sabato 8 febbraio 2014

Penna di Lucchio e Monte Memoriante (EE)

Salita alla Penna di Lucchio partendo da Casoli e traversata al monte Memoriante con discesa attraverso il suo crinale nord. L'itinerario non eccessivamente lungo (12 km) e la quota poco elevata, non deve far sottovalutare questa escursione molto impegnativa e solitaria dal sapore "apuano" riferita solo a escursionisti esperti (circa 6,30 ore escluso soste).

DATA: 13 gennaio 2014

PARTENZA: Dal paese de La Lima (frazione del comune di Piteglio, Toscana, a circa 18 km scendendo dal passo dell’Abetone nel versante toscano), prendiamo la SS.12 in direzione di Bagni di Lucca e dopo 9,9 km, oltrepassata la frazione di Ponte Coccia, arriviamo a Ponte Maggio, lasciamo la statale e voltiamo a sinistra con la stradina che attraversa un ponticello di sasso a schiena d’asino sul torrente Lima risalendo con altri 2 km fino al paesino di Casoli (parcheggio all’entrata del paese).



Visualizza Penna di Lucchio e monte Memoriante in una mappa di dimensioni maggiori


Traccia reale del GPS riportata sulla mappa IGM


ITINERARIO: Casoli q.568 (Iniziamo con la forestale a sinistra prima dell’area parcheggio che precede il paese, siamo sul CAI 88, segni e cartelli assenti)          Bivio q.500 (A sinistra in salita inizia un largo sentiero, teniamo la forestale)           Incrocio q.553 (Una sterrata prosegue dritto, risaliamo con la forestale evitando di scendere verso dei capanni e proseguendo sopra il piccolo casotto di sasso)         Sant’Andrea q.562 (La forestale costeggia una piccola casina, sotto di noi si può scorgere il laghetto di Casoli)    –     Madonna Col del Piano q.584          Bivio q.595 (Bivio della forestale: dritto a destra sale, noi dritto a sinistra in discesa, segni e cartelli assenti, siamo sempre sul CAI 88)          Rudere q.550 (Appena guadato un fosso d’acqua c’è il rudere sulla nostra destra)    –     Fosso q.557 (Dopo poco avere oltrepassato il rudere precedente)       Solco della Caccia q.563 (Arriviamo a un terzo fosso d’acqua e c’è la deviazione poco evidente, cartelli assenti: appena guadato il fosso, lasciamo la forestale e risaliamo a destra, poco sopra di noi c’è un rudere nascosto che non dobbiamo raggiungere, invece il CAI 88 prosegue per esile sentiero in salita inizialmente parallelo alla forestale, sporadici segni CAI)       Fosso q.650 (Il CAI 88 prosegue dalla parte opposta)         Fosso q.702  (Il CAI 88 prosegue dalla parte opposta)        Metato di Pracchia q.737 (Rudere, il CAI 88 prosegue in salita sopra ai pochi ruderi rimasti, direzione sud-est)         Fosso q.840 (Il CAI 88 prosegue dalla parte opposta)        Bivio q.865 (Siamo sotto il versante ovest della Penna di Lucchio, cartelli assenti: a sinistra c’è il CAI 84 che conduce alla Sella q.1049 che separa la Penna di Lucchio dal monte Memoriante, noi teniamo il CAI 88 a destra in salita)        Bivio q.910 (Innesto su largo sentiero sassoso, il CAI 88 lo tiene a sinistra in salita)    –     Incrocio q.946 (A destra inizia una sterrata, dalla parte opposta scende il CAI 88 verso Lucchio, noi andiamo a sinistra iniziando la salita che ci porterà alla vetta della Penna di Lucchio ben evidenziata con segni del CAI 84)        Anticima q.1152 (Anticima della Penna di Lucchio)       Penna di Lucchio q.1176 (Piccola croce sulla vetta, proseguiamo scendendo dalla parte opposta, direzione nord, con il CAI 84, segni sporadici)          Sella q.1049 (Separa la Penna di Lucchio dal monte Memoriante. Incrocio: a sinistra in discesa il CAI 84 scende aggirando il versante ovest della Penna di Lucchio e riportando di fatto all’Incrocio q.946, noi teniamo il crinale per pochi metri e poi subito c’è un bivio, a sinistra a mezzacosta c’è una variante facile di salita al monte Memoriante, noi invece risaliamo per la “Diretta” evidenziata da bolli rossi, una ripida salita su roccia con passaggi di primo grado)    –     Monte Memoriante q.1151 (Usciti dal canalone roccioso i bolli rossi terminano, proseguiamo tenendo il crinale roccioso o aggirandolo a sinistra come abbiamo fatto e in breve siamo sul verde altopiano del Memoriante, sulla cima c’è il libro di vetta dentro una pentola. Ora iniziamo la discesa percorrendo l’aereo crinale nord, segni assenti)        Quota 990 (A circa 990 metri il tratto aereo sembra terminare, ora il crinale prosegue sempre con direzione nord ma su roccia nel bosco, decidiamo di mantenerci poco sotto il punto alto, dove il proseguo è più veloce, sfruttando tracce di animali)      Punto q.896 (Punto quotato 896 da IGM, lo sappiamo solo grazie al GPS. Stiamo sempre sulla dorsale tra roccia e bosco, involontariamente iniziamo a virare a nord/ovest)    –    Strapiombo q.653 (Non è più possibile proseguire sul crinale, sotto di noi c’è un salto nel vuoto di parecchie decine di metri, anche a destra, est, è impraticabile, deviamo a sinistra scendendo nel ripido ma rassicurante bosco senza traccia, direzione sud/ovest, poi ci manteniamo in falsopiano aggirando il costone verticale ben presente a poca distanza da noi)       Quota 593 (Abbiamo individuato dove poter perdere quota, sotto di noi la discesa è ripida ma nel bosco, direzione ovest)       CAI 82B q.383 (Nella parte finale della discesa abbiamo virato a nord/ovest attraverso una lingua di sfasciumi rocciosi, ci innestiamo sul CAI 82B solo grazie al GPS, i segni sono sporadici o assenti, sotto di noi c’è la frazione di Ponte Coccia, andiamo a sinistra)        Re di Castello q.330 (Fosso d’acqua)    –     Asfaltata q.365 (Innesto sulla strada asfaltata, andiamo a sinistra in salita)       Casoli q.568.  


DISLIVELLO TOTALE: 1100 m
QUOTA MASSIMA: Penna di Lucchio q.1176
LUNGHEZZA: 12 km
DIFFICOLTA: EE


TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
TEMPI RILEVATI:
Tempo
Totale (ore)
Casoli
0,00
Bivio q.910
1,50
Bivio q.500
0,06
Incrocio q.946
1,55
Incrocio q.553
0,13
Anticima q.1152
2,23
Sant’Andrea
0,16
Penna di Lucchio
2,30
Madonna Col del Piano
0,23
Sella q.1049
2,47
Bivio q.595
0,26
Monte Memoriante
3,08
Rudere q.550
0,31
Quota 990
3,50
Fosso q.557
/
Punto q.896
4,10
Solco della Caccia
0,42
Strapiombo q.653
4,45
Fosso q.650
1,03
Quota 593
5,00
Fosso q.702 
1,13
CAI 82B q.383
5,35
Metato di Pracchia
1,20
Re di Castello
5,55
Fosso q.840
/
Asfaltata q.365
6,05
Bivio q.865
1,46
Casoli
6,23




NOTE:











Sentieri



- Evitare di percorrere l’escursione con terreno bagnato, le rocce sono molto scivolose.

- Molto sporadica la segnatura del CAI 88 che risale nel bosco dal Solco della Caccia, l’esile sentiero è spesso ostruito da alberi caduti e rami, dando l’impressione che sia in stato di abbandono e facendo perdere tempo. Ho riportato il guado dei tre fossi principali che hanno la portata maggiore di acqua, teniamo presente che però ci sono o si possono creare ulteriori rigagnoli.

- Buona la segnatura del CAI che dall’Incrocio q.946 risale alla Penna di Lucchio (salita molto ripida e aerea ma mai troppo esposta).

- Buona la segnatura con bolli rossi, nella via “Diretta” che dalla Sella q.1049 risale al Memoriante (passaggi di 1° su roccia).

- Aereo e spettacolare il crinale nord scendendo dal monte Memoriante, tracce di passaggio mai eccessivamente esposte.

- La parte più problematica è dallo Strapiombo q.653 (dove non è più possibile continuare a percorrere il crinale) e trovare un punto di discesa ottimale e poco pericoloso per innestarci al sottostante CAI 82B. Ci riusciamo grazie al nostro “intuito” e al GPS, ciò non vuol dire che sia stata la decisione migliore, ma lo è stata per noi in quel momento.

- Molto sporadica a tratti assente la segnatura dell’esile CAI 82 B (lo troviamo solo grazie al GPS)


Fonti
- Fonte alla partenza a Casoli.




Il paese di Casoli
Il paese di Casoli
Casoli q.568 (Iniziamo con la forestale a sinistra prima dell’area parcheggio che precede il paese, siamo sul CAI 88, segni e cartelli assenti)
Forestale CAI 88
Incrocio q.553 (Una sterrata prosegue dritto, risaliamo con la forestale evitando di scendere verso dei capanni e proseguendo sopra il piccolo casotto di sasso)
Incrocio q.553 (Una sterrata prosegue dritto, risaliamo con la forestale evitando di scendere verso dei capanni e proseguendo sopra il piccolo casotto di sasso)

Forestale CAI 88
Sant’Andrea q.562 (La forestale costeggia una piccola casina)
Sant’Andrea q.562 (La forestale costeggia una piccola casina)
Madonna Col del Piano
Madonna Col del Piano
Madonna Col del Piano

Bivio q.595
 (Bivio della forestale: dritto a destra sale, noi dritto a sinistra in discesa, segni e cartelli assenti, siamo sempre sul CAI 88)
Rudere q.550 (Appena guadato un fosso d’acqua c’è il rudere sulla nostra destra)
Forestale CAI 88 oltrepassato il Rudere q.550
Solco della Caccia q.563 (Arriviamo a un terzo fosso d’acqua e c’è la deviazione poco evidente)
Solco della Caccia q.563 (Appena guadato il fosso, lasciamo la forestale e risaliamo a destra, poco sopra di noi c’è un rudere nascosto che non dobbiamo raggiungere, invece il CAI 88 prosegue per esile sentiero in salita inizialmente parallelo alla forestale, sporadici segni CAI)
Sul sentierino CAI 88 che risale dal Solco di Caccia

Arrivo al Fosso q.702 sul CAI 88
Fosso q.702
Metato di Pracchia q.737 (Rudere)
Metato di Pracchia q.737 (Rudere)
Sul CAI 88
Bivio q.865 (Siamo sotto il versante ovest della Penna di Lucchio, cartelli assenti: a sinistra c’è il CAI 84 che conduce alla Sella q.1049 che separa la Penna di Lucchio dal monte Memoriante, noi teniamo il CAI 88 a destra in salita)

Bivio q.910 (Innesto su largo sentiero sassoso)
Incrocio q.946 (A destra inizia una sterrata, dalla parte opposta scende il CAI 88 verso Lucchio, noi andiamo a sinistra iniziando la salita che ci porterà alla vetta di Penna di Lucchio ben evidenziata con segni del CAI 84)

Incrocio q.946 (A destra inizia una sterrata, dalla parte opposta scende il CAI 88 verso Lucchio, noi andiamo a sinistra iniziando la salita che ci porterà alla vetta di Penna di Lucchio ben evidenziata con segni del CAI 84)

Salita alla Penna di Lucchio dal versante sud
Salita alla Penna di Lucchio dal versante sud
Salita alla Penna di Lucchio dal versante sud

Salita alla Penna di Lucchio dal versante sud
Salita alla Penna di Lucchio dal versante sud
Salita alla Penna di Lucchio (panorama)
Salita alla Penna di Lucchio dal versante sud
Salita alla Penna di Lucchio dal versante sud
Arrivo all’anticima della Penna di Lucchio

Anticima della Penna di Lucchio
Penna di Lucchio q.1176 (Piccola croce sulla vetta)
Penna di Lucchio q.1176 (Piccola croce sulla vetta)
Penna di Lucchio (Proseguiamo scendendo dalla parte opposta, direzione nord, con il CAI 84, segni sporadici)
Penna di Lucchio (Proseguiamo scendendo dalla parte opposta, direzione nord, con il CAI 84, segni sporadici)

Sella q.1049 (Separa la Penna di Lucchio dal monte Memoriante)
Salita al Memoriante con la via Diretta (passaggi di 1°)
Salita al Memoriante con la via Diretta (passaggi di 1°)
Salita al Memoriante con la via Diretta (passaggi di 1°)
Salita al Memoriante con la via Diretta (passaggi di 1°)
Salita al Memoriante con la via Diretta (passaggi di 1°)

Salita al Memoriante con la via Diretta (passaggi di 1°)
Salita al Memoriante con la via Diretta (passaggi di 1°)
Salita al Memoriante con la via Diretta (passaggi di 1°)
Uscita con la via Diretta dal canalone roccioso
Altopiano che conduce alla vetta del Memoriante

Monte Memoriante q.1151 (libro di vetta dentro la pentola)
Monte Memoriante q.1151 (libro di vetta dentro la pentola)
Monte Memoriante q.1151
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord

Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord

Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord
Discesa dal monte Memoriante con il crinale nord

Il torrente Lima sotto di noi
Dopo quota 990 circa il crinale prosegue
con tratti rocciosi nel bosco
Dopo quota 990 circa il crinale prosegue
con tratti rocciosi nel bosco
Nella parte finale della discesa su sfasciumi rocciosi prima di innestarci sul CAI 82B
Il fosso Re di Castello sul CAI 82 B
Innesto sull’Asfaltata q.365

Nessun commento:

Posta un commento