domenica 31 dicembre 2017

L’anello della torre di Ceparano e il monte Torre (E)

Escursione nelle colline di Faenza (Emilia Romagna)  

DATA: 3 dicembre 2017

PARTENZA: Da Faenza (Emilia Romagna) percorriamo la SP.16 in direzione di Modigliana e Tredozio arrivando dopo 8 km a Marzeno, attraversiamo l’abitato e continuiamo per 1 km individuando alla nostra sinistra la “via Ceparano”, quindi lasciata la SP.16 la percorriamo per 1,5 km arrivando al bivio con la via Albonello e ai cartelli del CAI 503 dove parcheggiamo.



 


ITINERARIO: Partenza q.120 (Dal bivio della stradina, dritto inizia la “via Albonello” che sarà il nostro ritorno, noi invece stiamo sulla nostra via Ceparano che curvando a U continua a salire, siamo sul CAI 503 “Anello di Ceparano”)      La Croce q.142 (A sinistra uno stradello conduce e termina alla vicina chiesa di San Giorgio in Ceparano, l’asfaltata finisce e ora continuiamo su carrozzabile che passa accanto alla casa abitata La Croce davanti la quale è situata una maestà)     Bivio q.166 (Bivio della carrozzabile e pali della luce: alla nostra destra è situata una casa-vacanze, manteniamo la carrozzabile CAI 503 a destra)   –  Bivio q.193 (A destra scende uno stradello cementato, stiamo sulla nostra carrozzabile CAI 503)      Ca’ Creta q.205 (Casa abitata sulla nostra sinistra)     Bivio q.199 (Dritto a destra in leggera discesa inizia una sterrata, stiamo sulla nostra carrozzabile, cartelli assenti)     Bivio q.206 (A sinistra inizia una sterrata, stiamo sulla nostra carrozzabile)       La Casina q.240 (Casa vacanza alla nostra sinistra)     Incrocio q.275 (Ci manteniamo sulla nostra carrozzabile CAI 503, a destra c’è una sterrata tra i coltivi, a sinistra una carrozzabile chiusa da cancello e un rudere)      Deviazione q.295 (Quando la carrozzabile curva e inizia a scendere la lasciamo, il CAI 503 risale a sinistra per sentiero terroso, indicazioni)      Bivio q.338 (Dopo avere oltrepassato un anfratto roccioso che avevamo potuto notare alla nostra destra arriviamo al bivio, a sinistra scende un sentiero abbandonato, continuiamo a salire sul CAI 503)      Bivio q.347 (Cartelli assenti: a destra inizia un sentierino in piano, stiamo sul CAI 503 in salita)    Torre di Ceparano q.372 (Il CAI 503 aggira il rudere della torre medioevale sul lato destro e inizia a scendere)     Bivio q.355 (Arriviamo a una piccola piazzola appena sotto la torre, il CAI 503 continua a sinistra in discesa)     Sterrata q.305 (Al termine della discesa tra le ginestre ci innestiamo sulla sterrata, il CAI 503 la tiene a sinistra)      Ca’ Collina q.266 (La casa abbandonata è situata a sinistra, a destra scende un sentiero sterrato, il CAI 503 ora continua dritto su carrozzabile in piano)      Deviazione q.266 (Appena oltrepassata Ca’ Collina lasciamo la carrozzabile, il CAI 503 scende a sinistra su ripido sentiero sterrato, indicazioni)     Rio Albonello q.175 (Ponticello sul corso d’acqua)     Deviazione q.179 (Arriviamo a una radura con rada boscaglia, lasciamo il CAI 503 che continua in piano entrando nel fitto canneto, stiamo sul sentiero sterrato che ora comincia a salire ripidamente a destra, indicazioni assenti)      Bivio q.187 (Un largo sentiero continua parallelo al corso d’acqua affluente del rio Albonello, stiamo sul sentiero sterrato che vira a destra in ripidissima salita, direzione sud)      Incrocio q.338 (Al termine della salita ci innestiamo in una carrozzabile, indicazioni assenti: a destra è sbarrata e scende alla sottostante e visibile casa di Rivola di Sotto, a sinistra procede in piano verso Ca’ d’Albano, noi l’attraversiamo e percorriamo il ripido sentiero dalla parte opposta, direzione est)     Casetto Magnani q.410 (Ci innestiamo in una mulattiera, a sinistra a pochi metri è situato l’edificio abbandonato del Casetto Magnani, noi andiamo a destra in salita, indicazioni assenti)     Crinale q.436 (Alla fine della mulattiera siamo sull’ampia e verde dorsale, alla nostra sinistra è situata un antenna, noi ora percorriamo la dorsale con direzione sud/sud-est stando su una buona traccia in salita paralleli all’impenetrabile vegetazione alla nostra destra, in seguito potremo notare il rudere di San Michele poco sotto di noi e in lontananza i vistosi ripetitori del monte Castellaccio)      Monte Torre q.510 (Percorrendo la buona traccia parallela all’impenetrabile vegetazione arriviamo al punto in cui sulla nostra destra risale un largo tracciato che in breve ci conduce sull’anonima cima del monte Torre invasa da rovi e ginestre, è presente un cippo di sasso e il panorama spazia verso il monte Castellaccio, torniamo sui nostri passi)      Crinale q.436   –   Casetto Magnani q.410      Incrocio q.338     Bivio q.187      Deviazione q.179 (Ritorniamo sul CAI 503 che avevamo lasciato per salire verso il monte Torre, lo teniamo a destra per sentierino terroso tra il fitto canneto in falsopiano)      Ponte q.160 (Grande ponte sul rio Albonello, dalla parte opposta ora cominciamo a percorrere la carrozzabile, sulla nostra sinistra invece c’è un grande cancello che interdice l’accesso per delle case vacanza)     Bivio q.157 (A destra a ritroso scende una sterrata per casa Il Cugno, cartello indica “Gole del Tè”, stiamo sulla nostra carrozzabile CAI 503)      Bivio q.149 (A sinistra uno stradello sale e conduce a un’abitazione, stiamo sulla carrozzabile)      Bivio q.132 (A sinistra la carrozzabile conduce a Ca’ Novetto, stiamo sulla nostra carrozzabile in piano)      Bivio q.123 (A destra la carrozzabile scende al nucleo di case “Cagnani-Coralli”, stiamo su quella principale CAI 503)      Casa q.126 (Casa abbandonata)      Casa q.115 (Casa abitata di colore giallo)     Casa q.103 (Casa abitata alla nostra destra, in breve la strada curva a sinistra e risale, sopra di noi si può notare l’edificio di San Giorgio in Ceparano)  –  Casa q.118 (Minuscola casa vacanza alla nostra destra con ringhiera di cemento)      Arrivo q.120.

 DISLIVELLO TOTALE: 650 m
QUOTA MASSIMA: Monte Torre q.510
LUNGHEZZA: 13,5 km
DIFFICOLTA: E
  

NOTE:

Sentieri


- Escursione in collina da fare in autunno//inverno, l’anello della torre di Ceparano è segnato dal CAI 503, la deviazione per l’anonimo monte Torre è privo di indicazioni.


TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Partenza
0,00
Incrocio q.338
1,45
La Croce
0,04
Casetto Magnani
1,55
Bivio q.166
0,08
Crinale q.436
/
Bivio q.193
0,13
Monte Torre
2,10
Ca’ Creta
0,15
Crinale q.436
/
Bivio q.199
0,18
Casetto Magnani
/
Bivio q.206
0,19
Incrocio q.338
2,30
La Casina
0,25
Bivio q.187
/
Incrocio q.275
0,30
Deviazione q.179
2,45
Deviazione q.295
0,34
Ponte q.160
2,57
Bivio q.338
0,41
Bivio q.157
3,00
Bivio q.347
0,43
Bivio q.149
3,02
Torre di Ceparano
0,45
Bivio q.132
3,10
Bivio q.355
0,46
Bivio q.123
3,13
Sterrata q.305
0,52
Casa q.126
3,15
Ca’ Collina
1,04
Casa q.115
3,19
Deviazione q.266
1,05
Casa q.103
3,28
Rio Albonello
1,15
Casa q.118
3,32
Deviazione q.179
1,23
Arrivo
3,34
Bivio q.187
1,24







Partenza q.120 (Dal bivio della stradina, dritto inizia la “via Albonello” che sarà il nostro ritorno, noi invece stiamo sulla nostra via Ceparano che curvando a U continua a salire, siamo sul CAI 503 “Anello di Ceparano”)
Partenza q.120 (Dal bivio della stradina, dritto inizia la “via Albonello” che sarà il nostro ritorno, noi invece stiamo sulla nostra via Ceparano che curvando a U continua a salire, siamo sul CAI 503 “Anello di Ceparano”)
Via Ceparano
Panorama sulle colline
Sulla carrozzabile dopo avere oltrepassato casa La Croce
Bivio q.166 (Bivio della carrozzabile e pali della luce: alla nostra destra è situata una casa-vacanze, manteniamo la carrozzabile CAI 503 a destra)

Carrozzabile CAI 503
Filari di coltivi
Ca’ Creta q.205
La Casina q.240 (Casa vacanza alla nostra sinistra)
Deviazione q.295 (Quando la carrozzabile curva e inizia a scendere la lasciamo, il CAI 503 risale a sinistra per sentiero terroso, indicazioni)
Anfratto roccioso che precede il Bivio q.338

La torre di Ceparano
Interno della torre di Ceparano
La torre di Ceparano
La torre di Ceparano

Sterrata q.305 (Al termine della discesa tra le ginestre ci innestiamo sulla sterrata, il CAI 503 la tiene a sinistra)


Sulla sterrata CAI 503 che conduce a casa Collina

Sulla sterrata CAI 503 che conduce a casa Collina

Ca’ Collina q.266
Deviazione q.266 (Appena oltrepassata Ca’ Collina lasciamo la carrozzabile, il CAI 503 scende a sinistra su ripido sentiero sterrato, indicazioni)

Il CAI 503 su sentiero sterrato
Rio Albonello q.175 (Ponticello sul corso d’acqua)
Deviazione q.179 (Arriviamo a una radura con rada boscaglia, lasciamo il CAI 503 che continua in piano entrando nel fitto canneto, stiamo sul sentiero sterrato che ora comincia a salire ripidamente a destra, indicazioni assenti)

Deviazione q.179 (Arriviamo a una radura con rada boscaglia, lasciamo il CAI 503 che continua in piano entrando nel fitto canneto, stiamo sul sentiero sterrato che ora comincia a salire ripidamente a destra, indicazioni assenti)

Per sentiero sterrato che risale ripidamente, alle nostre spalle la torre di Ceparano


Incrocio q.338 (Al termine della salita ci innestiamo in una carrozzabile, indicazioni assenti: a destra è sbarrata e scende alla sottostante e visibile casa di Rivola di Sotto, a sinistra procede in piano verso Ca’ d’Albano, noi l’attraversiamo e percorriamo il ripido sentiero dalla parte opposta, direzione est)  

Dall’ Incrocio q.338 risaliamo al Casetto Magnani  
Casetto Magnani q.410
Casetto Magnani q.410
Casetto Magnani q.410

Crinale q.436 (Alla fine della mulattiera siamo sull’ampia e verde dorsale, alla nostra sinistra è situata un antenna, noi ora percorriamo la dorsale con direzione sud/sud-est stando su una buona traccia in salita paralleli all’impenetrabile vegetazione alla nostra destra)
Crinale q.436 (Alla fine della mulattiera siamo sull’ampia e verde dorsale, alla nostra sinistra è situata un antenna, noi ora percorriamo la dorsale con direzione sud/sud-est stando su una buona traccia in salita paralleli all’impenetrabile vegetazione alla nostra destra)
Monte Torre q.510
Monte Torre q.510

Monte Torre q.510 (Panorama verso il monte Castellaccio sormontato da ripetitori)
Monte Torre q.510 (Panorama sotto di noi)
Deviazione q.179 (Ritorniamo sul CAI 503 che avevamo lasciato per salire verso il monte Torre, lo teniamo a destra per sentierino terroso tra il fitto canneto in falsopiano)
Sul CAI 503

Sul CAI 503
Ponte q.160
Ponte q.160
Stradina CAI 503
Casa q.126 (Casa abbandonata)  
Zoomata a San Giorgio in Ceparano sopra di noi






Nessun commento:

Posta un commento