepi Bertagnoli” che si ricollega al soprastante CAI 202, noi proseguiamo la discesa)           Ferrata Viali q.1275 (Cartello indica a sinistra la vicina parete dove inizia la ferrata Viali al Gramolon, il CAI 221 prosegue attraversando alcune passerelle in legno)    Rifugio Bertagnoli q.1248.
   
DISLIVELLO TOTALE:  1000 m
QUOTA MASSIMA:  2030 m
LUNGHEZZA:  11,8 km
DIFFICOLTA : EE

NOTE:




Sentieri



- Sporadica la segnatura lungo i sentieri, buoni i cartelli posti ad ogni bivio.
- Ripida e faticosa la salita dalle Buse Scure alla Forcella Lovaraste q.1895.
- Grandi difficoltà ci potrebbero essere solo nell’attraversare il gruppo del Fumante in caso di nebbia (d’estate   tutta la zona è spesso coperta da nuvole basse o nebbia, la sporadica segnatura non ci viene in aiuto).
- In estate il rifugio Scalorbi è uno dei più frequentati.
- Turistico il tratto tra il rifugio Scalorbi e il Bertagnoli attraverso i Passi Tre Croci, Zevola e Scagina (tratti piani con sali-scendi poco faticosi)

                                                                                      

TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Partenza q.1453
0,00
Passo  Tre Croci
3,13
Bivio q.1455
/
Passo  Zevola
3,38
Buse Scure
0,12
Bivio q.1799
3,44
Bivio q.1540
0,26
Fraselle di Sopra
4,07
Bivio q.1795
1,06
Bivio q.1630
4,08
Forcella Lovaraste
1,20
Bivio q.1626
4,12
Bivio q.2028
/
Deviazione q.1574
4,25
Bivio q.1906
2,10
Passo della Scagina
4,27
Bivio q.1062
2,17
Bivio q.1410
4,41
Rifugio Scalorbi
2,25
Ferrata Viali q.1275
4,56
Bivio q.1858
2,40
Rifugio Bertagnoli
5,05
Passo  Plische
/







 
Partenza dal passo Campogrosso
Partenza dal passo Campogrosso
Maestà poco sopra il CAI 157
Il CAI 157
Panorama verso il Fumante
Monte Cornetto in fondo a destra visto dal CAI 157

Sul CAI 195 verso le pareti del Fumante dopo
avere passato il Bivio q.1540
Sul CAI 195 verso le pareti del Fumante dopo
avere passato il Bivio q.1540
Sul CAI 195 verso le pareti del Fumante dopo
avere passato il Bivio q.1540
Guglie di roccia
Stretta fessura nella roccia dove passa il CAI 195
Stretta fessura nella roccia dove passa il CAI 195

Cima Lovaraste
Cima Lovaraste
Roccette dopo avere lasciato la Forcella Lovaraste
Sul CAI 195 dopo avere lasciato Forcella Lovaraste
(dietro di me l’aguzza Cima Lovaraste)
Panorama dal CAI 195 passata Forcella Lovaraste
Panorama dal CAI 195 passata Forcella Lovaraste
verso il Passo Campogrosso

Sul CAI 195 attraverso il Fumante
Sul CAI 195 attraverso il Fumante
Sul CAI 195 attraverso il Fumante
Sul CAI 195 attraverso il Fumante
Sul CAI 195 attraverso il Fumante
Sul CAI 195 attraverso il Fumante

Panorama dal Bivio q.2028 prima che inizi a scendere


Panorama dal CAI 182 sul rifugio Scalorbi dopo averlo lasciato(sulla sinistra il Carega)

Discesa verso il rifugio Scalorbi
Il rifugio Scalorbi
Il rifugio Scalorbi
Cappella al rifugio Scalorbi
Sul CAI 182 dopo avere lasciato il rifugio Scalorbi
Sul CAI 182 dopo avere lasciato il rifugio Scalorbi

Il Passo Pertica visto dal CAI 182 
Zoomata sul rifugio Revolto dal CAI 182
Sul CAI 182 
Sul CAI 182 (panorama verso il passo Tre Croci )
Al Passo Tre Croci
Al Passo Zevola

Discesa dal Passo Zevola verso Fraselle di Sopra
Zoomata dal CAI 202 verso Fraselle di Sotto
Panorama dal CAI 202 in prossimità di Fraselle di Sopra

La malga abbandonata di Fraselle di Sopra
La malga abbandonata di Fraselle di Sopra
Lasciamo Fraselle di Sopra
Lasciamo Fraselle di Sopra
Al Passo della Scagina
Al Passo della Scagina

Rifugio Bertagnoli
Rifugio Bertagnoli
Rifugio Bertagnoli
Rifugio Bertagnoli
Rifugio Bertagnoli


Nessun commento:

Posta un commento