mercoledì 2 luglio 2014

Corno Battisti e il monte Testo (E)

Nel gruppo del Pasubio con la traversata del Corno Battisti e del monte Testo, partendo dal paese di Anghebeni fino ad arrivare al rifugio Lancia.

DATA: 8 giugno 2014

PARTENZA: Con l’autostrada A22 usciamo al casello di Rovereto sud e andiamo al paese di Rovereto (circa 5 km dal casello), da qui prendiamo la SS.46 che risale in direzione di Vallarsa e Vicenza arrivando dopo altri 15 km al paesino di Anghebeni. Dopo 50/60 metri avere oltrepassato la stazione dei vigili del fuoco e un distributore di benzina, lasciamo la SS.46 e risaliamo a sinistra con una stradina asfaltata senza nome che termina dopo circa 1 km in località Ca’d’Austria.



Visualizza Corno Battisti e il monte Testo in una mappa di dimensioni maggiori

 Stralcio della carta IGM Istituto Geografico Militare tratto dal Geoportale nazionale

ITINERARIO: Ca’ d’Austria q.672 (Termina l’asfaltata e dritto si prosegue come carrozzabile che sarà il nostro ritorno, iniziamo con il sentiero CAI 122/B a sinistra in salita nel bosco, errata la quota riportata sul cartello)       Bivio q.774 (Dopo poche decine di metri il CAI 122/B curva a sinistra, mentre dritto in breve termina. In seguito arrivati a un sentiero detritico, il CAI 122/B si mantiene a destra nel bosco e parallelo allo stesso, comunque entrambi si ricongiungono poco sopra)        Bivio q.1127(Cartelli assenti: a destra c’è un sentiero non segnato in falsopiano, il CAI 122/B va a sinistra aggirando due grosse rocce)       Baita q.1360 (Usciamo dal bosco e poco sopra di noi nel verde pendio c’è la baita, proseguiamo con il CAI 122/B che s’inoltra di nuovo nel bosco)    –     Bivio q.1405 (Bivio e cartelli nel bosco tra i promontori quotati rispettivamente 1421 e 1434 da IGM. Innesto sul CAI 122: a sinistra conduce al paese di Valmorbia, noi andiamo a destra in falsopiano)        Sella della Trappola q.1425 (Quotata in loco erroneamente a 1434 m. A sinistra il CAI 122 scende a Tezze e Valmorbia, noi andiamo dritto in salita nel bosco sempre sul CAI 122 ora anche sentiero “Franco Galli”, indicazioni per il Corno Battisti, in breve iniziano dei facili tratti attrezzati e dei brevi passaggi in galleria, testimonianze della grande guerra)        Bivio q.1520 (Lasciamo momentaneamente il CAI 122 e risaliamo la paretina a sinistra con passaggio scalinato nella roccia, cartello indica il “Cappello di Pulcinella”)       Cappello di Pulcinella q.1550 (Chiamato anche “Cappuccio di Pulcinella”. Torrione roccioso con testimonianze della grande guerra, oltrepassata una breve galleria c’è il punto panoramico, torniamo sui nostri passi)       Bivio q.1520 (Riprendiamo a percorrere il CAI 122 che aggira il versante occidentale del Corno Battisti)        Bocca del Leone q.1645 (Risaliamo la lunga galleria gradinata scavata dai soldati italiani e denominata “Bocca del Leone”, siamo nella parete della montagna e il passaggio è sempre illuminato da numerose aperture. Arrivati al grande fregio della “33° compagnia minatori” e “160° compagnia zappatori”, lasciamo la galleria che entra all’interno della buia montagna attrezzata con cavo d’acciaio, e aggiriamo a sinistra con una piccola cengia attrezzata che sale su una dorsale. Tralasciamo alla nostra destra l’entrata di una piccola galleria e continuiamo in salita sull’aperta dorsale CAI 122)        Sella Battisti q.1718 (Cartelli sul crinale: a sinistra il CAI 122 conduce alla bocchetta dei Foxi, noi andiamo a destra in leggera salita verso la vicina cima)         Corno Battisti q.1761 (Piccolo osservatorio sulla cima, torniamo sui nostri passi)       Sella Battisti q.1718          Bivio q.1740 (Sul bivio a volte identificato come la sella Battisti, ci sono due lapidi e un piccolo altare, in ricordo dei militari Cesare Battisti e Fabio Filzi. Bivio e cartelli: a sinistra con sentiero a mezzacosta inizia il CAI 119/B per il valico Menderle, noi teniamo il CAI 122 a destra con sentiero a mezzacosta in leggera salita)       Bocchetta dei Foxi q.1720 (Arriviamo alla larga sella erbosa, incrocio e cartelli: a destra in ripida discesa c’è il CAI 102 per la Ca’d’Austria che sarà il nostro ritorno, a sinistra il CAI 122 scende nella prateria verso la malga Zocchi, noi andiamo dritto sul CAI 102)        Bivio q.1725 (Cartelli a poche decine di metri dalla bocchetta dei Foxi: a destra il CAI 102 conduce alla bocchetta delle Corde, noi risaliamo a sinistra sul CAI 102/A attraverso una rada pineta, cartello indica il monte Testo)    –     Bivio q.1965 (Cartelli: lasciamo il CAI 102/A e risaliamo a destra, indicazioni per la vetta)         Monte Testo q.1998 (Punto panoramico, poco sotto sono situate delle trincee, torniamo sui nostri passi)     Bivio q.1965 (Riprendiamo a percorrere il CAI 102/A che ora inizia a scendere)        Bivio q.1915 (Cartelli: dritto il sentiero prosegue come CAI 102/B verso la bocchetta delle Corde, noi teniamo il CAI 102/A che curva a gomito a sinistra in discesa)        Bivio q.1830 (Cartelli: a sinistra inizia il “Sentiero delle Zie”, noi andiamo dritto)       Bivio q.1820 (A destra inizia il CAI 102 per la bocchetta delle Corde, noi teniamo il CAI 102/A in vista del rifugio)         Rifugio Lancia q.1805 (Sempre aperto nel periodo estivo, torniamo sui nostri passi)         Bivio q.1820 (Ora prendiamo il CAI 102 per la bocchetta delle Corde che inizialmente aggira tutta la vallata sotto il rifugio Lancia)        Bivio q.1894 (Cartelli in prossimità della bocchetta delle Corde: a destra inizia il CAI 102/B che si ricollega al CAI 102/A proveniente dal monte Testo, noi andiamo dritto sul CAI 102)        Bocchetta delle Corde q.1894 (Ci arriviamo dopo poche decine di metri dal bivio precedente. Dritto è il sentiero E5 per Cima Palon e la Sella del Piccolo Roite, noi andiamo a destra tenendo il CAI 102 su aereo sentiero a mezzacosta, indicazioni per la bocchetta dei Foxi)         Bivio q.1725 (Chiudiamo il primo anello)    –     Bocchetta dei Foxi q.1720 (Andiamo a sinistra con il CAI 102 in ripida discesa a zig-zag, indicazioni per Ca’ d’Austria e Anghebeni)        Casetta q.952 (Casetta di sasso sempre chiusa, il CAI 102 si allarga a carrozzabile)       Maestà q.815    –     Ca’ d’Austria q.672.

DISLIVELLO TOTALE: 1450 m
QUOTA MASSIMA: Monte Testo q.1998
LUNGHEZZA: 19 km
DIFFICOLTA: E


NOTE:


Sentieri



- Lungo itinerario ben segnato, per la visita delle gallerie del Corno Battisti è necessario avere una torcia elettrica.
- Facili tratti attrezzati tra Sella della Trappola e la Sella Battisti.
- Molto frequentati i sentieri tra il Rifugio Lancia e il Corno Battisti.


 
TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Ca’ d’Austria
0,00
Bivio q.1965
3,15
Bivio q.774
0,01
Monte Testo
3,20
Bivio q.1127
0,36
Bivio q.1965
/
Baita q.1360
1,02
Bivio q.1915
3,37
Bivio q.1405
1,10
Bivio q.1830
3,48
Sella della Trappola
1,15
Bivio q.1820
3,49
Bivio q.1520
1,33
Rifugio Lancia
3,55
Cappello di Pulcinella
1,36
Bivio q.1820
/
Bivio q.1520
/
Bivio q.1894
4,15
Bocca del Leone
2,00
Bocchetta delle Corde
4,16
Sella Battisti
2,15
Bivio q.1725
4,41
Corno Battisti
2,22
Bocchetta dei Foxi
4,42
Sella Battisti
/
Casetta q.952
6,12
Bivio q.1740
2,30
Maestà q.815
6,30
Bocchetta dei Foxi
2,40
Ca’ d’Austria
6,40
Bivio q.1725
2,41






Ca’ d’Austria q.672 (Termina l’asfaltata e dritto si prosegue come carrozzabile che sarà il nostro ritorno, iniziamo con il sentiero CAI 122/B a sinistra in salita nel bosco)   
CAI 122/B
CAI 122/B
Baita q.1360 (Usciamo dal bosco e poco sopra di noi nel verde pendio c’è la baita)
Baita q.1360
Il verde pendio poco sotto la Baita q.1360

Sculture ricavate dai tronchi degli alberi tagliati
Panorama verso il Carega
Bivio q.1405 (Bivio e cartelli nel bosco tra i promontori quotati rispettivamente 1421 e 1434 da IGM)
Bivio q.1405 (Bivio e cartelli nel bosco tra i promontori quotati rispettivamente 1421 e 1434 da IGM)
Sella della Trappola q.1425
Sella della Trappola q.1425

Sul CAI 122 o sentiero “Franco Galli”, in breve iniziano dei facili tratti attrezzati e dei brevi passaggi in galleria.
Sul CAI 122 o sentiero “Franco Galli”, in breve iniziano dei facili tratti attrezzati e dei brevi passaggi in galleria.
Sul CAI 122 o sentiero “Franco Galli”, in breve iniziano dei facili tratti attrezzati e dei brevi passaggi in galleria.
Sul CAI 122 o sentiero “Franco Galli”, in breve iniziano dei facili tratti attrezzati e dei brevi passaggi in galleria.
Sul CAI 122 o sentiero “Franco Galli”, in breve iniziano dei facili tratti attrezzati e dei brevi passaggi in galleria.
Il versante occidentale del Corno Battisti

Bivio q.1520 (Lasciamo momentaneamente il CAI 122 e risaliamo la paretina a sinistra con passaggio scalinato nella roccia, cartello indica il “Cappello di Pulcinella”)   
Bivio q.1520 (Lasciamo momentaneamente il CAI 122 e risaliamo la paretina a sinistra con passaggio scalinato nella roccia, cartello indica il “Cappello di Pulcinella”) 
Bivio q.1520 (Lasciamo momentaneamente il CAI 122 e risaliamo la paretina a sinistra con passaggio scalinato nella roccia, cartello indica il “Cappello di Pulcinella”)   
Panorama dal Cappello di Pulcinella sul versante occidentale
del Corno Battisti
Panorama dal Cappello di Pulcinella
Riprendiamo a percorrere il CAI 122 che aggira il versante occidentale del Corno Battisti

Piccoli passaggi in galleria
Piccoli passaggi in galleria
Il torrione roccioso del Cappello di Pulcinella
Verso la galleria della Bocca del Leone
Verso la galleria della Bocca del Leone

Verso la galleria della Bocca del Leone
La galleria della Bocca del Leone
La galleria della Bocca del Leone
La galleria della Bocca del Leone
Il grande fregio della “33° compagnia minatori” e “160° compagnia zappatori”

Sul CAI 122 poco prima di arrivate alla Sella Battisti
Sella Battisti q.1718 (Cartelli sul crinale: a sinistra il CAI 122 conduce alla bocchetta dei Foxi, noi andiamo a destra in leggera salita verso la vicina cima)    
Salita finale dalla Sella Battisti alla vetta del Corno Battisti
Corno Battisti q.1761 (Piccolo osservatorio sulla cima)
Bivio q.1740 (Sul bivio a volte identificato come la sella Battisti, ci sono due lapidi e un piccolo altare, in ricordo dei militari Cesare Battisti e Fabio Filzi)
Bivio q.1740 (Sul bivio a volte identificato come la sella Battisti, ci sono due lapidi e un piccolo altare, in ricordo dei militari Cesare Battisti e Fabio Filzi)

Bivio q.1740 (Bivio e cartelli: a sinistra con sentiero a mezzacosta inizia il CAI 119/B per il valico Menderle, noi teniamo il CAI 122 a destra con sentiero a mezzacosta in leggera salita)  
Noi teniamo il CAI 122 a destra con sentiero a mezzacosta in leggera salita
Bocchetta dei Foxi q.1720
(Arriviamo alla larga sella erbosa, incrocio e cartelli)
Bocchetta dei Foxi q.1720
(Arriviamo alla larga sella erbosa, incrocio e cartelli)
Risaliamo a sinistra sul CAI 102/A attraverso una rada pineta
Risaliamo a sinistra sul CAI 102/A attraverso una rada pineta

Monte Testo q.1998
Monte Testo q.1998
Monte Testo q.1998 (Poco sotto sono situate delle trincee)
Arrivo al rifugio Lancia
Rifugio Lancia
Rifugio Lancia

Sul CAI 102 che conduce alla Bocchetta delle Corde
Bocchetta delle Corde q.1894 (Dritto è il sentiero E5 per Cima Palon e la Sella del Piccolo Roite, noi andiamo a destra tenendo il CAI 102 su aereo sentiero a mezzacosta, indicazioni per la bocchetta dei Foxi)
Bocchetta delle Corde q.1894 (Dritto è il sentiero E5 per Cima Palon e la Sella del Piccolo Roite, noi andiamo a destra tenendo il CAI 102 su aereo sentiero a mezzacosta, indicazioni per la bocchetta dei Foxi)    
Il CAI 102 su aereo sentiero a mezzacosta
Il CAI 102 su aereo sentiero a mezzacosta
Il CAI 102 su aereo sentiero a mezzacosta

Vista sull’alpe di Cosmagnon
Bocchetta dei Foxi q.1720 (Andiamo a sinistra con il CAI 102 in ripida discesa a zig-zag, indicazioni per Ca’ d’Austria e Anghebeni)   
Panorama
Il CAI 102 in ripida discesa a zig-zag
Il CAI 102 in ripida discesa a zig-zag

Il CAI 102 in ripida discesa a zig-zag
Il CAI 102 in ripida discesa a zig-zag
Il CAI 102 in ripida discesa a zig-zag
Casetta q.952 (Casetta di sasso sempre chiusa, il CAI 102 si allarga a carrozzabile) 
Il CAI 102 si allarga a carrozzabile
Maestà q.815

3 commenti:

  1. Giro bellissimo. Ieri anche con un po' di neve "vecchia" oltre 1.700. Le tue indicazioni precise e dettagliate. Direi la parte attrezzata da fare con attenzione. complimenti per le tue indicazioni.

    RispondiElimina
  2. bellissimo. L'avevo fatto in passato, lo rifarò di sicuro
    Bravissimi bella guida

    RispondiElimina