sabato 6 giugno 2015

Crinali abbandonati tra Bagno di Romagna e Pietrapazza (EE)

Itinerario nel parco delle foreste Casentinesi tra Bagno di Romagna e Pietrapazza per crinali sconosciuti, solo per escursionisti esperti, conoscitori del posto dotati di bussola o GPS.

DATA:  3 maggio 2015

PARTENZA: Con l’E45 Cesena-Perugia si esce a Bagno di Romagna, attraversiamo il paese senza entrare nel centro, in direzione del passo Mandrioli (rotonda con statua e fontana), parcheggiamo in prossimità del cartello della fonte sulfurea Chiardovo di fronte all’albergo Euroterme (poche decine di metri prima ci sono i cartelli del CAI 189) dove c’è il chiosco degli Gnomi (punto ristoro).







Per la carta escursionistica scala 1:25000 - 19-Bagno di Romagna, si ringrazia l’Istituto Geografico Adriatico di Longiano   info@iga-cartografia.it - tel. 0547.613109


ITINERARIO:  Bagno di Romagna q.494 (Ci portiamo esattamente dietro il chiosco degli Gnomi, cercando di individuare con fatica il sentierino CAI senza numerazione che entra nel fitto bosco e risale alla vetta La Croce, cartelli assenti, l’imbocco del sentiero è infrascato, poi una volta percorso è sempre evidente con discreta segnatura CAI)     –    Bivio q.531 (Cartelli assenti, bivio del sentierino CAI nel fitto bosco: a destra sale, noi andiamo dritto)    –     La Croce q.765 (Grande croce di metallo e panorama su Bagno di Romagna al termine della ripida salita, ora il sentierino continua sulla dorsale alberata dopo una panca)    –    Deviazione q.743 (Arriviamo in breve a una piccola sella, il sentiero CAI continua scendendo a sinistra, noi teniamo il crinale procedendo a vista e in ripida salita su esile traccia non segnata, direzione ovest)    –    Cima q.858 (Cima senza nome quotata 858 da IGM, ci arriviamo alla fine della ripida salita, si procede sul crinale tenendoci sul punto più alto o poco sotto sempre su esile traccia nella rada boscaglia)    –    Cima q.984 (Cima senza nome quotata 984 da IGM, siamo nel fitto bosco e non ci sono punti di riferimento, procediamo in discesa senza via obbligata con direzione sud/ovest aiutati dal GPS)    –    CAI 185 q.975 (Innesto sul CAI 185 che correva parallelo molto sotto al nostro crinale, verso la fine si avvicinano e lo raggiungiamo a vista e aiutati dal GPS. Teniamo il CAI 185 a destra seguendo i buoni segni, ignoriamo a destra e a sinistra due larghi sentieri abbandonati e non segnati)     –    Bivio q.997 (A destra nel bosco scende un largo sentiero non segnato, noi teniamo il largo CAI 185 senza problemi)    –     Forestale q.1035 (Innesto sulla forestale CAI 201, a destra è chiusa da sbarra, noi andiamo a sinistra)     –    Prato ai Grilli q.1019 (Oltrepassata una tabella del parco, arriviamo al bivio con cartelli: dritto la forestale prosegue verso il passo Mandrioli, a destra sale il CAI 201 su sentierino verso il passo dei Lupatti, noi andiamo a destra in leggera discesa inoltrandoci nel fitto bosco iniziando a percorrere un sentierino abbandonato seguendo dei bolli rossi, direzione ovest)     –     Bivio q.1007 (Bivio del sentierino: dritto continua in leggera salita e subito curva a gomito a sinistra, noi andiamo a destra in discesa seguendo i bolli rossi, in breve usciamo dal bosco e iniziamo a percorrere un bellissimo e aereo crinale con direzione nord)    –      Parete q.868 (Una obliqua e sdrucciolevole parete di marna interrompe il sentiero di crinale, l’attraversiamo a mezzacosta aiutati da un cavo corrimano)   –    CAI 205 q.755 (Innesto sul CAI 205, a sinistra conduce a Cialdella e l’Eremo Nuovo, noi a destra)    –     Maestà q.698    –    Ponte q.615 (Ponticello di legno sul Rio d’Olmo)     –    Bivio q.629 (A destra la mulattiera è CAI 209, noi andiamo a sinistra in discesa sulla mulattiera CAI 205)     –    Pietrapazza q.613 (Chiesa abbandonata e innesto sulla carrozzabile, dopo la visita torniamo sui nostri passi)    –    Bivio q.629 (Ora proseguiamo in salita con la mulattiera CAI 209)    –  Maestà q.776  – Forestale q.850 (Innesto sulla forestale, la teniamo a destra)    –    Ridolmo q.853 (Anche Rio d’Olmo, rudere di una grande casa, si continua sulla forestale  in salita)     –   Passo di monte Carpano q.1014 (Incrocio, cartelli e tabella: a sinistra in salita dietro il cippo di sasso il sentiero CAI 201 porta al monte Carpano, dritto continua la forestale, noi andiamo a sinistra che è CAI 189 per Bagno di Romagna)    –    Bivio q.1011 (Il largo sentiero si biforca, a destra in discesa il CAI 189 continua per Bagno di Romagna, noi andiamo dritto a sinistra in leggera salita)   –   Deviazione q.1037 (In prossimità di una grande tabella e una panchina, lasciamo il largo sentiero/mulattiera, ci portiamo poco sotto la staccionata di legno alla nostra destra cercando di individuare un vecchio sentiero abbandonato che inizia in falsopiano con direzione nord, per poi virare in breve a est, bolli rossi molto sporadici. Cominciamo di fatto a percorrere un crinale poco panoramico con rada boscaglia, il sentiero sempre evidente lo percorre stando poco sotto il punto alto)   –    Bivio q.825 (Il sentiero che stavamo percorrendo ora comincia a scendere virando a destra, sud/est, verso la casa di Valmaggio, noi dobbiamo tenere il crinale e la nostra direzione, est, portandoci poco sopra la cima quotata 834 da IGM, ora il proseguo è meno evidente, su esile traccia non segnata destinata in seguito a stare a mezzacosta nel fitto bosco)    –     Cippo q.743 (Cippo di sasso, poco sopra c’è un vecchio muretto di sasso, siamo sempre nel fitto bosco con sentierino ora più evidente a mezzacosta)    –    Crinale q.689 (Il sentierino per la prima volta esce dal bosco nel largo crinale marnoso, sotto di noi possiamo notare Bagno di Romagna, lo percorriamo fino al termine dove dobbiamo rientrare purtroppo nel fitto bosco, la traccia ora è poco evidente e si mantiene a mezzacosta, segni assenti, oltrepassando la cima quotata 685 da IGM)    –    Quota 637 (Aggirata la cima quotata 685 da IGM, siamo in una larga dorsale erbosa al termine della quale inizia un buon sentiero che rientrando nel bosco inizia a scendere a zig-zag)    –    Incrocio q.582 (Al termine della discesa a zig-zag ci innestiamo in un largo sentiero in piano, lo attraversiamo e dalla parte opposta c’è un area sosta con due panchine di fianco le quali il nostro sentiero continua la discesa)     –    Bivio q.567 (Bivio del sentierino, andiamo a destra al vicino rudere)     –    Rudere q.557 (Incrocio: tralasciamo il sentiero a destra e sinistra, scendiamo sotto il rudere)     –   Percorso Vita q.548 (Innesto sul largo sentiero “Percorso Vita” con cartelli e attrezzi ginnici, andiamo a destra)    –    Carrozzabile q.530 (Innesto sulla carrozzabile, a sinistra scende a Bagno di Romagna, noi andiamo a destra in salita)    –    Deviazione q.550 (Circa 100 metri prima di arrivare al nucleo di case de La Rocca, lasciamo la carrozzabile e scendiamo a sinistra per sentierino che bypassa da sotto le abitazioni, cartello indica “Fonte Chiardovo”, segni assenti)    –    CAI 189 q.529 (Innesto sulla carrozzabile CAI 189, la teniamo a sinistra in discesa oltrepassando un cimitero abbandonato)    –    Bagno di Romagna q.494.


DISLIVELLO TOTALE: 1350 m
QUOTA MASSIMA: 1040 m
LUNGHEZZA: 17,5 km
DIFFICOLTA: EE


NOTE:





Sentieri



- Itinerario solitario su crinali non frequentati, solo per escursionisti esperti conoscitori del posto dotati di bussola, altimetro, o GPS.

- Il crinale che da Prato ai Grilli scende a Pietrapazza, dei tre è il più facile perché è sempre intuitivo e panoramico, segnato da bolli rossi, quello iniziale da Bagno di Romagna attraverso la vetta de La Croce fino all’innesto sul CAI 185, crea qualche problema di orientamento nella parte finale.

- Nel crinale di ritorno, il tracciato si svolge quasi sempre a mezzacosta nel bosco, pochi punti panoramici.

Fonti
- Fontana a Pietrapazza.


TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Bagno di Romagna
0,00
Maestà q.776
3,32
Bivio q.531
0,04
Forestale q.850
3,40
La Croce
0,30
Ridolmo
3,42
Deviazione q.743
0,34
Passo di monte Carpano
4,07
Cima q.858
0,46
Bivio q.1011
4,09
Cima q.984
1,30
Deviazione q.1037
4,16
CAI 185 q.975
1,45
Bivio q.825
4,52
Bivio q.997
1,47
Cippo q.743
5,02
Forestale q.1035
1,52
Crinale q.689
5,12
Prato ai Grilli
1,56
Quota 637
/
Bivio q.1007
2,03
Incrocio q.582
5,30
Parete q.868
2,26
Bivio q.567
5,32
CAI 205 q.755
2,47
Rudere q.557
5,33
Maestà q.698
2,54
Percorso Vita
5,34
Ponte q.615
3,02
Carrozzabile q.530
5,37
Bivio q.629
3,05
Deviazione q.550
5,41
Pietrapazza
3,07
CAI 189 q.529
5,45
Bivio q.629
/
Bagno di Romagna
5,52




Bagno di Romagna q.494 (Ci portiamo esattamente dietro il chiosco degli Gnomi, cercando di individuare con fatica il sentierino CAI senza numerazione che entra nel fitto)   
Bagno di Romagna q.494 (Ci portiamo esattamente dietro il chiosco degli Gnomi, cercando di individuare con fatica il sentierino CAI senza numerazione che entra nel fitto)
Chiosco degli Gnomi
Sentierino CAI senza numerazione che risale alla vetta La Croce
Sentierino CAI senza numerazione che risale alla vetta La Croce
Sentierino CAI senza numerazione che risale alla vetta La Croce

La Croce q.765 (Grande croce di metallo e panorama su Bagno di Romagna al termine della ripida salita)
La Croce q.765
(Panorama su Bagno di Romagna)
La Croce q.765
(Ora il sentierino continua sulla dorsale alberata dopo una panca)
Deviazione q.743 (Arriviamo in breve a una piccola sella, il sentiero CAI continua scendendo a sinistra, noi teniamo il crinale procedendo a vista e in ripida salita su esile traccia non segnata, direzione ovest)
Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201
Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201

Crinale che dalla cima La Croce conduce verso la forestale CAI 201
Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201
Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201
Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201
Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201

Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201
Cima q.984 (Cima senza nome quotata 984 da IGM, siamo nel fitto bosco e non ci sono punti di riferimento)   
Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201
Crinale che dalla cima La Croce conduce verso
la forestale CAI 201
Il largo CAI 185
Il largo CAI 185

Forestale q.1035 (Innesto sulla forestale CAI 201, a destra è chiusa da sbarra, noi andiamo a sinistra)    
Tabella del parco
Prato ai Grilli q.1019 (Oltrepassata una tabella del parco, arriviamo al bivio con cartelli: dritto la forestale prosegue verso il passo Mandrioli, a destra sale il CAI 201 su sentierino verso il passo dei Lupatti, noi andiamo a destra in leggera discesa inoltrandoci nel fitto bosco iniziando a percorrere un sentierino abbandonato seguendo dei bolli rossi, direzione ovest)    
Iniziamo a percorrere un sentierino abbandonato seguendo dei bolli rossi
Iniziamo a percorrere un sentierino abbandonato seguendo dei bolli rossi

Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza

Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza (La vallata dell’Eremo Nuovo sotto di noi)
Zoomata sull’Eremo Nuovo
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza

Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza

Parete q.868 (Una obliqua e sdrucciolevole parete di marna interrompe il sentiero di crinale, l’attraversiamo a mezzacosta aiutati da un cavo corrimano)  
Parete q.868 (Una obliqua e sdrucciolevole parete di marna interrompe il sentiero di crinale, l’attraversiamo a mezzacosta aiutati da un cavo corrimano)  
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza
Crinale tra Prato ai Grilli e Pietrapazza

Maestà q.698   
Maestà q.698 (Vista su Pietrapazza)   
Dalla Maestà q.698 scendiamo con il CAI 205 
Ponte q.615 (Ponticello di legno sul Rio d’Olmo)
Pietrapazza

Pietrapazza
Pietrapazza
Pietrapazza
Pietrapazza
Pietrapazza
La mulattiera CAI 209

Maestà q.776 sul CAI 209
Maestà q.776 sul CAI 209
Forestale q.850 (Innesto sulla forestale, la teniamo a destra)
Ridolmo q.853
Ridolmo q.853
Cippo di sasso al passo di monte Carpano q.1014

Passo di monte Carpano q.1014 (Incrocio, cartelli e tabella: a sinistra in salita dietro il cippo di sasso il sentiero CAI 201 porta al monte Carpano, dritto continua la forestale, noi andiamo a sinistra che è CAI 189 per Bagno di Romagna) 
Largo sentiero/mulattiera
Deviazione q.1037 (In prossimità di una grande tabella e una panchina, lasciamo il largo sentiero/mulattiera)
Sul crinale di ritorno a Bagno di Romagna
Sul crinale di ritorno a Bagno di Romagna

Sul crinale di ritorno a Bagno di Romagna
Sul crinale di ritorno a Bagno di Romagna
Sul crinale di ritorno a Bagno di Romagna

Bivio q.825 (Il sentiero che stavamo percorrendo ora comincia a scendere virando a destra, sud/est, verso la casa di Valmaggio, noi dobbiamo tenere il crinale e la nostra direzione, est, portandoci poco sopra la cima quotata 834 da IGM)

Ora il proseguo è meno evidente, su esile traccia non segnata destinata in seguito a stare a mezzacosta nel fitto bosco)
Cippo q.743

Crinale q.689
(Il sentierino per la prima volta esce dal bosco nel largo crinale marnoso)
Crinale q.689
(Il sentierino per la prima volta esce dal bosco nel largo crinale marnoso)
Crinale q.689
(Il sentierino per la prima volta esce dal bosco nel largo crinale marnoso)

Inizia un buon sentiero che rientrando nel bosco inizia a scendere a zig-zag
Incrocio q.582 (Al termine della discesa a zig-zag ci innestiamo in un largo sentiero in piano, lo attraversiamo e dalla parte opposta c’è un area sosta con due panchine di fianco le quali il nostro sentiero continua la discesa)
Rudere q.557
Percorso Vita q.548 (Innesto sul largo sentiero “Percorso Vita” con cartelli e attrezzi ginnici) 
Deviazione q.550 (Circa 100 metri prima di arrivare al nucleo di case de La Rocca, lasciamo la carrozzabile e scendiamo a sinistra per sentierino che bypassa da sotto le abitazioni, cartello indica “Fonte Chiardovo”, segni assenti)   
CAI 189 q.529 (Innesto sulla carrozzabile CAI 189, la teniamo a sinistra in discesa oltrepassando un cimitero abbandonato)   


6 commenti:

  1. Gran bell'itinerario Christian... è da diverso tempo che vorrei visitare Pietrapazza e i suoi dintorni. Oltre per i paesaggi naturali anche per il nome ; )
    A presto.

    RispondiElimina
  2. Tutto il comprensorio del Parco delle Foreste Casentinesi è molto grande (parco nazionale) ed è percorso da una fitta rete di sentieri ben segnati dal CAI , merita senz'altro una visita !!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Christian. Ieri abbiamo fatto questo giro aiutati dalla tua traccia sempre molto precisa. Giornata bellissima e panorama sulla valle di pietrapazza unico. Grazie x gli spunti che ci dai. Elvira e Ivan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elvira, ti rispondo con qualche giorno di ritardo causa vacanze estive. Il giro non è banale e per me è molto bello, complimenti xchè anche a voi piace andare fuori dai classici sentieri CAI !!!

      Elimina
  4. ciao il sentiero con i bollini rossi è un sentiero aperto da gente che gira in mtb ed è comunemente chiamato franatrail a causa di quel passaggio a mezza costa con la corda che è in corrispondenza di una frana...per me è bellissimo il franatrail...

    RispondiElimina
  5. ciao, il sentiero con i bollini rossi viene chiamato franatrail dai ragazzi che vanno in bici, secondo me è bellissimo come trail! anche per i pannorami stupendi!

    RispondiElimina